Tag: comune di orvieto

Tornano le “Suggestioni Chopiniane” curate da Unitre con due anticipazioni l’8 e il 9 aprile

Tornano le “Suggestioni Chopiniane” curate da Unitre con due anticipazioni l’8 e il 9 aprile

Associazionismo, Cultura, Eventi, Focus2, Musica
A conclusione della Settimana dell’Arte, lunedì 8 aprile alle 21 la Sala Unità d’Italia, del Comune di Orvieto, ospiterà “Salut d'Amour -Musiche e Poesie dal Cuore”. L’evento, ideato dall’Unitre di Orvieto con la collaborazione della scuola comunale di musica “Adriano Casasole”, vuole essere un omaggio al repertorio musicale e poetico più intimamente dedicato al sentimento dell’amore. I maestri Riccardo Cambri (pianoforte) e Dino Graziani (violino) eseguiranno brani di Chopin, Schubert, Massenet ed Elgar; di quest’ultimo verrà intonato “Salut d’Amour” (da cui il titolo della serata), una delle melodie del secondo ottocento più eseguite sino agli anni '60 dello scorso secolo, oggi praticamente scomparsa dai programmi concertistici. La voce sensibile di Alberto Romizi interpreterà poesie di
Gnagnarini, non sono un improvvido contestatore, “dati alla mano si doveva fare causa anche a RBS”

Gnagnarini, non sono un improvvido contestatore, “dati alla mano si doveva fare causa anche a RBS”

Economia, Focus2, Politica
Riceviamo e pubblichiamo una nota di Massimo Gnagnarini in riposta a quella di Toni Concina sulla questione degli swap.  Concina aveva sottolineato la contestazione di Gnagnarini dopo la decisioni di transare con RBS e di iniziare la causa con BNL.     Caro Toni rispondo volentieri riconoscendomi nel ruolo di colui che , nelle tua dichiarazione di oggi, hai evocato come improvvido contestatore. Ti sei trovato a fronteggiare i casini creati dalle precedenti amministrazioni di sinistra che avevano sottoscritto quei maledetti contratti di finanza derivata. E questo è un fatto.  Il tuo assessore al bilancio Maurizio Romiti scelse di affrontare il problema attraverso una transazione con RBS facendo causa solo a BNL.  Io suggerivo di fare causa ad entrambe le banche poiché il portafogli
Swap BNL, il sindaco annuncia la vittoria in primo grado e 2 milioni di euro per la città

Swap BNL, il sindaco annuncia la vittoria in primo grado e 2 milioni di euro per la città

Città, Economia, Top0, TopNews
Il Tribunale di Terni, con sentenza di primo grado, dà ragione al Comune di Orvieto sulla vicenda degli swap a suo tempo sottoscritti con BNL.  Nella passata consiliatura esplose in tutta la sua virulenza la questione degli swap, una parte con RBS e un'altra con BNL.  Per quanto riguarda RBS si andò a transazione chiudendo la vicenda mentre con il secondo istituto non si raggiunse un accordo e si proseguì per via legale per volere dell'allora sindaco Concina e dell'assessore Piergiorgio Pizzo. Per effetto di questa decisione, che comunque ha messo al riparo il Comune da uscite e ulteriori aggravi di bilancio, dal 2014 l'amministrazione ha dovuto accantonare 300 mila euro per un totale di 2 milioni di euro tolti dalla disponibilità reale della città.  Nel comunicato ufficiale del Comune
Il 13 e 14 marzo il gruppo scultoreo dell’Annunciazione del Mochi sarà trasferito in Duomo

Il 13 e 14 marzo il gruppo scultoreo dell’Annunciazione del Mochi sarà trasferito in Duomo

Arte, Focus2, Info Pubblica Utilità, OPT
E’ programmato nei giorni di mercoledì 13 e giovedì 14 marzo il trasferimento del gruppo scultoreo dell’Annunciazione realizzato da Francesco Mochi tra il 1603 e il 1610, dall’ex Chiesa di Sant’Agostino, nel cuore del quartiere medievale, al Duomo di Orvieto dove verrà ricollocato.   Al fine di consentire lo svolgimento del trasporto speciale dell’opera d’arte, come richiesto dall’Opera del Duomo di Orvieto, il settore vigilanza del Comune di Orvieto adotterà i seguenti provvedimenti relativi alla viabilità e la sosta in Piazza San Giovenale: - Dalle ore 07.00 alle ore 20.00 di mercoledì 13 e giovedì 14 marzo 2019 è fatto divieto assoluto di sosta con rimozione dei veicoli in tutta Piazza San Giovenale per consentire il transito e lo stazionamento dei mezzi necessari al t
Andrea Mazza conferma la sua candidatura e annuncia, “a breve il programma”

Andrea Mazza conferma la sua candidatura e annuncia, “a breve il programma”

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Politica
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Andrea Mazza, candidato sindaco alle prossime amministrative di maggio 2019.   È tempo di cambiamento.  Non servono itinerari con strade che si inerpicano su tracciati tortuosi ma piuttosto un percorso chiaro, lineare che dia quelle tante risposte che molti naviganti politici locali non sanno o forse non vogliono dare. Divisioni, frazionamenti, scostamenti, scollamenti che l'impegno di Andrea Mazza vuole e può superare usando quella moderazione che è figlia non dell'improvvisazione dilagante ma di un impegno che capillarmente tenga conto di tante sfaccettature e necessità che una realtà complessa come quella della città di Orvieto ha estremamente bisogno.  È ora di abbandonare gli isterismi che caratterizzano conflittualità in un'az
Allarme dell’associazione Gli Amici di Charlie sulla situazione del canile sanitario di Shifanoia

Allarme dell’associazione Gli Amici di Charlie sulla situazione del canile sanitario di Shifanoia

Associazionismo, Focus2, Sociale
Lettera aperta dell’associazione Gli Amici di Charlie di Orvieto per chiedere agli organi competenti di fare luce sulla situazione del canile sanitario di Schifanoia (Narni), dove sono morti molti cani, sul futuro dei cani randagi che verranno accalappiati, sul canile-rifugio di Orvieto, e per sensibilizzare e coinvolgere la cittadinanza su quanto sta accadendo.   Da quasi tre anni, come testimoniato da numerosi articoli sulla stampa, il canile sanitario di Schifanoia che è di riferimento anche per il Comune di Orvieto e per il suo comprensorio (il sanitario è dove vengono portati i cani randagi accalappiati e dove rimangono dal momento della cattura fino ad un massimo di sessanta giorni e comunque fino alla sterilizzazione da parte del servizio veterinario) è tristemente agli ono
Elezioni: in casa Pd che confusione! Ora c’è anche l’ipotesi lista civica e intanto Orvieto soffre

Elezioni: in casa Pd che confusione! Ora c’è anche l’ipotesi lista civica e intanto Orvieto soffre

Amministrative 2019, Focus1, Top0
C’è aria di campagna elettorale e nel centro-sinistra, o almeno in quel che ne rimane, sembra regnare lo scoramento.  Più che scoramento sembra che ci sia da ogni parte l’assoluta voglia di disprezzare l’avversario che, però, non è l’altro o gli altri schieramenti, ma tutto interno al PD.  Continua infatti la guerra aperta tra il PD di governo, Germani, e il PD politico, Scopetti-Taddei.  In mezzo a soffrire l’elettorato, sicuramente, ma soprattutto la città. Orvieto sta attraversando una fase delicatissima.  I dati sono quasi tutti negativi, il turismo è ripartito ma, anche il dato positivo è in decremento mese su mese del 2018.  L’imposta di soggiorno non ha dato i risultati sperati.  Cambiamo argomento?  L’economia è più che ristagnante. I collegamenti ferroviari non sono cresciu
TeMa o Non Tema, questo è il problema, ma non solo

TeMa o Non Tema, questo è il problema, ma non solo

Città, Opinioni, Politica, Top0
Il botta e risposta tra il cda di TeMa e il sindacato USB che ha preso in mano la situazione dei lavoratori da più di un anno ha fatto riemergere la questione complessa della gestione del teatro Mancinelli, del debito pregresso dell'associazione e di tante questioni che intrecciano politica e vita culturale della città.  Del resto anche lo stesso Enrico Paolini nella sua conferenza di "addio" alla TeMa ha sottolineato come nel passato TeMa fosse stata utilizzata un po' come "bancomat" da parte del Comune per le questione legate alla cultura.  Ma è stato così?  Il debito di oltre un milione è stato generato proprio tra la fine del '98 e gli inizi degli anni 2000 con le mega produzioni targate TeMa, le controversie con alcuni fornitori e con la sempre più stringete politica finanziaria delle
Enrico Paolini, licenziato da TeMa saluta i collaboratori, racconta la sua storia e si mette a disposizione della città

Enrico Paolini, licenziato da TeMa saluta i collaboratori, racconta la sua storia e si mette a disposizione della città

Attualità, Città, Lavoro, Teatro Mancinelli, Top0
25 anni fa (il 7 dicembre 1993) si riapriva alla città, dopo dieci anni, il Teatro Mancinelli completamente restaurato e ristrutturato.  E’ iniziata così la conferenza stampa di saluto alla città di Enrico Paolini, licenziato da TeMa a fine anno e che da marzo sarà libero da ogni vincolo.  E’ iniziata così dopo un filmato che ha ricordato i passaggi più importanti del teatro orvietano, degli spettacoli, dei concerti, delle produzioni.  Quasi un amarcord e, alla fine, la promessa di essere a disposizione della città. Enrico Paolini, emozionato legge, non va a braccio e riportiamo di seguito tutto lo scritto. “Io avevo 33 anni e lavoravo da 12 anni al Teatro Stabile dell’Umbria a Perugia, quando il Comune di Orvieto mi ha chiamato per predisporre un progetto di riapertura e gestion
Importante donazione al consultorio dell’associazione Elisa Lardani Marchi

Importante donazione al consultorio dell’associazione Elisa Lardani Marchi

Associazionismo, Città, Focus1, OPT, Salute, Sociale, TopNews
La nuova sede del Consultorio Familiare di Orvieto dell’Azienda Usl Umbria 2, in via Angelo Costanzi 37, ormai pienamente operativa, ha ricevuto dall'associazione Elisa Lardani Marchi una importante donazione per gli arredi della sala allattamento al seno, intitolata alla giovane psicologa prematuramente scomparsa all’età di 37 anni, situata all'interno del servizio.  Con questo gesto, l’Associazione ha voluto sottolineare l'importanza della pratica dell'allattamento al seno che la stessa Elisa, anche per la sua professionalità, sosteneva con grande forza e determinazione.  Gli arredi hanno tenuto conto della misura sia della diade madre-bambino che dell'intrattenimento giocoso e, nello stesso tempo, educativo dei bambini nei primi anni di vita. Un angolo dedicato alla lettura è stato a
Popups Powered By : XYZScripts.com