Tag: politica

Italia Viva, “c’è una questione TeMa che la politica vera deve saper gestire senza traumi”

Italia Viva, “c’è una questione TeMa che la politica vera deve saper gestire senza traumi”

Focus1, Politica, Teatro Mancinelli
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Italia Viva Orvieto firmata da Angelo Pettinacci, riguardante la situazione di TeMa e i tanti risvolti politici e sociali che ruotano intorno al nocciolo centrale, la situazione di bilancio dell'associazione che si occupa del Teatro da più di 25 anni.   C’è un Te.Ma all’ordine del giorno della nostra città, anzi potremmo dire all’ordine del giorno di un comprensorio, perché Orvieto – a parer nostro – ha la responsabilità, l’onere e l’onore di sostenere la Cultura di quell’area vasta che è l’orvietano e l’alto viterbese.  Prima però di poter fare seriamente cultura, Orvieto ha necessità di dimostrare di saper “governare seriamente”. Governare seriamente non significa decidere Te.Ma sì, Te.Ma no. Significa avere contezza delle scelt
Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no.  Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no. Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Ambiente, Castel Giorgio, Economia, OPT, Top0, TopNews
La decisione presa dal governo di autorizzare la realizzazione dell'impianto geotermico all'Alfina ha aperto uno scontro durissimo tra gli amministratori locali, i vari partiti di maggioranza e minoranza e le associazioni imprenditoriali che, una dopo l'altra, hanno dichiarato la loro apertura nei confronti dell'imprenditore che ha deciso di scommettere su Castel Giorgio.  Dopo Assocave e Confartigianato è la volta di Confindustria Orvieto.  Il presidente Francesco Lanzi ha prima di tutto sottolineato come "la società che ha proposto l'investimento abbia ottenuto le autorizzazioni necessarie.  Credo che sia arrivato il momento di aprire un confronto costruttivo tra tutte le componenti della comunità per individuare soluzioni condivise nell'interesse generale". Uno dei compiti di
Franco Raimondo Barbabella, “sulla geotermia la politica sceglie la protesta e non governa il territorio”

Franco Raimondo Barbabella, “sulla geotermia la politica sceglie la protesta e non governa il territorio”

Ambiente, Castel Giorgio, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo a firma Franco Raimondo Barbabella, "Nuovi Orizzonti per Orvieto", una interessante nota sull'intera questione della geotermia di Castel Giorgio che riportiamo di seguito integralmente.   Partiamo dai dati di fatto. 1. Dopo anni di studi e discussioni pure documentate e approfondite non si è approdati ad alcuna certezza risolutiva, né tecnico-scientifica né tanto meno politico-strategica. 2. Ogni soggetto sembra voler andare per conto suo ignorando gli altri, anzi nei fatti prevalgono, soprattutto a livello politico-decisionale, ambiguità ed inganni. 3. La regione Umbria ne è il simbolo, sia nella componente di governo che in quella di opposizione. 4. I sindaci si allineano ai movimenti ecologisti ma non elaborano nessuna posizione che suoni come strategia
Confartigianato Terni, “sulla geotermia la politica ha scelto la strada della convenienza”

Confartigianato Terni, “sulla geotermia la politica ha scelto la strada della convenienza”

Castel Giorgio, Focus1, Politica, Varie
Confartigianato Imprese Terni riguardo la vicenda dell’impianto geotermico di Castel Giorgio rileva con preoccupazione che anche questa volta su questioni cruciali per il territorio e lo sviluppo locale non si riesce ad uscire da contrapposizioni astratte e posizioni di mera convenienza politica.  E’ compito delle istituzioni politiche, nel quadro degli interessi generali, tutelare l’ambiente e i territori, ma anche lo sviluppo locale e le imprese che rispettano le norme e seguono le procedure previste. Per questi motivi sarebbe più consona un’azione delle istituzioni locali volta a favorire un dialogo proficuo tra imprese e comunità locali, che favorisca una composizione virtuosa degli interessi legittimi sia economici che ambientali e dia le massime garanzie, piuttosto che rischiare d
L’Associazione Il Giglio di Corbara “è apolitica, non fa propaganda ma è pronta a ospitare tutti i candidati”

L’Associazione Il Giglio di Corbara “è apolitica, non fa propaganda ma è pronta a ospitare tutti i candidati”

Amministrative 2019, Associazionismo, Focus1, Politica
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota a firma del presidente dell'Associazione Culturale Il Giglio di Corbara, Mirko Boccio, che sottolinea la totale apoliticità e imparzialità e che si dice pronta a ospitare nella propria sede tutti i candidati che ne faranno richiesta per discutere e confrontarsi sui programmi e i progetti per Corbara.   L’Associazione culturale Il Giglio, come riportato nello statuto è apolitica, aperta e pronta ad accogliere tutti, nel tentativo di riuscire nel miglior modo possibile a raggiungere gli obiettivi che ci siamo preposti, come organizzare eventi e manifestazioni allo scopo di promuovere e valorizzare il nostro territorio. In prossimità delle prossime elezioni amministrative che si terranno ad Orvieto, e delle elezioni europee, l'associazione
Il nuovo Bollettino economico edito dal Centro Studi evidenzia molti punti deboli, ma i depositi nel 2017 hanno segnato +50%

Il nuovo Bollettino economico edito dal Centro Studi evidenzia molti punti deboli, ma i depositi nel 2017 hanno segnato +50%

Centro Studi Città di Orvieto, Città, Economia, Focus2, OPT, TopNews
Sabato 23 è stato presentato al Centro Studi di Orvieto il nuovo Bollettino sulla situazione economia e sociale dell'area orvietana.  E' stata l'occasione per tracciare un profilo particolareggiato e puntuale della realtà orvietana con numeri e dati, senza ragionamenti astratti.  Ne escono fuori alcune risultanze di rilievo che riguardano la demografia, la dimensione delle aziende, il livello dei depositi e la ludopatia come nuova emergenza.  Sono i punti nodali per riuscire ad analizzare forza e debolezza del sistema economico-sociale di Orvieto.  Il lavoro, curato da Meri Ripalvella e Antonio Rossetti, evidenzia una serie di problematiche collegate tra loro che non permettono al territorio di ripartire.  In particolare la demografia che conferma il dato accentuato di perdita di po
Addio Pier Luigi Leoni…uomo raffinato e sempre pronto al dialogo

Addio Pier Luigi Leoni…uomo raffinato e sempre pronto al dialogo

Attualità, Città, Cultura, OPT, Top0
Orvieto ha perso una persona gentile, un intellettuale fine e mai scontato.  Orvieto ha perso un’anima critica mai fine a stessa come Pier Luigi Leoni.  Se ne è andato sommessamente così come ha vissuto, mai sopra le righe.  Pier Luigi Leoni è stato consigliere comunale e non ha mai fatto sconti neanche alla parte politica di cui era rappresentante.  Se c’era di criticare lo faceva senza mai alzare i toni oltre la polemica politica.  Persona preparata, disponibile, sempre pronta a discutere e a mettersi in discussione.  Leoni proponeva e, con acutezza e autorevolezza spiegava la propria posizione.  Metteva a disposizione la sua competenza senza saccenza, rendendola disponibile senza targhe di appartenenza. Orvieto ha perso un pezzetto di storia, competenza, politica vera e un sorriso
MAB-UNESCO/2 Elio Veltri, “il monte Peglia porterà benefici a tutto il territorio”

MAB-UNESCO/2 Elio Veltri, “il monte Peglia porterà benefici a tutto il territorio”

Ambiente, Attualità, Città, Economia, Ficulle, Opinioni, Parrano, San Venanzo, Top0, Turismo
Riceviamo e pubblichiamo una lunga nota di Elio Veltri, per otto anni sindaco di Pavia e ex-parlamentare dell’Ulivo, sulla questione della Riserva MAB-Unesco del Monte Peglia.   Nella crisi della politica, intesa come mezzo per la soluzione dei  problemi e servizio alla collettività, l'iniziativa per il  riconoscimento del Monte Peglia quale patrimonio dell'umanità da parte dell'Unesco, coronata da successo, ha pochi precedenti e ha potuto avere successo grazie al lavoro e alla passione del presidente del comitato promotore avvocato Francesco Paola, dei sindaci e delle amministrazioni comunali che hanno aderito con votazioni unanimi a cominciare da quella di Orvieto, di tante associazioni di cittadini che difendono il territorio e l'ambiente, degli imprenditori che hanno capito l'
Ritardi dei treni per lavori, l’avviso arriva solo il giorno prima. I pendolari vogliono collegamenti certi prima dell’Alta Velocità

Ritardi dei treni per lavori, l’avviso arriva solo il giorno prima. I pendolari vogliono collegamenti certi prima dell’Alta Velocità

Associazionismo, Attualità, Città, Lavoro, Top0
E’ la mattina del 9 aprile, le date sono importanti, e arrivano gli avvisi in stazione su ritardi per lavori dal 10 al 12 aprile.  Non sono di poco conto tra l’altro.  Ecco il dettaglio: i treni Freccia avranno un ritardo di circa 20 minuti tutti gli altri di 40 nei giorni 10 e 11 mentre per il 12 sono previsti ritardi massimo di 10 minuti. Tutto bene? No, la tempestività è totalmente mancata.  Sono lavori programmati da tempo e non improvvisi quindi perché attendere la vigilia per comunicare ritardi che nei primi due giorni sono piuttosto consistenti?  La conferma del malumore arriva anche dal Comitato Pendolari Roma-Firenze.  Per Federica Martellini infatti, “la comunicazione in questo caso è sicuramente tardiva, non lo è sempre sia chiaro, ma non è organica, è frammentaria e non argo
Popups Powered By : XYZScripts.com