Economia

La telenovela del Palacongressi continua, il 15 gennaio il Comune ha detto sì al patrocinio richiesto il 27 luglio

La telenovela del Palacongressi continua, il 15 gennaio il Comune ha detto sì al patrocinio richiesto il 27 luglio

Economia, Focus1, Politica, Top0, Turismo
La storiella del Palacongressi continua.  La vera notizia riguarda il tempo trascorso tra la richiesta di patrocinio e l’effettiva risposta.  Avere l’imprimatur del Comune significa poter utilizzare le sale del Palazzo del Capitano del Popolo senza pagare l’affitto.  Un bel risparmio, non c’è che dire e soprattutto è un ottimo ritorno d’immagine per l’organizzazione.  Abbiamo provato a ricercare i costi del Palacongressi ma non siamo riusciti a trovarli all’interno del sito del Comune.  C’è una delibera di giunta in merito ma non è così facile e intuitivo andare alla ricerca del documento.  Forse la soluzione potrebbe essere semplice e gratuita; basterebbe inserire la voce Palazzo dei Congressi nel sito del Comune con tanto di tariffario ufficiale e i contatti diretti per ottenere ulterior
La risposta del Comune alle nostre domande sul Palacongressi. Noi non siamo convinti e rilanciamo

La risposta del Comune alle nostre domande sul Palacongressi. Noi non siamo convinti e rilanciamo

Economia, Politica, Top0, Turismo
Dopo il nostro articolo di ieri che ha evidenziato alcune criticità, l’amministrazione comunale ha risposto alle domande finali che ponevamo, alcune anche proposte. Le ricordiamo prima di dare preciso conto della replica: Quali sono precisamente le prescrizioni per l’utilizzo del Palazzo del Capitano del Popolo Quale costo hanno le singole sale e se sono previste promozioni per l’affitto in blocco Cosa prevede il patrocinio del Comune, in pratica quali vantaggi si hanno e quali prescrizioni per ottenerlo Perché non siano previste tariffe agevolate per l’ imposta di soggiorno a valere sui congressi nazionali e, ad esempio, a seconda dei periodi dell’anno in cui vengono organizzati Ultima ma non per importanza, quali strategie di sviluppo del turismo congressuale sono st
Vincenzo Fumi, “Fondazione Cro svolge il suo ruolo di tutela della banca e dei risparmiatori nei limiti imposti dalle leggi”

Vincenzo Fumi, “Fondazione Cro svolge il suo ruolo di tutela della banca e dei risparmiatori nei limiti imposti dalle leggi”

Economia, Focus1
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera del presidente di Fondazione CRO, Vincenzo Fumi indirizzata all'associazione Praesidium   Sig. Presidente, abbiamo letto, con il consueto interesse, la lettera aperta che l’Associazione, da Lei presieduta, ci ha inviato. Prendiamo atto, ancora una volta, del disagio generatosi nei clienti di CRO spa, a seguito del collocamento delle azioni di BPB. E’ nostro dovere rammentare che la Fondazione deve tutelare sia la Banca, come istituzione creditizia di ispirazione locale, sia il proprio patrimonio, impegnato in misura rilevante in azioni della medesima CRO spa, e sia, indirettamente, i risparmiatori orvietani, per la loro appartenenza a questa comunità. La coesistenza di questi interessi, che agiscono in misura contrapposta
Mozione dell’opposizione: come vuole agire la giunta e il sindaco per rispondere alla crisi profonda del centro storico?

Mozione dell’opposizione: come vuole agire la giunta e il sindaco per rispondere alla crisi profonda del centro storico?

Economia, Focus2, Politica
Riceviamo e pubblichiamo da parte dei gruppi di opposizione in consiglio comunale, Identità e Territorio, Forza Italia e Gruppo Misto   Sulla crisi, gravissima, che sta vivendo la città, non possiamo né dobbiamo mollare la presa. E' urgente che l'amministrazione comunale accolga le sollecitazioni che provengono dall'intero tessuto economico e sociale cittadino e che indirizzi, quanto prima, la politica di Governo al rilancio e allo sviluppo. La crisi del centro storico sta trascinando l'intero territorio in un baratro e ciò sta avvenendo nel totale disinteresse della giunta e dell'intera maggioranza che sostiene il sindaco. Non siamo più disposti a sopportare tanta irresponsabilità e ripresenteremo questo argomento in tutti i prossimi consigli comunali affinché l'amministra
La tragicomica gestione del Palacongressi di Orvieto

La tragicomica gestione del Palacongressi di Orvieto

Città, Lavoro, Top0, TopNews, Turismo
Oggi vi vogliamo raccontare una storia riguardante il Palazzo dei Congressi di Orvieto.  E’ una storia indicativa di come a Orvieto ancora non si è compreso dove si vuole andare a parare.  Il soggetto protagonista è la EffegiViaggi a cui hanno affidato il mandato per l’organizzazione di due importanti convegni proprio al Palazzo dei Congressi di piazza del Popolo.  Andiamo con ordine.  Lo scorso 27 luglio presentano domanda di patrocinio per un convegno importante al Comune di Orvieto.  Solo pochi giorni fa, quindi a distanza di molti mesi, arriva una risposta all’Ente organizzatore, non a Effegi, in cui si specifica che la Commissione Pubblico Spettacolo richiede la presenza dei Vigili del Fuoco per ogni evento organizzato all’interno del Palazzo dei Congressi e le spese relative a questo
Parte il mobile payment targato Vertya in Polonia con il gruppo Orange

Parte il mobile payment targato Vertya in Polonia con il gruppo Orange

Economia
Vetrya, gruppo italiano leader riconosciuto nello sviluppo di servizi digital, piattaforme cloud computing, soluzioni applicative e servizi broadband, annuncia di aver sottoscritto un contratto con l’integratore Mondia Media per l’erogazione di servizi mobile payment su operatori mobili presenti sul mercato della Polonia, con particolare riferimento al Gruppo Orange. L’accordo, che non prevede scadenze, è stato raggiunto attraverso Vetrya S.p.A. “Con la firma di questo contratto consolidiamo la nostra posizione di leadership anche nei mercati dell’Est Europa - ha dichiarato Luca Tomassini, presidente e amministratore delegato del gruppo Vetrya – L’accordo sottoscritto ci permetterà di erogare servizi digital e mobile payment ai più importanti operatori di telecomunicazioni della Polonia
Rafforzamento e trasformazione in Spa, sono questi i due punti cruciali per il 2018 di Banca Popolare di Bari

Rafforzamento e trasformazione in Spa, sono questi i due punti cruciali per il 2018 di Banca Popolare di Bari

Economia, Top0, TopNews
Fine 2017 e inizio 2018 interessanti sul fronte della Banca Popolare di Bari che ha ripreso in mano la questione della trasformazione in SpA, fortemente voluta da Renzi con la riforma delle Popolari e messa in stand-by in attesa della pronuncia della Consulta.  Frizzante il clima anche a Orvieto con l’associazione Praesidium che ha scritto una lunga lettera ai vertici della Fondazione, lettera che non pubblichiamo non per scelta ma perché non ci è stata inviata ufficialmente.  Prendiamo comunque spunto da lì per cercare di presentare un quadro il più possibile chiaro della questione.  Ad oggi la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto è azionista di Cassa di Risparmio di Orvieto SpA con il 26,4% in virtù del quale ha la possibilità, così come recita lo statuto, di porre il veto su operazi
Gnagnarini: “Su commercio e Demografia in crisi facciamo presto”

Gnagnarini: “Su commercio e Demografia in crisi facciamo presto”

Economia, Focus1, Politica
di Massimo Gnagnarini Uno dei vantaggi offerti dall’uscita anticipata dal predissesto in cui si trovava fino a ieri il Comune di Orvieto è quello della riconquistata libertà di manovra sulla imposizione e rimodulazione delle tasse locali. Premessa la salvaguardia degli equilibri di bilancio già nel 2018 e di più nel biennio successivo sarà possibile mettere mano a questa delicata materia. Prima di farlo c’è bisogno però di individuare con chiarezza le priorità sulle quali intervenire. A mio giudizio le priorità sono il settore del commercio e quello demografico verso i quali occorre implementare rapidamente nuove politiche attive da parte dell’Amministrazione comunale. Suggerisco qui un quadro tributario rimodulato che può rappresentare una base di confronto tra l’ Amminis
Turismo ad Orvieto e nell’Orvietano: dati di Novembre 2017 confermano trend positivo degli ultimi mesi 

Turismo ad Orvieto e nell’Orvietano: dati di Novembre 2017 confermano trend positivo degli ultimi mesi 

Attualità, Città, Economia, Top0, Turismo
I dati forniti dal Servizio turismo della Regione Umbria relativi alla chiusura del mese di novembre 2017 riferiti al movimento alberghiero ed extralberghiero ad Orvieto rispetto allo stesso mese nel 2016, confermano il trend positivo degli ultimi mesi: gli arrivi sono stati 5.230 pari a +20,62% (a fronte dei 4.336 del 2016) l’incremento è generato da un valore positivo pari 49,69% del numero degli italiani e all’opposto da un decremento del 14,98% fatto registrare dalla componente degli stranieri. Anche le presenzehanno fatto registrare un valore totale di 10.105 con un incremento di +7,17% (rispetto alle 9.429 di novembre 2016), di questo incremento il 21,95% è dato dagli italiani all’opposto, anche in questo caso, le presenze di turisti stranieri manifestano un decremento di -7,96%.
Confagricoltura Umbria, nuovo direttivo con Cecci e Barberani

Confagricoltura Umbria, nuovo direttivo con Cecci e Barberani

Agricoltura, Ambiente, Economia, Focus2
È stata un’assemblea importante quella di Confagricoltura che ha visto la fine di un mandato e il rinnovo degli organi di governo. Si conclude dunque la presidenza di Marco Caprai che ha guidato la Confederazione umbra degli agricoltori per dieci anni. “Quello della mia giunta – ha commentato Caprai – è stato un lungo percorso, abbiamo iniziato nel 2007, e fatto molte cose che si riassumono nell’aver regionalizzato l’associazione, nell’averla resa strutturata, competitiva, aver dato voce agli agricoltori e una sede adeguata. Oggi l’associazione esprime la parte importante delle imprese e della superficie coltivata nella nostra regione. Ha conservato il ruolo di sindacato di impresa libero e autonomo nelle proprie scelte e nella propria determinazione”. I membri di giunta di Confagricolt