Tag: discarica

I gruppi di opposizione vogliono sfiduciare il sindaco sulla discarica, “ha tradito la città” ma manca una firma per presentare la mozione

I gruppi di opposizione vogliono sfiduciare il sindaco sulla discarica, “ha tradito la città” ma manca una firma per presentare la mozione

Ambiente, Politica, Top0
La questione discarica è ormai divenuta il vero banco di prova per la maggioranza traballante di Giuseppe Germani.  I gruppi di opposizione di centro-destra hanno infatti presentato una mozione di sfiducia a cui manca una sola firma per poterla discutere poi in consiglio.  Manca la firma di Lucia Vergaglia, M5S, che anche durante la nostra trasmissione “piazza del Popolo” ha spiegato la sua contrarietà ad eventuali crisi sia perché proprio ora serve un sindaco nella pienezza delle sue funzioni sia perché non vuole partecipare ai giochi tutti interni al maggior partito di governo, cioè al PD.  Se alle cinque firme di Roberta Tardani, Stefano Olimpieri, Andrea Sacripanti, Roberto Meffi e Gianluca Luciani, non se ne aggiungerà una sesta la mozione non potrà essere discussa e poi votata in con
Il gruppo “Uniti si vince” del PD attacca, “non accettiamo consigli sulla discarica da chi nel passato ha governato senza visione”

Il gruppo “Uniti si vince” del PD attacca, “non accettiamo consigli sulla discarica da chi nel passato ha governato senza visione”

Ambiente, Focus2, Politica, TopNews
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del gruppo "Uniti si vince" interno al PD.  Il gruppo fa riferimento ai consiglieri comunali Mescolini, Talanti e Timperi   Era chiaramente prevedibile l’uscita delle opposizioni del consiglio comunale sulla questione discarica, ma non accettiamo lezioni da chi negli anni ha governato senza capacità e soprattutto senza una visione. Se, infatti, da un lato nel Pd c’è chi dovrebbe finalmente interrogarsi per aver prestato il fianco alle provocazioni, alimentando divisioni e contrapposizioni strumentali e irresponsabili, dall’altro gli argomenti che i consiglieri di minoranza mettono sul tavolo sono intrisi di ipocrisia e falsità e sono un insulto al buon senso e all’intelligenza dei cittadini. Perché chi oggi punta il dito contro il sindaco Ger
Sì al bilancio consuntivo ma l’intervento del capogruppo del PD Andrea Taddei conferma lo strappo

Sì al bilancio consuntivo ma l’intervento del capogruppo del PD Andrea Taddei conferma lo strappo

Politica, Top0, TopNews
Riceviamo e volentieri pubblichiamo integralmente l'intervento di Andrea Taddei, capogruppo del PD in consiglio comunale, nella seduta del giorno 10 maggio riguardante il bilancio consuntivo 2017 del Comune di Orvieto   Il conto consuntivo che oggi (il 10 maggio ndr) siamo chiamati a discutere sancisce l’uscita del comune di Orvieto dallo stato di predissesto, un impegno che ci siamo presi dal primo giorno di questa legislatura e che oggi portiamo a compimento.  Un obbiettivo che rivendichiamo con forza ma che con estrema obiettività ci porta a riflettere sul fatto che oggi servano misure coerenti che permettano alla Città di conseguire i benefici di questa scelta. Il conto consuntivo deve rappresentare anche il bilancio dell’attività politica dell’ultimo anno e gli stessi meriti
Ciro Zeno, “le ambiguità di Germani sulla discarica”

Ciro Zeno, “le ambiguità di Germani sulla discarica”

Ambiente, Focus1
Il sindaco prima non viene in piazza al sit-in contro l'ampliamento della discarica, poi non relaziona alla città su come è andata a Perugia la conferenza dei servizi che trattava l'ampliamento de sito Le Crete, poi apprendiamo mezzo stampa che probabilmente l'ampliamento si farà. Un comportamento che lascia libero arbitrio su come pensarla sul suo dubbio operato che di certo la città rammenterà nel prossimo futuro e che nel frattempo la sta pagando cara in termini di continue discriminazioni da parte della Regione matrigna. Ormai si è capito che in regione di Orvieto non frega proprio nulla a nessuno e con l'aggravante di una amministrazione così debole possono fare di noi ciò che vogliono. Forse sarebbe meglio pensare ad una petizione con raccolta firme per passare con la regione
Lettera aperta ai sindaci dalle associazioni ambientaliste, al sit-in del 21 venite con la fascia tricolore

Lettera aperta ai sindaci dalle associazioni ambientaliste, al sit-in del 21 venite con la fascia tricolore

Allerona, Ambiente, Area Vasta, Attualità, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Città, Fabro, Ficulle, Focus1, Parrano, Porano, San Venanzo
LETTERA APERTA AI SINDACI DEL COMPRENSORIO ORVIETANO Pregiatissimi, la nostra Regione vorrebbe risolvere i problemi di smaltimento dei rifiuti ampliando la discarica sulla collina di fronte al Duomo di Orvieto facendo, ancora una volta, un atto di forza contro la volontà del consiglio comunale di Orvieto che per ben due volte ha dichiarato di essere contrario a qualsiasi ulteriore ampliamento della discarica Le Crete, non ultima la seduta del 26 marzo, data del consiglio comunale, nel quale è stato confermato il voto unanime del già espresso e precedente parere negativo rispetto a qualsiasi tipo di ampliamento del secondo calanco delle Crete e contro quanto disposto dalla Soprintendenza che, nel 2015, negò la realizzazione di “ogni progetto” di ampliamento presso quel sito. In
PCI Umbria, dopo i dati AURI anche il no del sindaco al progetto sulla discarica sembra tardivo

PCI Umbria, dopo i dati AURI anche il no del sindaco al progetto sulla discarica sembra tardivo

Ambiente, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo una nota da parte di Cirzo Zeno, PCI Umbria, sulla questione rifiuti a Orvieto   Attendiamo con ansia la risposta del sindaco sul dato dell'AURI che testimonia palesemente che nella nostra discarica delle Crete arrivano rifiuti anche da fuori regione. Tutto ciò di fatto smentisce nettamente il primo cittadino Germani che in più incontri pubblici ha sostenuto l'opposto. Abbiamo appurato che la schiettezza politica non è il punto forte del nostro sindaco e a dire la verità ancora non ne abbiamo trovato politicamente uno. Gli orvietani non possono ancora aspettate per avere chiarezza e auspicano che al consiglio comunale aperto del 26 Marzo si faccia luce sulla questione rifiuti, che ricordiamo a causa dell'incapacità della Regione nella sua gestione, oramai
Roberta Tardani e Raffele Nevi, “il sindaco Germani e la maggioranza ora si devono dimettere”

Roberta Tardani e Raffele Nevi, “il sindaco Germani e la maggioranza ora si devono dimettere”

Ambiente, Focus2
Il PD orvietano sul tema dei rifiuti sfiducia di fatto il sindaco Germani e la Regione colpevole, secondo il segretario, di non essere stata in grado di garantire attraverso una reale e concreta programmazione, la chiusura del ciclo dei rifiuti riducendo Orvieto a discarica regionale.  I nostri allarmi, lanciati da tempo, con le dichiarazioni di Scopetti, diventano la conferma di progetto regionale disastroso per la nostra città e l’interno territorio che il sindaco di Orvieto, come abbiamo visto in occasione del recente progetto di ampliamento della discarica, non riesce a ostacolare. Germani e la sua maggioranza stanno giocando con il futuro della città e non sono più credibili. Il buon senso richiederebbe quanto prima le loro dimissioni. Sulla stessa lunghezza d’onda Raffaele Nevi
SaveOrvieto scrive a sindaco e consiglieri: come votereste per il nuovo progetto Acea sulla discarica?

SaveOrvieto scrive a sindaco e consiglieri: come votereste per il nuovo progetto Acea sulla discarica?

Ambiente, Politica, Top0
Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta scritta da SaveOrvieto agli amministratori e consiglieri comunali sulla situazione della discarica e prossimo futuro   Caro sindaco e cari consiglieri, sappiamo che vi è arrivata posta. Una di quelle lettere che un po’ dovrebbero fare tremare i polsi a chi amministra e forse sceglie di votare un provvedimento per “indicazioni di partito” mettendo a tacere la coscienza. Magari esprimendo anche un parere in contraddizione con quanto già affermato in precedenza. A questo punto noi, rappresentanti delle associazioni che nel 2016 portarono in piazza un migliaio di cittadini per dire no a qualsiasi ampliamento della discarica, parliamo direttamente alle vostre coscienze. Quelle di cittadini chiamati da altri cittadini a governare una città, fa
In commissione ambiente torna la questione discarica e il fronte del “no” non è più granitico

In commissione ambiente torna la questione discarica e il fronte del “no” non è più granitico

Ambiente, Politica, Top0
Si è tenuta l’8 novembre una riunione della commissione ambiente del Comune di Orvieto di grande importanza.  Si è provato a fare chiarezza in particolare sulle notizie di stampa riguardanti il prossimo futuro della discarica e dell’intero ciclo dei rifiuti ad Orvieto e più in generale in Umbria.  Il sindaco ha sottolineato che non ha mai autorizzato alcun nuovo ampliamento della discarica “LE Crete” e che non ha mai avuto incontri privati con alcun soggetto Acea se non nei luoghi istituzionali deputati alla discussione delle materie ambientali.  Germani ha spiegato che “il nuovo progetto Acea ha tutto il diritto di presentarlo ed è per questo motivo che chiedo al consiglio comunale di tornare ad esprimersi sull’intera questione anche per avere come sindaco maggiore forza nelle sedi prepos
Germani, “prima dell’eventuale progetto Acea serve il nuovo piano dei rifiuti e il sì del consiglio comunale

Germani, “prima dell’eventuale progetto Acea serve il nuovo piano dei rifiuti e il sì del consiglio comunale

Ambiente, Focus2, Politica
A seguito delle notizie di questi giorni inerenti le ipotesi di sviluppi progettuali sulla discarica “le Crete” di Orvieto, il sindaco, Giuseppe Germani ha precisato nel corso di una conferenza stampa i termini della questione. “Dopo la recente sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto l’appello del Comune di Orvieto accertando l’esistenza di un’area boscata e chiudendo, pertanto, in via definitiva, la lunga vicenda del terzo calanco – ha detto il sindaco - a livello regionale l’AURI sta completando l’iter per una nuova proposta di Piano Regionale dei Rifiuti da formalizzare alla Regione dell’Umbria, basato sull’economia circolare.   Piano Regionale dei Rifiuti che, così come deliberato dalla stessa Regione a gennaio 2016, prevede la raccolta differenziata spinta, rispetto alla qua
Popups Powered By : XYZScripts.com