Tag: franco raimondo barbabella

UniTre presenta un semestre pieno di iniziative e la novità “Unitre International”

UniTre presenta un semestre pieno di iniziative e la novità “Unitre International”

Città, Cultura, Focus2, OPT
L'UniTre si presenta per il nuovo semestre e, come sempre, è un calendario ricco e interessante.  Ne abbiamo per tutti i gusti con docenti d'eccezione come Donato Catamo, Franco Raimondo Barbabella, Laura Ricci, Gianluca Foresi, Emilio Berrocal, Maddalena Ceino che guideranno i loro gruppi in percorsi di conoscenza di spessore.  Un'altra novità è UniTre International "per tutti gli angolofoni - ha spiegato il presidente Riccardo Cambri - che vivono e si trovano per studio ad Orvieto.  E' un modo per interconnettere la città tutta e un'occasione per rinfrescare il nostro inglese magari arrugginito".  Per questo prima parte dell'anno sono state individuate tre date, e la prima è per la fine di gennaio con una interessante conferenza sulle spie donne nella seconda guerra mondiale. Emil
Torna la filosofia all’UniTre. Franco Raimondo Barbabella presenta “utilità del pensare inutile”

Torna la filosofia all’UniTre. Franco Raimondo Barbabella presenta “utilità del pensare inutile”

Cultura, Focus1, OPT
A partire da lunedì 14 gennaio, e per quattro appuntamenti quindicinali complessivi, l’UNITRE - Università delle Tre Età di Orvieto riavvierà il corso di filosofia curato dal professor Franco Raimondo Barbabella, uno dei maggiori successi didattico-culturali ottenuti dall’associazione negli ultimi anni. Il nuovo progetto si articolerà, questa volta, in quattro incontri intorno al tema “Utilità del pensare inutile”, un titolo che all’apparenza può apparire contraddittorio e comunque strano. Che cosa può voler dire “Utilità del pensare inutile”? Quasi uno scherzo, se non lo si spiega. Ma non è uno scherzo, anzi. È una provocazione e un contrasto. Tutto prende senso dal pensare, più precisamente dalla facoltà umana di pensare, che però in verità è anche fondamento di eticità. Dunque, da un
Enrico Paolini, licenziato da TeMa saluta i collaboratori, racconta la sua storia e si mette a disposizione della città

Enrico Paolini, licenziato da TeMa saluta i collaboratori, racconta la sua storia e si mette a disposizione della città

Attualità, Città, Lavoro, Teatro Mancinelli, Top0
25 anni fa (il 7 dicembre 1993) si riapriva alla città, dopo dieci anni, il Teatro Mancinelli completamente restaurato e ristrutturato.  E’ iniziata così la conferenza stampa di saluto alla città di Enrico Paolini, licenziato da TeMa a fine anno e che da marzo sarà libero da ogni vincolo.  E’ iniziata così dopo un filmato che ha ricordato i passaggi più importanti del teatro orvietano, degli spettacoli, dei concerti, delle produzioni.  Quasi un amarcord e, alla fine, la promessa di essere a disposizione della città. Enrico Paolini, emozionato legge, non va a braccio e riportiamo di seguito tutto lo scritto. “Io avevo 33 anni e lavoravo da 12 anni al Teatro Stabile dell’Umbria a Perugia, quando il Comune di Orvieto mi ha chiamato per predisporre un progetto di riapertura e gestion
Torna “La Notte Nazionale del Liceo Classico” porte aperte l’11 gennaio con dibattiti, musica, apericena e amarcord

Torna “La Notte Nazionale del Liceo Classico” porte aperte l’11 gennaio con dibattiti, musica, apericena e amarcord

Città, Focus1, OPT, Scuola, TopNews
L’11 gennaio torna puntuale “La Notte Nazionale del Liceo Classico” a cui aderisce per il terzo anno consecutivo anche il locale istituto superiore con sede a Palazzo Clementini.  Il Liceo Filippo Antonio Gualterio aprirà le sue porte a tutti, studenti, ex-studenti e cittadini come altri 400 licei italiani in contemporanea.  L’idea è venuta a Rocco Chembra, docente de Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale con l’intenzione di promuovere la scelta del Classico, non datato ma al passo con i tempi.  L’iniziativa è promossa dal Miur, Aicc, Unesco, RaiCultura.  Così a Orvieto il portone di Palazzo Clementini lo potranno varcare tutti senza il timore di essere interrogati o di ricordarsi l’aoristo asigmatico o sigmatico.  No, tranquilli gli ex-studenti, che potranno rientrare e ritrovare angoli nas
I filosofi lanciano un appello, “Quando una libreria chiude, una città si impoverisce”

I filosofi lanciano un appello, “Quando una libreria chiude, una città si impoverisce”

Città, Libri, Opinioni, OPT, Top0
Appello dei filosofi partecipanti ad “Orvieto in Philosophia” 2018   Da sempre i libri trasmettono sapere e le librerie sono i luoghi dove questi trasmettitori culturali transitano per essere presi in mano, toccare la sensibilità delle persone, penetrare nelle loro menti e diventare stimolatori di riflessioni e di azioni. Una libreria, in quanto occasione di incontro è anche il termometro del dinamismo di una comunità. Abbiamo saputo della possibilità che a ridosso del prossimo Natale la Libreria dei Sette di Orvieto, libreria Mondadori, chiuderà. Ne siamo colpiti, per quanto detto in generale ma anche per la collaborazione che in occasione di questo festival di filosofia di Orvieto la Libreria dei Sette ha assicurato con sensibilità e competenza. Non entriamo nel merito dei
Ciao Pier, amico carissimo, persona di valore!

Ciao Pier, amico carissimo, persona di valore!

Focus2, Opinioni, OPT
 di Franco Raimondo Barbabella   Ci ha lasciati Pier Luigi Leoni – frase che non avrei voluto mai scrivere –, per me un grande amico, per tutti, anche per chi non ha avuto la fortuna di frequentarlo, di sicuro una persona speciale. L’amico. Una frequentazione di quelle che segnano una vita: intensa, dialettica, affettuosa. Ci piaceva stare insieme, scambiarci opinioni, chiederci consigli, impostare iniziative, godere di una sana serata tra amici. Abbiamo coltivato l’amicizia come valore umano tra i più alti ed essenziali. Ne è testimonianza tra le tante la nostra rubrica del lunedi ospitata per quasi nove anni su OrvietoSi. Partita per contribuire al superamento dell’anatra zoppa (è una storia interessante che prima o poi andrà scritta) dimostrando che posizioni opposte posso
MAB-UNESCO/3 Lettera aperta ai sindaci e ai gruppi consiliari.  Franco R. Barbabella spiega il perché dei suoi dubbi

MAB-UNESCO/3 Lettera aperta ai sindaci e ai gruppi consiliari. Franco R. Barbabella spiega il perché dei suoi dubbi

Ambiente, Associazionismo, Attualità, Città, Ficulle, Opinioni, Parrano, Politica, San Venanzo, Top0, Turismo, Turismo
Una nuova lettera aperta da parte di Franco Raimondo Barbabella al sindaco di Orvieto e ai gruppi consiliari sempre sulla questione MAB-Unesco e in particolare sulla titolarità del parco e del logo.   Vedo che il Sindaco di Orvieto non ritiene di dover chiarire quanto a mio avviso andrebbe invece ben chiarito non tanto a me quanto alla generalità dei cittadini, o almeno a quella parte di essi che non si accontenta di generalgeneriche espressioni di soddisfazione per un’abile operazione di privatizzazione del Peglia. Una ricchezza questo nostro monte che certo ci piace salvaguardare e valorizzare, ma non cedendone la gestione ad un soggetto privato e soprattutto non in contrapposizione al nostro centro storico a al suo patrimonio storico artistico e naturale da concepire e trattare
MAB-Unesco/1 Barbabella, non sono bastati 34 minuti di trasmissione, “privatizziamo tutto e rinunciamo alle funzioni di governo?”

MAB-Unesco/1 Barbabella, non sono bastati 34 minuti di trasmissione, “privatizziamo tutto e rinunciamo alle funzioni di governo?”

Ambiente, Attualità, Ficulle, Opinioni, Parrano, San Venanzo, Top0, Turismo
Riceviamo e pubblichiamo da parte di Franco Raimondo Barbabella la lettera aperta al Sindaco di Orvieto Giuseppe Germani   Caro Sindaco, mi dispiace costringerti a leggermi nel caldo ferragostano, ma mi sembra una indefettibile necessità dopo aver visionato anche io nello stesso caldo il video che con la sapiente gestione di Antonello Romano è stato costruito e pubblicato su OrvietoSì per rispondere alle perplessità da me esposte sull’operazione Monte Peglia sito MAB Unesco. Sinceramente, 34 minuti di intenso impegno tuo, dell’avvocato Paola e del colonnello Palescandolo mi sono sembrati una cosa un po’ esagerata: davvero troppa grazia, poteva bastare una semplice nota chiarificatrice. Ma forse una precisa risposta scritta non era possibile, meglio una chiacchierata. Comunqu
Franco Raimondo Barbabella, “confermate le mie perplessità sull’operazione Peglia-Unesco”

Franco Raimondo Barbabella, “confermate le mie perplessità sull’operazione Peglia-Unesco”

Ambiente, Ficulle, Parrano, San Venanzo, Top0, Turismo
Riceviamo e volentieri pubblichiamo a firma Franco Raimondo Barbabella una nota sulla nuova Riserva Mab-Unesco del Monte Peglia.  Sono perplessità riguardanti soprattutto la proprietà del marchio e del logo che, ad ora e salvo prova contraria, sembrerebbero nelle disponibilità di un privato.   La pubblicazione (che si può leggere sui giornali on line) del messaggio di saluto del Comandante del CUFA, Generale Antonio Ricciardi, all’Associazione Monte Peglia per Unesco e al Comitato non fa altro che confermare e rafforzare le perplessità che ho manifestato alcuni giorni fa con un apposito intervento.  Nulla da eccepire ovviamente né sulla lettera né sulla sua trasmissione a chi ha promosso l’iniziativa. Interessante invece la sua pubblicazione, perché essa non è diretta ai sindac
Gnagnarini, “caro Barbabella ti rispondo che la politica non è assente, oggi”

Gnagnarini, “caro Barbabella ti rispondo che la politica non è assente, oggi”

Focus2, Opinioni, Politica, Varie
Raccolgo volentieri la sollecitazione di Franco Raimondo Barbabella per una più puntuale definizione della visione che questa amministrazione può offrire sulla attualità e sul futuro della nostra città.  L'analisi non può che partire dall'andamento oggettivo di alcuni indicatori generali che, peraltro, smentiscono una certa rappresentazione mediatica di un quadro economico cittadino depresso ancorché aggravato dalla mancanza di politiche comunali men che attive. In effetti, invece, nell'ultimo triennio il saldo delle attività produttive risulta positivo con un numero di attività aperte superiore a quello delle chiusure mentre i flussi turistici sono aumentati mediamente del 15% e ben oltre considerando le centinaia di appartamenti del centro storico trasformati in case vacanza. E' possi
Popups Powered By : XYZScripts.com