Tag: bpb

Stanziati 200 mila euro in un fondo per i soci BPB in difficoltà, domande entro il 14 dicembre

Stanziati 200 mila euro in un fondo per i soci BPB in difficoltà, domande entro il 14 dicembre

Attualità, Economia, OPT, Top0
La Banca Popolare di Bari e l’associazione Praesidium hanno aperto un dialogo che ha portato alla creazione di un fondo di accantonamento per gli azionisti dell’istituto pugliese che detengono tali titoli alla Cassa di Risparmio di Orvieto.  Secondo quanto si legge nel documento ufficiale “il fondo nasce per iniziativa congiunta di BPB e Praesidium”.  Il fondo dispone di uno stanziamento di 200 mila euro che il consiglio di amministrazione può decidere di aumentare.  Naturalmente il fondo è disponibile per quegli azionisti che si trovano in difficoltà economiche acclarate e per questo verrà nominata una commissione ad hoc di valutazione che sarà formata da tre commissari, uno di nomina Praesidium, uno di nomina di BPBari e uno di comune accordo.  Per poter aver accesso al fondo le doman
Gioacchino Messina neo presidente della Fondazione  e Stefano Farabbi della CRO, “radicamento e reputazione”

Gioacchino Messina neo presidente della Fondazione e Stefano Farabbi della CRO, “radicamento e reputazione”

Economia, Top0, TopNews
Giornata importante per la Fondazione CRO che con una conferenza stampa moderata da Marco Fratini, giornalista a La7 e consigliere d’inidirizzo della stessa Fondazione, ha presentato Gioacchino Messina neo-presidente dell’Ente e Stefano Farabbi, presidente di CRO. E’ stata l’occasione per segnare un deciso cambio di rotta per quanto riguarda la Fondazione che comunicherà con precisione e attenzione ogni passo, soprattutto quelli più delicati.  Messina, neo.eletto presidente, ha voluto sottolineare la grande unità all’interno degli organi della Fondazione stessa ed ha ribadito la volontà di continuare ad avere una banca autonoma e radicata sul territorio.  “Da oggi – ha spiegato – la Fondazione tornerà ad occuparsi di erogazioni e di territorio perché abbiamo scelto tre amministrator
Fine aprile di nomine tra Fondazione e CRO.  Cosa succederà dopo?

Fine aprile di nomine tra Fondazione e CRO. Cosa succederà dopo?

Attualità, Città, Economia, Top0
Siamo alla vigilia di importanti cambiamenti ai vertici della Fondazione CRO e della stessa Cassa di Risparmio di Orvieto.  Il 27 aprile, infatti, scade il mandato del presidente della SpA, Marco Ravanelli, e la Fondazione dovrà indicare il nome del sostituto.  Praticamente nelle stesse ore si dovrà procedere anche al cambiamento dei vertici della Fondazione con il presidente Vicenzo Fumi che, dopo due mandati, dovrà passare la mano.  Non trapelano indiscrezioni per quanto riguarda il futuro nome che dovrà guidare le sorti dell’Ente di Palazzo Coelli in un momento piuttosto delicato e di rapporti tesi con la capogruppo della CRO, Popolare di Bari.  I rumors non mancano e vedono in pole il commercialista Gioacchino Messina in corsa con Massimo Caprasecca.  Sono solo indiscrezioni e come
Bilancio 2017 della BPB. Bene indici patrimoniali e raccolta, le rettifiche pesano sull’utile annuo

Bilancio 2017 della BPB. Bene indici patrimoniali e raccolta, le rettifiche pesano sull’utile annuo

Economia, Focus1
Il consiglio di amministrazione di Banca Popolare di Bari ha approvato il progetto di bilancio 2017 caratterizzato dal forte impegno riservato al perseguimento degli obiettivi industriali, consolidando le sinergie di gruppo generate dall’incorporazione, avvenuta a metà del 2016, del polo abruzzese (Banca Tercas e Banca Caripe).  Lo scorso anno le principali linee guida, in attesa di conoscere l’esito delle vicende legate alla legge di riforma delle banche popolari, hanno riguardato l’ulteriore riduzione degli NPL, il rafforzamento della posizione di liquidità, degli indici patrimoniali ed il miglioramento della gestione.  Con riferimento ai principali dati consolidati, l’attivo totale è in crescita del 6,1%, da 13,6 miliardi di euro di fine 2016 a 14,4 miliardi.  La raccolta totale è ri
Crisi del commercio di chi è la colpa? Non serve il capro espiatorio

Crisi del commercio di chi è la colpa? Non serve il capro espiatorio

Blog, Città, Commercio, Economia, Top0
Crisi, questa parola sembra il mantra di questi ultimi mesi.  Tutti parlano di grande crisi cercandone le cause nel costo dei parcheggi o nella banca che ha venduto azioni.  Sembra quasi un disco rotto che gira bloccandosi sempre al solito punto.  Cro ha drenato risorse e i parcheggi costano tanto.  Ma è veramente così?  Certo, non vi è dubbio che se una persona deve andare a spendere soldi preferisce, oggi, trovare sicuramente posto, non pagarlo, entrare e trovare più o meno tutto il necessario o tutto quello che vuole comprare.  Indubbiamente se una persona ha investito i propri risparmi in azioni, non solo della banca anche di qualsiasi altra azienda quotata in Borsa o ha affidato i suoi soldi a qualche gestore poco accorto, si ritrova a dover spendere il capitale corrente senza poter f
Praesidium scrive a Confcommercio e Confesercenti chiedendo di intervenire sulla questione CRO

Praesidium scrive a Confcommercio e Confesercenti chiedendo di intervenire sulla questione CRO

Associazionismo, Commercio, Economia, Focus2, Opinioni
Il testo della lettera inviata da Praesidium ai presidenti locali di Confcommercio e Confesercenti   Sig. Giuseppe Santi, presidente Confcommercio Orvieto. Sig. Sandro Gulino, presidente Confesercenti Orvieto Signor presidente, come associazione Praesidium, associazione di risparmiatori BpB-Cro, vorremmo sottoporle alcune considerazioni sul tema della finanza nel nostro territorio, che crediamo a voi note, seppure dobbiamo constatare che sull’argomento non c’è mai stata una presa di posizione o un intervento dell’associazione da Lei presieduta. La CRO ha effettuato, in conflitto di interesse, in tempi recenti, un massiccio collocamento presso i propri clienti di azioni della BPB che ad oggi vengono poste in vendita svalutate di circa il 37 % e comunque sono totalmente illiqu
BPB, si continua a lavorare per il rafforzamento, il resto sono solo chiacchiere

BPB, si continua a lavorare per il rafforzamento, il resto sono solo chiacchiere

Economia, Focus2
Intorno alla BPB continua l’attenzione in particolare dei media.  In queste ore è stata presentata un’interrogazione da parte del sen. Bottici (M5S) a risposta scritta che chiede di conoscere la situazione del gruppo pugliese.  Insomma continuano le criticità che Marco Fratini, caporedattore economia di La7, durante la trasmissione  Omnibus ha sottolineato come siano “criticità d’immagine” e non altro.  D’altronde i documenti ufficiali non presentano criticità oltre il normale tanto che proprio sulle sofferenze la BPB sta continuando a lavorare.  In questi giorni ha concluso un importante accordo con Cerved che prevede lo sviluppo di una vera e propria partnership industriale per la gestione dei crediti in sofferenza di gruppo. L’amministratore delegato di BPB, Giorgio Papa, ha spiegat
BPB, all’inchiesta della Procura di Bari la banca risponde con durezza, “corretti e trasparenti nelle procedure”

BPB, all’inchiesta della Procura di Bari la banca risponde con durezza, “corretti e trasparenti nelle procedure”

Economia, Top0
Il 30 agosto è stata una giornata particolare per la Banca Popolare di Bari.  E’ stata resa pubblica l’inchiesta della Procura di Bari che, grazie ad una “gola profonda”, ex-dipendente dell’istituto bancario stesso, coinvolge i vertici di BPB. Durissima la reazione della banca che ha affidato la propria difesa all’avvocato Francesco Paolo Sisto.  Secondo l’accusa tra il 2013 e il 2016 la gestione è stata costellata di irregolarità con bilanci in perdita, prestiti anomali fino ad arrivare a maltrattamenti ed estorsione nei confronti di un funzionario dell’istituto divenuto poi il principale testimone d’accusa.  Nell’inchiesta rientra anche l’acquisizione della Tercas, l’istituto bancario di Teramo.  L’indagine è stata affidata alla polizia tributaria del capoluogo pugliese e in questa prima
BPB-CRO, sono giorni caldissimi tra Regione e accordi sindacali che scongiurano gli esuberi

BPB-CRO, sono giorni caldissimi tra Regione e accordi sindacali che scongiurano gli esuberi

Economia, Top0
Sono giorni di grande fermento intorno alla Banca Popolare di Bari e alla Cassa di Risparmio di Orvieto.  Alcuni giorni fa il consiglio regionale ha approvato all’unanimità, seppure con qualche mal di pancia, una mozione presentata dal consigliere socialista Silvano Rometti che impegna la giunta a sostenere i risparmiatori che hanno investito in quote della Popolare di Bari, a intervenire urgentemente nei confronti della commissione bicamerale d’inchiesta sulle banche e per auspicare che la Fondazione non venda le proprie quote di CRO ancora in suo possesso.  Mentre andava in onda l’approvazione continuavano le trattative sindacali sul nuovo piano di BPB che si sono concluse con una soluzione da molti auspicata ma non così scontata.  Proviamo a capire cosa è successo in questa settiman
Fondazione CRO, "predica bene ma razzola male" tante curiosità senza risposta a partire dalle strategie di gestione dell’asset CRO

Fondazione CRO, "predica bene ma razzola male" tante curiosità senza risposta a partire dalle strategie di gestione dell’asset CRO

Economia, Opinioni
In una guerra guerreggiata a colpi di comunicati e appelli all’orvietanità era inevitabile che alla fine arrivasse il punto finale.  Questa volta con il documento di risposta di Bari ad una precisa richiesta della Fondazione si può dire che il “re è nudo”, o meglio che qualcuno “predica bene ma razzola male”.  Il documento non solo ci fa capire che mentre da una parte si va a difendere autonomia e orvietanità della banca, dall’altra ci si prepara al disimpegno totale anche verso terzi.  Qualcuno potrebbe pensare ad una strategia per far venire allo scoperto la controparte.  Ma allora le strategie si devono concordare con più soggetti, magari con la città.  Non è stato così.  ________________________________________________________________________________________________________________
Popups Powered By : XYZScripts.com