Tag: consiglio di stato

Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso del Comune sulla questione dei parcheggi

Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso del Comune sulla questione dei parcheggi

Città, Focus1, Politica
Con sentenza n. 2044/2018 pubblicata il 3 aprile u.s., il Consiglio di Stato con la sentenza n. 2044 del 3 aprile, ha accolto l’appello presentato dal Comune di Orvieto e per effetto, in riforma della sentenza pronunciata in primo grado dal TAR Umbria ha respinto il ricorso presentato da un’azienda privata riguardante l’appalto per il servizio di gestione e controllo di tutte le attività di funzionamento delle aree di sosta automatizzata ed impianti di risalita meccanizzata ed altri servizi accessori da svolgersi all’interno delle aree dei parcheggi e degli immobili del Comune stesso.  Per il Consiglio di Stato, in particolare, “l’adozione dell’opzione del lotto unico risulta ragionevole perché la commessa riveste carattere unitario, in quanto sia il servizio di gestione e controllo sia
Rafforzamento e trasformazione in Spa, sono questi i due punti cruciali per il 2018 di Banca Popolare di Bari

Rafforzamento e trasformazione in Spa, sono questi i due punti cruciali per il 2018 di Banca Popolare di Bari

Economia, Top0, TopNews
Fine 2017 e inizio 2018 interessanti sul fronte della Banca Popolare di Bari che ha ripreso in mano la questione della trasformazione in SpA, fortemente voluta da Renzi con la riforma delle Popolari e messa in stand-by in attesa della pronuncia della Consulta.  Frizzante il clima anche a Orvieto con l’associazione Praesidium che ha scritto una lunga lettera ai vertici della Fondazione, lettera che non pubblichiamo non per scelta ma perché non ci è stata inviata ufficialmente.  Prendiamo comunque spunto da lì per cercare di presentare un quadro il più possibile chiaro della questione.  Ad oggi la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto è azionista di Cassa di Risparmio di Orvieto SpA con il 26,4% in virtù del quale ha la possibilità, così come recita lo statuto, di porre il veto su operazi
PD Orvieto, dopo rifiuti e patto per la sicurezza ora è la volta dell’Accordo di Programma con la Regione

PD Orvieto, dopo rifiuti e patto per la sicurezza ora è la volta dell’Accordo di Programma con la Regione

Politica
La sentenza del Consiglio di Stato sulla legittima contrarietà all’ampliamento del terzo calanco e l’approvazione all’unanimità, da parte del consiglio comunale di Orvieto, della mozione promossa dal gruppo del Partito democratico sulla sottoscrizione di un Patto per la Sicurezza del territorio orvietano rappresentano un passaggio fondamentale per il futuro di Orvieto e di tutta l’area comprensoriale. Se pur riguardano due temi molto distanti tra loro rappresentano l’ennesima dimostrazione di come Orvieto quando è unita, quando fa prevalere il “Bene Comune” sull’interesse di parte, riesce a vincere e a determinare il proprio destino. La sentenza sul terzo calanco rappresenta la vittoria di una lunga battaglia iniziata molti anni fa e ribadita in questa legislatura dall’approvazione,
Germani, “il no al terzo calanco è una vittoria per tutta la città. Ringrazio tutti i consiglieri per il loro appoggio”

Germani, “il no al terzo calanco è una vittoria per tutta la città. Ringrazio tutti i consiglieri per il loro appoggio”

Ambiente, Focus2, Politica
Il sindaco Giuseppe Germani ha voluto sottolineato la forte valenza per il territorio della sentenza del Consiglio di Stato che ha definitivamente messo la parola fine alla questione del terzo calanco  e ha indicato i prossimi passi relativi all’intero sistema dei rifiuti.  Prima di tutto il sindaco ha voluto sottolineare che i giudici hanno accolto le istanze del Comune indicando l’area destinata al terzo calanco come zona boscata e quindi indisponibile per altre attività industriali. “Devo dare atto che la strada è stata lunga per arrivare alla sentenza – ha spiegato Germani - a partire dal sindaco Concina.  Questa è stata anche una vittoria delle associazioni ambientaliste che grazie anche alla nostra ostinazione è divenuta definitiva”.  Ora deve essere compiuto un passo ulteriore c
Vittoria importante del Comune. Il Consiglio di Stato dice no al terzo calanco

Vittoria importante del Comune. Il Consiglio di Stato dice no al terzo calanco

Ambiente, Top0
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta): Vito Poli, Presidente, Oberdan Forlenza, Consigliere Estensore, ha pronunciato la sentenza che accoglie l’appello del Comune di Orvieto contro Sao Servizi Ambientali Orvieto s.p.a., per la riforma della sentenza del T.a.r. Umbria, del 16 gennaio 2015 concernente la variante parziale al PRG per la modifica di alcune zone urbanistiche per renderle coerenti alla nuova perimetrazione delle aree boscate, tale da imprimere all’area una destinazione a zona agricola “E”, anziché “F”.   Il Consiglio di Stato ha confermato che al Comune spetta un ampio potere discrezionale in materia di pianificazione e che tra l’altro, non va considerato solo l’aspetto urbanistico ma anche quello che riguarda gli altri aspetti meritevoli di tutela, a c
Popups Powered By : XYZScripts.com