Tag: giunta

“La banda dei sette” si prepara a scendere in campo con un suo candidato fuori dagli schemi

“La banda dei sette” si prepara a scendere in campo con un suo candidato fuori dagli schemi

Amministrative 2019, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato a firma "la banda dei sette" su campagna elettorale, futuro della città e candidatura a sindaco.  Il riferimento è ad un gruppo di persone che in questa fase preferiscono non apparire direttamente lasciando spazio a idee e confronto.   La primavera è arrivata, si risveglia la natura e con lei gli animi più pigri. Con questo comunicato vogliamo avvisare tutta la città che nei prossimi giorni presenteremo un movimento politico di gente comune, creativa, progressista e solidale. Abbiamo bisogno di ricostruire il futuro della città con tutte quelle persone libere nel pensiero e attive nella trasformazione della comunità. Siamo ad un punto di svolta: Orvieto, o si rilancia con tutto il suo vasto comprensorio o rimarrà sempre più marginale nei
La Libreria senza libri è uno schiaffo alla città

La Libreria senza libri è uno schiaffo alla città

Cultura, Economia, Focus1, Opinioni, Politica
Questa foto della Libreria dei Sette svuotata dei libri che Claudio Lattanzi ha pubblicato su FB è di una tristezza infinita. Certo aver scelto di rimuovere i volumi dagli scaffali proprio il giorno di Natale, per quanto ciò fosse stato già annunciato, può apparire come uno sgarbo verso i propri clienti e verso la nostra città che , quella libreria,  ha accolto e frequentato per decenni. In effetti a fronte della crisi che questo specifico settore del commercio tradizionale sta attraversando in tutto il mondo si comprendono le difficoltà economiche del libraio orvietano, ma è innegabile che a Orvieto questa vicenda, che ormai si trascina da più di un anno, abbia assunto toni e risvolti a dir poco assurdi. Ero assessore al bilancio quando dovetti relazionare alla giunta circa l’istruttori
Carico/scarico, alcune domande sulla “condivisione” delle nuove regole e la posizione di Poste Italiane

Carico/scarico, alcune domande sulla “condivisione” delle nuove regole e la posizione di Poste Italiane

Attualità, Commercio, Focus2, Lavoro, Politica
Salvo ripensamento il 12 novembre è la nuova linea di confine tra la normalità e la "rivoluzione" per il carico/scarico merci nel centro storico di Orvieto.  La delibera di giunta parla chiaro: via Duomo, Corso Cavour, Via della Costituente, Piazza del Popolo, Piazza del Duomo saranno off-limits salvo rare eccezioni per la pubblica utilità, il soccorso, alimentari freschi, valori e disabili.  Gli altri dovranno andare tutti con carrellini e altri strumenti di trasporto delle merci.  Poste Italiane, uno dei principali gruppi attivo nella consegna di pacchi e corrispondenza, ha preso atto della delibera che, ovviamente, non comprende il cosiddetto servizio postale universale: "non conosciamo altre realtà che abbiano utilizzato questo divieto così assoluto, almeno qui in Umbria" hanno spiegat
Germani pronto a nominare un nuovo assessore ma la crisi continua e a Orvieto non serve un sindaco sulla graticola

Germani pronto a nominare un nuovo assessore ma la crisi continua e a Orvieto non serve un sindaco sulla graticola

Blog, Focus2, Politica, TopNews
La crisi politica in Comune non sembra ancora avere un’uscita certa.  Secondo le indiscrezioni che trapelano il sindaco vuole prima di tutto chiudere sul completamento della giunta con l’ingresso dell’assessore mancante dopo le dimissioni di Massimo Gnagnarini.  Stando al piccolo manuale Cencelli il posto lasciato vacante dovrebbe toccare alla lista “Per Andare Avanti” anche se, nonostante le dichiarazioni pubbliche, il PD vorrebbe occupare quella casella.  Gli alleati non sembrano gradire anche perché il partito guidato da Andrea Scopetti può contare sul sindaco, il vice-sindaco e il presidente del consiglio. Germani potrebbe anche giocare la carta delle deleghe continuando a mantenere il bilancio e ridistribuirne altre al nuovo assessore.  Ma basterà questo per chiudere questa fase di
L’assessore Massimo Gnagnarini rimette le deleghe al sindaco che ora dovrà decidere

L’assessore Massimo Gnagnarini rimette le deleghe al sindaco che ora dovrà decidere

Politica, Top0
Il terremoto politico che ha colpito la giunta guidata da Giuseppe Germani ha avuto un primo clamoroso risultato con l’assessore Massimo Gnagnarini che ha rimesso le sue deleghe nelle mani del primo cittadino dopo le polemiche nate per il post di commento che richiamava alla memoria la “soluzione finale” che lo “zio Adolf” aveva in mente per il popolo rom. Il sindaco si è preso del tempo per approfondire il da farsi sia con la giunta che con la maggioranza.  Proprio nella giornata di giovedì 2 novembre i segretari del PD cittadino hanno chiesto pubblicamente un incontro con Germani per capire le sue intenzioni circa l’assessore.  In un comunicato ufficiale il sindaco spiega che “da parte dell’assessore Massimo Gnagnarini ho ricevuto, nelle mie mani, la restituzione delle deleghe assesso
Gnagnarini, tessere riconsegnate, ma prima i parcheggi riservati c’erano e il Comune pagava

Gnagnarini, tessere riconsegnate, ma prima i parcheggi riservati c’erano e il Comune pagava

Politica, Top0
Come annunciato dal Sindaco lui stesso e gli assessori, non residenti nel centro storico, che ne erano in possesso hanno restituito le Pass finora usate per parcheggiare l’auto gratuitamente durante gli orari di svolgimento del mandato. Questa decisione segue le altre assunte già all’inizio di questa consigliatura per la rinuncia al possesso di un telefono cellulare di servizio, dei rimborsi chilometrici per le missioni e di altri benefit previsti dai regolamenti comunali e dalle leggi dello Stato.  Lo abbiamo fatto nel rispetto di un prevalente sentimento popolare contrario a ogni vero o supposto privilegio riservato a chi amministra la città, sebbene, in questo caso, ad alimentarlo abbia concorso una grottesca speculazione politica ad opera di una parte dei consiglieri comunali di opp
Popups Powered By : XYZScripts.com