Tag: stanislao fella

Francesco Lanzi, Confindustria, ai candidati orvietani, “manteniamo costante il confronto per lo sviluppo della città”

Francesco Lanzi, Confindustria, ai candidati orvietani, “manteniamo costante il confronto per lo sviluppo della città”

Città, Economia, Elezioni, Focus2, Lavoro, Regionali 2019
Gli imprenditori della Sezione Territoriale di Orvieto di Confindustria Umbria hanno incontrato i candidati del territorio alle elezioni regionali del prossimo 27 ottobre.  All’incontro, moderato dal giornalista Alessandro Li Donni, hanno partecipato Stanislao Fella (Forza Italia), Matteo Galli (PCI), Andrea Garbini (Fratelli d’Italia), Martina Mescolini (PD), Andrea Sacripanti (Lega) e Antonello Semeraro e Lucia Vergaglia (M5S). La formazione specializzata come leva per incrementare l’occupazione, una pubblica amministrazione più snella ed efficiente, la risoluzione del gap infrastrutturale, un migliore accesso al credito sono stati alcuni dei temi su cui i candidati sono stati chiamati a confrontarsi sollecitati dal presidente della Sezione di Orvieto di Confindustria Umbria Francesco
Andrea Garbini è il candidato alle regionali nella lista di Fratelli d’Italia

Andrea Garbini è il candidato alle regionali nella lista di Fratelli d’Italia

Castel Giorgio, Elezioni, Focus1, Politica, Regionali 2019
Inizia ad essere affollato il panorama dei candidati orvietani alle regionali per quanto riguarda il centro-destra.  Dopo Fella e Sacripanti, in rigoroso ordine di apparizione è ora la volta di Fratelli d'Italia che ha scelto Andrea Garbini, attualmente sindaco di Castel Giorgio.  Da tempo i vertici del partito di Giorgia Meloni si sono messi a lavoro per convincere il riottoso Garbini che poi alla fine ha ceduto decidendo per la candidatura a servizio del territorio.  Il sindaco ha sicuramente esperienza e potrebbe portare la questione ambientale in primo piano a partire dalla complessa questione della geotermia che ha ricevuto il via libera da parte del governo nonostante la contrarietà di gran parte della comunità locale e di quelle dei territori limitrofi fino a Bolsena.  Altra questio
Sarà Andrea Sacripanti il candidato locale della Lega per le regionali

Sarà Andrea Sacripanti il candidato locale della Lega per le regionali

Focus2, Politica, Regionali 2019
Si stanno chiudendo in questi giorni le liste per le prossime elezioni regionali.  Intorno alla Lega c'era molta attesa per quanto riguarda il nome del candidato locale.  Il partito di Salvini, seppure in calo rispetto alle scorse elezioni europee mantiene saldamente il comando nelle preferenze e inevitabilmente si sono scatenati gli appetiti di molti anche qui in Umbria.  Alla fine sembra averla spuntata Andrea Sacripanti. Da quando Matteo Salvini ha comunicato che il candidato alla presidenza sarebbe stata Donatella Tesei è partita una campagna elettorale continua con il leader che lo troviamo in Umbria spesso per spiegare le tesi della Lega e ricordare perché in Umbria si vota con alcuni mesi di anticipo sul previsto.  Orvieto non ha fatto eccezione con alcuni nomi che hanno iniziato
Stanislao Fella, candidato in Regione per Forza Italia, “non è un cambio di casacca ma un’occasione per far rinascere l’Umbria dopo l’oscurantismo della sinistra”

Stanislao Fella, candidato in Regione per Forza Italia, “non è un cambio di casacca ma un’occasione per far rinascere l’Umbria dopo l’oscurantismo della sinistra”

Politica, Regionali 2019, Top0
Stanislao Fella ha rotto definitivamente gli indugi con Forza Italia annunciando la sua candidatura per le prossime regionali del 27 ottobre.  La sfida sembrava essere ancor più difficile ma la ritrovata unità del centro-destra potrebbe riservare delle sorprese.  Fella, dopo aver incontrato Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli, è pieno di entusiasmo ed è convinto di poter avere un buon risultato nonostante il passaggio dalla Lega a Forza Italia “che non è un cambio di casacca perché rimango all’interno dell’alveo del centro-destra, ma ad una richiesta così importante non avrei potuto dire di no”. Perché ha preso la decisione di candidarsi alle prossime regionali? L’idea di candidarmi c’è sempre stata ed avevo dato la disponibilità perché la ritengo fondamentale nei confronti dell’ele
Stanislao Fella rompe gli indugi e sceglie Forza Italia per le regionali

Stanislao Fella rompe gli indugi e sceglie Forza Italia per le regionali

Politica, Regionali 2019, Top0, TopNews
Mancano 52 giorni alle elezioni regionali e ancora non si hanno notizie sui candidati locali, o meglio Franco Raimondo Barbabella ha già ufficializzato, a latitare sono i grandi partiti tradizionali.  Ma anche in questo caso abbiamo un’eccezione, si tratta di Stanislao Fella che ha deciso di rompere gli indugi e di scegliere Forza Italia per le prossime elezioni regionali.  Non c’è ancora l’ufficialità da parte di Forza Italia ma, a quanto pare, sul nome di Fella c’è un forte interesse anche da Roma. L’avvocato orvietano ha, a questo  punto, rotto con la Lega che ancora non ha sciolto la riserva sul candidato locale, infatti proprio Fella era tra i possibili candidati insieme ad Andrea Sacripanti, Stefano Olimpieri e una donna, almeno questo riportano le indiscrezioni dei soliti bene infor
Elezioni/9: centro-destra, spunta la possibile candidatura di Umberto Garbini, cui prodest?

Elezioni/9: centro-destra, spunta la possibile candidatura di Umberto Garbini, cui prodest?

Amministrative 2019, Focus1, Politica
I giochi non sono per niente terminati nel centro-destra e affini.  Dopo l'intervista a Stanislao Fella che ha confermato il suo appoggio leale a Roberta Tardani e il comunicato dello stesso tenore di Forza Italia regionale e provinciale sembravano rientrati i malumori e invece, no.  Continuano le trattative tra Orvieto e immediata periferia per ricercare a tutti i costi un candidato di disturbo.  E' chiaro, ormai, visto il silenzio di Forza Italia di Orvieto, nonostante qualche tentativo di conoscere la posizione ufficiale che abbiamo fatto, che qualcosa continua a muoversi.  Lo stesso silenzio assordante arriva anche da Fratelli d'Italia, anche in questo caso abbiamo provato ma nulla.  Silenzio assoluto.  I candidati alternativi sono sfioriti e allora cosa uscirà dal cilindro degli scont
Elezioni/8: Se Atene piange Sparta non ride, il centro-destra ancora diviso

Elezioni/8: Se Atene piange Sparta non ride, il centro-destra ancora diviso

Amministrative 2019, Focus1, Politica
Nel centro-destra sembra ricompattarsi, almeno in parte, la frattura tra le varie anime di Forza Italia e Roberta Tardani ma rimane l'incognita di Fratelli d'Italia che a parte un comunicato ormai datato contro la candidatura Tardani non ha più parlato.  Nel caso del centro-destra sembra calzare a pennello l'antico adagio "se Atene piange, Sparta non ride".  Già, perché stando al sentiment popolare l'area moderata potrebbe vincere forse anche al primo turno, ma unito e senza liste contro.  Invece ecco che dopo l'atto di ribellione di Tardani contro l'apparato di Forza Italia è stato tutto un florilegio di candidati entrati in scena e altrettanto velocemente usciti. L'unico nome che avrebbe potuto esprimere un consenso più ampio era quello di Andrea Mazza, ma con un comunicato ufficiale
Stanislao Fella, “seguo la linea del mio partito, la Lega, e appoggio lealmente il candidato Roberta Tardani”

Stanislao Fella, “seguo la linea del mio partito, la Lega, e appoggio lealmente il candidato Roberta Tardani”

Amministrative 2019, Focus1, Politica, Top0, TopNews
Stanislao Fella, professione avvocato, è da tempo uno dei nomi che circola con più insistenza tra i possibili candidati alternativi a Roberta Tardani, o meglio, come altro candidato per quell'area del "dissenso" che fa riferimento in particolare ad una parte di Forza Italia e non solo.  Fella ha voluto prima di tutto chiarire che il suo essere parte di un partito, la Lega, lo spinge a seguire la linea ufficiale.  La scelta di campo a questo punto è chiara e sembrerebbe rimanere in campo Toni Concina anche se da più parti arrivano smentite in tal senso. Stanislao Fella cosa vuole fare da grande? Io sono un amante della cultura nipponica e sono andato a visitare la statua dell'ultimo samurai che fu mandato per errore strategico dell'imperatore verso morte sicura.  Poco prima di essere
Il 26 si vota ma a Orvieto ancora è un tutti contro tutti in puro stile “arsenico e vecchi merletti”

Il 26 si vota ma a Orvieto ancora è un tutti contro tutti in puro stile “arsenico e vecchi merletti”

Amministrative 2019, Focus1, Opinioni, Politica
Inizia ad essere veramente complicata la situazione dalle parti del PD e in una certa area del centro-destra.  Si intrecciano trame per tentare di disinnescare la possibile forza dei due candidati forti delle relative aree: Germani e Tardani.  Su Germani piombano di continuo possibili candidature alternative che poi si sciolgono come neve al sole.  L'ultima in ordine di apparizione è quella di Massimo Morcella che, registrando la volontà di Germani ad andare avanti sembra che abbia rinunciato.  Nel centro-destra l'area degli scontenti sembra puntare su due cavalli alternativi: Concina e Fella.  Il primo potrebbe addirittura essere il regista di un consenso trasversale come candidato civico, andando a pescare voti tra parte del PD e parte di FI riuscendo in un matrimonio dalla durata non ga
Elezioni/5: il centro-destra non è unito, è un tutti contro tutti, per ora

Elezioni/5: il centro-destra non è unito, è un tutti contro tutti, per ora

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica
Se nel centro-sinistra si cerca il candidato ideale magari pescando nel mondo imprenditoriale, nel centro-destra la situazione si sta ingarbugliando.  Concina si è ritirato stizzito perché avrebbe dovuto partecipare al casting per scegliere il candidato.  E’ stato fin troppo chiaro, “non mi servono confronti parla il mio CV”.  E allora il lotta si restringe a due?  In realtà non è così semplice, Sardegna docet.  Le elezioni hanno consegnato la Regione al centro-destra che ha accettato, unito, un candidato proveniente da un partito esterno pur di raggiungere l’obiettivo finale cioè tornare a governare.  Le varie anime dei partiti non hanno trovato l’accordo e allora si è andati fuori perimetro.  La Lega ha avuto il suo successo personale partendo da zero anche se raffrontando il risultato d
Popups Powered By : XYZScripts.com