Tag: comune di orvieto

Cantiere Orvieto ospita Luca Ricolfi per presentare il suo libro “la società signorile di massa” sabato 18 alle 17,30 al Palazzo dei Sette

Cantiere Orvieto ospita Luca Ricolfi per presentare il suo libro “la società signorile di massa” sabato 18 alle 17,30 al Palazzo dei Sette

Associazionismo, Focus2, Libri
Per iniziativa dell’Associazione “Cantiere Orvieto” e con il patrocinio del Comune, sabato 18 gennaio alle ore 17.30 presso la Sala del Governatore del Palazzo dei Sette, verrà presentato il libro La società signorile di massa di Luca Ricolfi (Ed. La Nave di Teseo, 2019), che sarà intervistato dal giornalista Claudio Lattanzi. Come può una società signorile essere anche di massa? Con questa paradossale definizione, l’autore Luca Ricolfi introduce una nuova, forse definitiva, categoria interpretativa, che scardina le idee correnti sulla società in cui viviamo. Oggi, per la prima volta nella storia d’Italia, ricorrono insieme tre condizioni: il numero di cittadini che non lavorano ha superato ampiamente il numero di cittadini che lavorano; l’accesso ai consumi opulenti ha raggiunto una la
I sindacati chiedono l’istituzione di una tavolo per seguire il percorso di CariOrvieto

I sindacati chiedono l’istituzione di una tavolo per seguire il percorso di CariOrvieto

Città, Economia, Focus2, Lavoro
Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta delle organizzazioni sindacali regionali e delle rappresentanze aziendali sulla situazione di Cassa di Risparmio di Orvieto dopo il commissariamento della capogruppo Banca Popolare di Bari.   Le segreterie regionali dei sindacati bancari della Regione Umbria e le RRSSAA della CRO vigilano con attenzione l'evolversi della  situazione determinatasi in Cassa di Risparmio di Orvieto S.p.A. in seguito al commissariamento della Banca Popolare di Bari. Ritengono necessaria ed urgente la creazione di un tavolo congiunto tra  i vari attori istituzionali operanti sul Territorio, ed a tal fine hanno invitato i seguenti soggetti: presidente della Regione Umbria, sindaco di Orvieto, presidente della Cassa di Risparmio di Orvieto S.p.A, direttore g
Donatella Belcapo, “Orvieto vuole servizi efficienti e non le toppe di Trenitalia”

Donatella Belcapo, “Orvieto vuole servizi efficienti e non le toppe di Trenitalia”

Attualità, Focus1, Lavoro, Persone, Politica
Apprendiamo che Trenitalia da lunedì 16 dicembre prevederà due nuove fermate alla stazione di Orvieto, un treno Regionale con destinazione Orte alle ore 18,53 e un treno Regionale da Orte con arrivo ad Orvieto alle 20,23. Pur ritenendo la scelta positiva non ce la sentiamo e non possiamo esprimere “soddisfazione”, considerato che non si tratta di una soluzione innovativa ma che servirà soltanto a tamponare la cancellazione del collegamento veloce che permetteva ai pendolari l’arrivo ad Orvieto alle 19,48 - partendo da Roma alle ore 19,00.  Siamo coscienti dei disservizi quotidiani a cui andava incontro quest’ultimo collegamento ma, al netto dei ritardi, il nuovo servizio predisposto da Trenitalia non migliorerà la vita dei nostri pendolari: si tenterà soltanto di rimediare ad una situaz
Il WWF diffida Comune e Regione e chiede di vietare nuove colture intensive non autoctone sull’Alfina

Il WWF diffida Comune e Regione e chiede di vietare nuove colture intensive non autoctone sull’Alfina

Ambiente, Attualità, Castel Giorgio, Lavoro, Regione Umbria, Top0, Turismo, Tuscia
Il WWF Umbria ha presentato formale atto di diffida e tutela dell’Altopiano dell’Alfina.  Secondo quanto scritto nell’atto “in un’area che si estende, per circa 200 ettari, dalle cosiddette Quattro Strade sino a Canonica, in direzione del Castello di San Quirico, della Rocca Ripesena, della Fonte del Tione, di Casa Perazza e di Castel Giorgio, sono stati effettuati interventi di scavo per circa 4 metri e sbancamenti del terreno, costruzione di recinzioni, al fine di impiantare ivi e proteggere la monocultura intensiva, come ci segnalano alcuni residenti del posto e come già noto dalla stampa locale e nazionale”.  Un simile atto era già stato presentato in precedenza anche da Italia Nostra-Orvieto da Lucio Riccetti sempre nel tentativo di bloccare gli impianti di colture intensive di castag
TeMa, anzi Teatro Comunale Luigi Mancinelli, come ripartire?

TeMa, anzi Teatro Comunale Luigi Mancinelli, come ripartire?

Attualità, Città, Teatro Mancinelli, Top0
Con la consegna delle chiavi del Teatro Mancinelli si è chiusa una prima fase della grande questione TeMa.  Ora è il momento della pianificazione del futuro.  Teatro e TeMa sono ora due binari paralleli che non s'incontreranno se non per definire tutto quello che c'è stato nel passato remoto.  Un passato remoto che ha avuto un peso determinante sul presente.  Stipendi in ritardo, ridimensionamento del personale, progettualità a scartamento ridotto e soprattutto gli ultimi mesi con l'amministrazione che ha preso la decisione di fermare un'esperienza in forte perdita prima che fosse troppo tardi.  Certo rimane aperta, ben nota, la grande partita del debito ma si è scelta una strada, perigliosa, ma una strada. Poi ci sono i dipendenti che sono coloro che pagano una storia fatta di tanti er
Paolo Selmi, “sull’intera questione di OTW forse sono stato ingenuo, ora però guardiamo al futuro e non perdiamo questa opportunità”

Paolo Selmi, “sull’intera questione di OTW forse sono stato ingenuo, ora però guardiamo al futuro e non perdiamo questa opportunità”

Attualità, Città, Eventi, Focus1, Persone, Teatro Mancinelli
Paolo Selmi, di Orvieto Tango Winter spiega il suo punto di vista sull’intera questione della manifestazione e dei rapporti con Comune e TeMa.  L’intervista è stata a tratti polemica ma franca e alla fine si è convenuto che un rinvio a febbraio potrebbe essere la soluzione migliore ma partendo con basi diverse e rapporti rinnovati tra le varie parti in causa. Quanto avete investito sulla manifestazione? Prima di tutto vorrei fare alcune precisazioni sull’articolo che avete pubblicato.  La ricostruzione è costruita su una serie di deduzioni e non su certezze.  Andiamo per punti.  Partiamo dalla questione del Teatro.  TeMa mi ha chiamato subito dopo la famosa delibera di giunta specificandomi che dovevo rivolgermi al Comune.  Immediatamente ho preso contatti con l’istituzione per avere
Alice Tango Orvieto, “Selmi ci ha fatto venire la passione, ora speriamo che i tangueri tornino a Orvieto”

Alice Tango Orvieto, “Selmi ci ha fatto venire la passione, ora speriamo che i tangueri tornino a Orvieto”

Eventi, Opinioni
  Riceviamo e pubblichiamo una nota di Alice Tango Orvieto relativa alla cancellazione di Orvieto Tango Winter e alla questione della location, il Teatro Mancinelli, che non è disponibile per le date previste.   La scuola di Tango esiste da quattro anni e tiene regolarmente due corsi, uno per allievi alla prima esperienza, tutti martedì e uno allievi intermedi, due volte al mese. A seguito della lezione dei principianti facciamo pratica tutti insieme.  Attualmente ad Orvieto siamo 33 allievi, che per una realtà di 20000 abitanti è un numero ragguardevole, visto che si tratta comunque di una disciplina di nicchia (basti pensare che a Viterbo sono una cinquantina di allievi...) Fino allo scorso giugno abbiamo fatto lezione al Teatro del Carmine, ma alla riapertura dei corsi
Orvieto Tango e le polemiche orvietane.  Numeri, date e una provocazione, Orvieto quanto vale?

Orvieto Tango e le polemiche orvietane. Numeri, date e una provocazione, Orvieto quanto vale?

Attualità, Città, Commercio, Eventi, Focus1, Natale, Opinioni, Teatro Mancinelli, Turismo, Turismo
Orvieto delle polemiche non si smentisce.  L’ultima della serie riguarda Orvieto Tango Winter, organizzato dall’Associazione Officine Creative Orvietane rappresentata da Paolo Selmi che ha ideato il format di sicuro successo. Proviamo a fare un riassunto.  Il 4 dicembre esplode tutto con OTW che comunica l’impossibilità di organizzare la manifestazione prevista per il week-end dell’8 dicembre al Teatro Mancinelli.  L’incrocio precedente di PEC ha avuto un destinatario errato perché a gestire il Mancinelli, fino al 4 dicembre giorno in cui sono state riconsegnate le chiavi al Comune, è TeMa e non l’amministrazione.  Intanto c’è stato uno scambio di mail anche con i gestori del Palazzo dei Congressi, ma viene da chiedersi, perché visto che era deciso che la manifestazione si sarebbe dovut
Durissimo botta e risposta tra Orvieto Tango e Tandem SpA su costi e utilizzo del Palazzo del Capitano del Popolo

Durissimo botta e risposta tra Orvieto Tango e Tandem SpA su costi e utilizzo del Palazzo del Capitano del Popolo

Attualità, Città, Eventi, Focus1, Musica, Spettacoli
Paolo Selmi, come presidente dell'associazione Officine Creative Orvietane, organizzatore di Orvieto Tango Winter ha voluto replicare a Tandem che ha sottolineato come è sempre stata disponibile ad ospitare la manifestazione alle condizioni di mercato applicate a tutte le realtà che organizzano eventi.  Immediata la replica di Francesco Paolo Li Donni per Tandem SpA che ha voluto sottolineare le imprecisioni sui costi e soprattutto sui problemi relativi all'impianto di riscaldamento, un non-problema. Paolo Selmi - Officine Creative Orvietane Vorrei fare chiarezza anch’io.  Nel progetto “ Orvieto la città del tango “ presentato a gennaio di questo anno, che prevedeva 4 eventi, patrocinato dal Comune con contributo economico , era stato inserito anche l’utilizzo del Palazzo del Capit
I numeri previsti per la prossima stagione teatrale, Cristina Calcagni e Roberta Mattioni spiegano perché i sono dimesse dal cda di TeMa

I numeri previsti per la prossima stagione teatrale, Cristina Calcagni e Roberta Mattioni spiegano perché i sono dimesse dal cda di TeMa

Economia, Focus1, Teatro Mancinelli
Riceviamo e volentieri pubblichiamo un comunicato da parte di Cristina Calcagni e Roberta Mattioni, dimissionarie dal cda della TeMa, che precisano alcune problematiche che gli stessi consiglieri hanno evidenziato.   “A precisazione e chiarimento di quanto in questi giorni viene riportato da più fonti, riteniamo opportuna questa breve nota riguardo l’Associazione TEMA e la Stagione Teatrale 2019/2020 del Teatro Mancinelli di Orvieto. La Stagione Teatrale, già impostata nel mese di aprile u.s., come da prassi è stata inviata al Comune di Orvieto, socio di maggioranza della TEMA, per la presa d’atto. Dopo un primo invio, vista la situazione finanziaria dell’Associazione, si è proceduto ad una revisione e ad uno snellimento della programmazione per permetterne la sostenibilità, a
Popups Powered By : XYZScripts.com