Tag: pd

Tutti intorno a TeMa ma qualcuno pensa alla città, al teatro e al personale?

Tutti intorno a TeMa ma qualcuno pensa alla città, al teatro e al personale?

Opinioni, Teatro Mancinelli, Top0
Su TeMa non c’è pace, o meglio non vi è serenità di giudizio anche perché c’è una corsa della politica a smarcarsi in tutta fretta dai veri punti nodali dell’intera questione.  Proviamo a ricapitolare tutto dall’inizio, prima che sabato 23 si consumi un probabilissimo scontro finale tutto politico e in punta di diritto, senza che si consideri minimamente il bene della città e dei dipendenti dell’associazione stessa. Partiamo dal primo vero moloc: il debito.   Non è nato sotto il cavolo o portato dalla cicogna ma sono ben conosciuti i genitori che hanno deciso di riempire di “pagherò” la TeMa.  Risulta veramente bizzarro che, chi ha amministrato nel passato, quasi sempre salvo la parentesi quinquennale di Concina tra l’altro con la famosa anatra zoppa, adesso scarichi tutta la colpa
Martina Mescolini per il PD, “giunta Tardani atto primo, teatro chiuso e cultura in liquidazione”

Martina Mescolini per il PD, “giunta Tardani atto primo, teatro chiuso e cultura in liquidazione”

Opinioni, Politica, Teatro Mancinelli, Top0
Riceviamo e pubblichiamo una lunga nota scritta da Martina Mescolini per contro del PD, sulla questione di TeMa e della richiesta di liquidazione avanzata dall'amministrazione comunale   L’amministrazione di centrodestra ha deciso di liquidare la TeMa, l’Associazione che da anni gestisce il Teatro cittadino e che attualmente risulta concessionaria delle attività e della gestione del Mancinelli in virtù del bando pubblico del 2017. Questo è forse l’unico fatto che mostra disegni di un’esemplare chiarezza rispetto ad una vicenda frammista di approssimazione, rancori, volontà punitive. A giustificare tale decisione, lo stato irreversibile della situazione debitoria, così come sancito dal parere dell’esperto contabile. Come nelle favole, sindaco e giunta si destano dal sonno magico e
Donatella Belcapo, Umbria Civica, “ho scelto Donatella Tesei perché ha preso un impegno preciso con il nostro territorio”

Donatella Belcapo, Umbria Civica, “ho scelto Donatella Tesei perché ha preso un impegno preciso con il nostro territorio”

Elezioni, Regionali 2019, Top0
Donatella Belcapo è stata per anni in consiglio comunale per il PD.  Dopo la chiusura della prima consiliatura Germani l'abbiamo trovata tra le file di Orvieto 19to24 con Franco Raimondo Barbabella come candidato.  Si era rotto un equilibrio, un accordo e la conferma è arrivata, un po' a sorpresa ora con la candidatura nella lista Umbria Civica in appoggio alla candidata del centro-destra Donatella Tesei.  Belcapo è piuttosto dura con il suo ex-partito, "probabilmente cosa è successo dovremmo chiederlo a chi in questi anni ha portato i cittadini a non avere più fiducia del centro sinistra. Chi, come è successo a Orvieto, ha pensato troppo alle proprie necessità e poco a quelli dei cittadini". Quando si parla di sviluppo non si può prescindere dalle infrastrutture viarie. Orvieto ha la d
Lucia Vergaglia, “ripartiamo dal 27 ottobre con un patto civico, ma se dovesse venire meno salta tutto”

Lucia Vergaglia, “ripartiamo dal 27 ottobre con un patto civico, ma se dovesse venire meno salta tutto”

Elezioni, Politica, Regionali 2019, Top0
Lucia Vergaglia è candidata al consiglio regionale per lista del Movimento 5 Stelle con Vicenzo Bianconi presidente.  Vegaglia è stata per cinque anni in consiglio comunale maturando esperienza e battendosi per la difesa dell’ambiente contro la discarica e soprattutto contro gli inceneritori.  Oggi è di fronte ad una nuova sfida, appassionante, quella delle elezioni regionali, dopo l’amara parentesi che ha visto il M5S assente dalla competizione per le comunali.  Ora si riparte dal 27 ottobre e dalla Regione con “un patto civico, una grande novità ma sia chiaro che se dovesse venire meno allora salta tutto” Vista l’esperienza non proprio positiva delle scorse comunali cosa l’ha spinta a ritornare alla carica per le regionali con il M5S? Principalmente è stata la voglia di un riscatto
Pd, Siamo Orvieto e Civica e Riformista rispondono al sindaco su Csco e TeMa, “noi siamo pronti”

Pd, Siamo Orvieto e Civica e Riformista rispondono al sindaco su Csco e TeMa, “noi siamo pronti”

Centro Studi Città di Orvieto, Focus2, Politica, Teatro Mancinelli
Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta di PD, Siamo Orvieto, Civica e Riformista in risposta al comunicato del sindaco su nomine in Csco e Tema.   In data 3 ottobre, i gruppi di minoranza Siamo Orvieto, PD e Lista civica e riformista, in risposta alla richiesta del sindaco, depositavano presso il Comune di Orvieto, facendola protocollare, la nota con cui segnalavano due nominativi per la nomina a consiglieri della Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto. Da quel giorno, nessuna comunicazione è pervenuta da parte del sindaco che, come si evince dal comunicato dalla stessa diramato, farebbe ricadere la responsabilità del ritardo nella nomina dei componenti del CdA del Centro Studi, con tutte le conseguenze negative che ne conseguono, in capo all’opposizione che, a suo d
Roberta Tardani, “TeMa, è doveroso prendere decisioni anche dolorose.  CSCO, noi siamo pronti, la minoranza litiga sul suo rappresentante”

Roberta Tardani, “TeMa, è doveroso prendere decisioni anche dolorose. CSCO, noi siamo pronti, la minoranza litiga sul suo rappresentante”

Centro Studi Città di Orvieto, Politica, Teatro Mancinelli, Top0
Alle prese di posizione e alle notizie di stampa di queste ore inerenti le nomine nei CdA del Centro Studi “Città di Orvieto” e di TeMa, con particolare riferimento alla situazione di quest’ultima, il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani interviene con alcune precisazioni piuttosto dure.  TeMa La sera di mercoledì 9 ottobre  il sindaco ha partecipato al CdA dell’associazione TeMa durante il quale ha preso atto delle dimissioni di tutti i consiglieri. Nella stessa riunione ha chiesto e fatto mettere a verbale che venisse convocata d’urgenza l’assemblea dei soci.   Non avendo ad oggi il CdA provveduto alla convocazione, questa mattina è stata formalizzata una richiesta ufficiale via Pec con la richiesta di convocazione nei termini indicati dallo statuto con all’ordine del giorno: dimiss
Arrivano i nuovi partiti.  Angelo Pettinacci per Italia Viva, “pronti al dialogo nell’alveo del centro-sinistra”

Arrivano i nuovi partiti. Angelo Pettinacci per Italia Viva, “pronti al dialogo nell’alveo del centro-sinistra”

Politica, Top0, Varie
La galassia dei fuoriusciti dal PD inizia a prendere forma anche a Orvieto.  Si tratta di Siamo Europei, la nuova formazione politica di Carlo Calenda, e Italia Viva, il movimento di Matteo Renzi.  I malumori interni al PD erano deflagrati fragorosamente nella scorsa legislatura con un gruppo consiliare diviso su tutto che di fatto ha legato l’ex-sindaco e ha guidato molte delle scelte più importanti.  Ora quei mal di pancia si sono palesati prendendo forma.  L’ultimo nato è Siamo Europei che a Orvieto ha trovato un coordinamento in Massimo Morcella.  L’avvocato spiega in un breve comunicato che “su impulso di Carlo Calenda, insieme alle altre strutture regionali e nazionali, abbiamo iniziato a lavorare per la nascita di un movimento politico riformista e liberal-progressista.  Siamo Europ
Prossimo consiglio il 27 settembre dalle 15.  L’opposizione presenta mozione su delega allo sport a Carlo Moscatelli

Prossimo consiglio il 27 settembre dalle 15. L’opposizione presenta mozione su delega allo sport a Carlo Moscatelli

Focus2, Politica, TopNews
Torna l'attività politica dopo la pausa estiva.  Il 27 settembre è convocato il consiglio comunale alle 15 in prima convocazione e alle 16 in seconda convocazione con il seguente ordine del giorno: Question Time, Comunicazioni INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE 1. Interrogazione presentata dai Gruppi consiliari “Partito Democratico”, “Siamo Orvieto” e “Orvieto Civica e Riformista” in merito all’affidamento della delega allo sport; 2. Interrogazione presentata dal Consigliere Giovannini in merito alla sistemazione di Piazza San Giovenale di Orvieto; 3. Interrogazione presentata dal Consigliere Giovannini in merito alla riqualificazione di Piazza Monte Rosa in Orvieto Scalo area “Il Borgo”; AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI – Relatore Presidente 4. Presa d’atto delle deliberazi
Andrea Sacripanti, “abbiamo due occasioni, avere un orvietano in consiglio regionale e cacciare chi ha governato male per 50 anni”

Andrea Sacripanti, “abbiamo due occasioni, avere un orvietano in consiglio regionale e cacciare chi ha governato male per 50 anni”

Elezioni, Politica, Regionali 2019, Top0
Andrea Sacripanti consigliere comunale a Orvieto per la Lega, è il candidato di territorio del partito di Salvini pronto alla sfida sia all’interno della coalizione di centro-destra ma soprattutto con la coalizione Pd-M5S ormai ad un passo dall’ufficialità. Proprio Sacripanti, che in caos di elezioni rimarrà comunque in consiglio comunale, sottolinea come quella del 27 ottobre sia “un’occasione unica per ritornare ad avere un rappresentante della città in consiglio regionale.  Mi appello quindi al voto utile”.  Il centro-destra avrebbe potuto presentare nell’orvietano un unico candidato e invece ogni partito ha il suo tanto che siamo a quota tre.  Perché non si è riusciti in questa operazione visto che l’attuale legge elettorale penalizza sicuramente un territorio come l’orvietano?
Franco Raimondo Barbabella, “si torna in Umbria se si cambia l’Umbria”

Franco Raimondo Barbabella, “si torna in Umbria se si cambia l’Umbria”

Focus2, Politica, Regionali 2019
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Franco Raimondo Barbabella, responsabile di Nuovi Orizzonti per Orvieto, in risposta all'appello lanciato da Cristina Croce per un'unione tra civici, riformisti e PD   L’appello di Cristina Croce merita attenzione e io mi dichiaro interessato a discuterne. Rapidamente e con chiarezza, dati i tempi stretti. La situazione dell’Umbria e in essa di Orvieto richiede una svolta di strategia, di programma e di classe dirigente. Partiamo dai dati di fatto. 1. L’Umbria è conciata male in conseguenza di una classe dirigente fallimentare; ha condizioni da regione meridionale; di giorno in giorno si rincorrono notizie di disagio e di crisi in tutti i settori. 2. Orvieto e il territorio orvietano sono ai margini di ogni decisione fondamentale,
Popups Powered By : XYZScripts.com