Tag: pd

Il 26 si vota ma a Orvieto ancora è un tutti contro tutti in puro stile “arsenico e vecchi merletti”

Il 26 si vota ma a Orvieto ancora è un tutti contro tutti in puro stile “arsenico e vecchi merletti”

Amministrative 2019, Focus1, Opinioni, Politica
Inizia ad essere veramente complicata la situazione dalle parti del PD e in una certa area del centro-destra.  Si intrecciano trame per tentare di disinnescare la possibile forza dei due candidati forti delle relative aree: Germani e Tardani.  Su Germani piombano di continuo possibili candidature alternative che poi si sciolgono come neve al sole.  L'ultima in ordine di apparizione è quella di Massimo Morcella che, registrando la volontà di Germani ad andare avanti sembra che abbia rinunciato.  Nel centro-destra l'area degli scontenti sembra puntare su due cavalli alternativi: Concina e Fella.  Il primo potrebbe addirittura essere il regista di un consenso trasversale come candidato civico, andando a pescare voti tra parte del PD e parte di FI riuscendo in un matrimonio dalla durata non ga
I candidati iniziano ad affollarsi tra assurde lotte fratricide, accordi, incontri e ancora pochi programmi

I candidati iniziano ad affollarsi tra assurde lotte fratricide, accordi, incontri e ancora pochi programmi

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica, Top0
Mancano poco più di due mesi alle elezioni comunali ma ancora gli schieramenti, i candidati e i programmi sono una chimera o poco più.  Andrea Mazza, candidato civico che voleva tentare di unire il centro-destra alla fine ha rinunciato alla corsa anche per alcune pressioni di cattivo gusto, così come ha spiegato nel comunicato ufficiale.  Il gruppo di riferimento continua a sondare il terreno alla ricerca di un nuovo candidato di livello da contrapporre alla candidata Roberta Tardani che ad oggi può contare sull'appoggio della Lega mentre il resto del centro-destra continua a dilaniarsi in una lotta fratricida che potrebbe anche favorire, alla fine, l'avversario Germani o PD, anche se qui non abbiamo notizie ancora certe.  Insomma il centro-destra potrebbe andare agevolmente al governo di
Germani rompe il silenzio e si candida per il centro-sinistra: “tutti gli assessori pronti a impegnarsi”

Germani rompe il silenzio e si candida per il centro-sinistra: “tutti gli assessori pronti a impegnarsi”

Amministrative 2019, Dentro la Città, Elezioni, Politica, Top0, TopNews, Video
Germani ha rotto gli indugi.  Lo ha fatto con una conferenza stampa dove ha comunicato di essere a disposizione per un secondo mandato con tutto il centro-sinistra, nella sua accezione più ampia. Il sindaco uscente ha spiegato che "dopo il risanamento economico del Comune, che ha comportato sacrifici, oggi abbiamo nuovo risorse da investire per Orvieto".  L'elenco delle cose fatte è stato corposo a partire dalla variante del PRG che verrà approvata nel prossimo consiglio comunale dell'11 marzo, mentre per il bilancio c'è da attendere la fine del mese poi il 15 aprile liberi tutti.  Il sindaco ha poi messo l'accento su due temi importanti, centro storico e turismo.  "Abbiamo valorizzato il centro storico con un nuovo piano della viabilità e dei parcheggi ed oggi stiamo assistendo ai
Elezioni/5: il centro-destra non è unito, è un tutti contro tutti, per ora

Elezioni/5: il centro-destra non è unito, è un tutti contro tutti, per ora

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica
Se nel centro-sinistra si cerca il candidato ideale magari pescando nel mondo imprenditoriale, nel centro-destra la situazione si sta ingarbugliando.  Concina si è ritirato stizzito perché avrebbe dovuto partecipare al casting per scegliere il candidato.  E’ stato fin troppo chiaro, “non mi servono confronti parla il mio CV”.  E allora il lotta si restringe a due?  In realtà non è così semplice, Sardegna docet.  Le elezioni hanno consegnato la Regione al centro-destra che ha accettato, unito, un candidato proveniente da un partito esterno pur di raggiungere l’obiettivo finale cioè tornare a governare.  Le varie anime dei partiti non hanno trovato l’accordo e allora si è andati fuori perimetro.  La Lega ha avuto il suo successo personale partendo da zero anche se raffrontando il risultato d
Elezioni/4: Luca Tomassini ringrazia ma smentisce ogni possibile candidatura a sindaco

Elezioni/4: Luca Tomassini ringrazia ma smentisce ogni possibile candidatura a sindaco

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota a firma di Luca Tomassini, presidente e ad di Vetrya SpA, che smentisce decisamente ogni possibile sua candidatura come sindaco di Orvieto.   Gentile Direttore, con certo imbarazzo, ritengo opportuna questa breve nota per evitare malintesi o peggio. Sono lusingato da alcune proposte che mi vengono avanzate in questo periodo affinché io accetti di presentare la mia candidatura a Sindaco alle prossime elezioni. Ancora più lusingato in quanto a volte queste proposte vengono da persone che stimo professionalmente e alle quali sono legato da antica amicizia. Purtroppo non posso aggiungere anche la mia alla pletora di candidature. Faccio l’imprenditore in una azienda che mi assorbe più delle ventiquattr’ore disponibili quotidianamente. Ho d
Elezioni/3: Il PD alla ricerca del candidato perfetto dalle parti di Vetrya, “ma chi glielo fa fare?”

Elezioni/3: Il PD alla ricerca del candidato perfetto dalle parti di Vetrya, “ma chi glielo fa fare?”

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica
In questi ultimi giorni non mancano novità sul fronte politico.  C’è stato un voto pesante in Sardegna, qualche uscita di scena fragorosa a livello locale, indiscrezioni clamorose e altro.  Allora non si può continuare il viaggio tra partiti, movimenti, candidati senza ritornare sui primi due blocchi, il centro destra e il centro sinistra; una sorta di supplemento di viaggio.  Iniziamo con il centro-sinistra perché novità clamorose sembrano arrivare dal fronte.  In realtà l’unico candidato quasi ufficiale è e rimane Giuseppe Germani ed è acclarato che una parte del suo stesso partito assolutamente non lo voglia.  Il segretario regionale Bocci è venuto a Orvieto per trovare la quadra ma, a parte l’attesa semi-comica fuori dalla sede PD per la sostituzione delle chiavi, è dovuto tornare a
Elezioni: in casa Pd che confusione! Ora c’è anche l’ipotesi lista civica e intanto Orvieto soffre

Elezioni: in casa Pd che confusione! Ora c’è anche l’ipotesi lista civica e intanto Orvieto soffre

Amministrative 2019, Focus1, Top0
C’è aria di campagna elettorale e nel centro-sinistra, o almeno in quel che ne rimane, sembra regnare lo scoramento.  Più che scoramento sembra che ci sia da ogni parte l’assoluta voglia di disprezzare l’avversario che, però, non è l’altro o gli altri schieramenti, ma tutto interno al PD.  Continua infatti la guerra aperta tra il PD di governo, Germani, e il PD politico, Scopetti-Taddei.  In mezzo a soffrire l’elettorato, sicuramente, ma soprattutto la città. Orvieto sta attraversando una fase delicatissima.  I dati sono quasi tutti negativi, il turismo è ripartito ma, anche il dato positivo è in decremento mese su mese del 2018.  L’imposta di soggiorno non ha dato i risultati sperati.  Cambiamo argomento?  L’economia è più che ristagnante. I collegamenti ferroviari non sono cresciu
Toto-alleanze è ancora tutto in alto mare.  Si apre il fronte M5S con lo scontro Riccetti-Vergaglia

Toto-alleanze è ancora tutto in alto mare. Si apre il fronte M5S con lo scontro Riccetti-Vergaglia

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica, Top0
S’iniziano a muovere le pedine per le prossime amministrative.  Nel PD ancora regna la confusione con la contrapposizione tra l’attuale sindaco e il gruppo che fa riferimento alla segreteria.  Il centro-destra aveva in programma una riunione per scegliere il proprio candidato martedì sera ma il vertice è saltato e quindi non abbiamo ancora un nome ufficiale anche se la sfida tutta interna a Forza Italia tra Roberta Tardani e Roberto Meffi è ormai nota a tutti.   Fratelli d’Italia per bocca di Umberto Garbini non la pensano esattamente nello stesso modo e confermano la loro preferenza per Toni Concina, sempre alla finestra in attesa di sapere se sarà protagonista o meno dell’agone politico.  Andrea Mazza, cardiologo, ha ufficializzato la sua discesa in campo con una propria lista civica.  I
Orvieto 19to24 al via tra personaggi importanti, critiche e tanta politica, di parte però

Orvieto 19to24 al via tra personaggi importanti, critiche e tanta politica, di parte però

Città, Politica, Top0
Il grande giorno della presentazione di "Orvieto 19to24" è arrivato.  Location suggestiva quella del Museo Emilio Greco, impianto pronto, Marco Fratini, giornalista, pronto di tutto punto per l'avvio.  Una partenza col botto con il conduttore che inizia spiegando che sono bandite le parole candidatura, candidato e simili.  Un inizio incoraggiante.  Poi ecco gli ospiti, esperti chiamati a parlare della situazione di Orvieto e del suo territorio.  Escono fuori i dati, quelli che abbiamo pubblicato giorni fa sulla situazione demografica della città, che tutti confermano preoccupanti: pochi giovani, tanti anziani e forte indice migratorio, fisso o pendolare.  A rompere il ghiaccio è stato Fernando Pedichini che ha parlato di sostenibilità energetica, di pannelli solari, car sharing e altre cos
Auri delibera la stangata sull’acqua per attività commerciali e zootecniche. Aumenti fino al 40% anche per il 2018

Auri delibera la stangata sull’acqua per attività commerciali e zootecniche. Aumenti fino al 40% anche per il 2018

Agricoltura, Città, Commercio, Economia, Focus1, Politica, TopNews
Il 2019 inizia con una novità veramente poco gradita per gli operatori commerciali orvietani, l’aumento delle bollette.  Auri nella sua ultima riunione del 2018 ha deliberato all’unanimità le nuove tariffe che prevedono costi più alti proprio per le attività commerciali, sono salve le utenze private.  Anche il sindaco Giuseppe Germani ha votato favorevolmente all’aumento che, stando a quanto scritto in un comunicato ufficiale da Auri, è un atto richiesto direttamente dall’Authority per l’energia e per le risorse idriche che ha richiesto un adeguamento delle tariffe.  Ma c’è un ma.  Ognuno poteva scegliere in autonomia rispettando alcuni parametri, magari spalmando gli aumenti su tutte le utenze, ad esempio.  A provocare la reazione degli operatori e della politica anche la retroattività pe
Popups Powered By : XYZScripts.com