Tag: bankitalia

Fine aprile di nomine tra Fondazione e CRO.  Cosa succederà dopo?

Fine aprile di nomine tra Fondazione e CRO. Cosa succederà dopo?

Attualità, Città, Economia, Top0
Siamo alla vigilia di importanti cambiamenti ai vertici della Fondazione CRO e della stessa Cassa di Risparmio di Orvieto.  Il 27 aprile, infatti, scade il mandato del presidente della SpA, Marco Ravanelli, e la Fondazione dovrà indicare il nome del sostituto.  Praticamente nelle stesse ore si dovrà procedere anche al cambiamento dei vertici della Fondazione con il presidente Vicenzo Fumi che, dopo due mandati, dovrà passare la mano.  Non trapelano indiscrezioni per quanto riguarda il futuro nome che dovrà guidare le sorti dell’Ente di Palazzo Coelli in un momento piuttosto delicato e di rapporti tesi con la capogruppo della CRO, Popolare di Bari.  I rumors non mancano e vedono in pole il commercialista Gioacchino Messina in corsa con Massimo Caprasecca.  Sono solo indiscrezioni e come
Rafforzamento e trasformazione in Spa, sono questi i due punti cruciali per il 2018 di Banca Popolare di Bari

Rafforzamento e trasformazione in Spa, sono questi i due punti cruciali per il 2018 di Banca Popolare di Bari

Economia, Top0, TopNews
Fine 2017 e inizio 2018 interessanti sul fronte della Banca Popolare di Bari che ha ripreso in mano la questione della trasformazione in SpA, fortemente voluta da Renzi con la riforma delle Popolari e messa in stand-by in attesa della pronuncia della Consulta.  Frizzante il clima anche a Orvieto con l’associazione Praesidium che ha scritto una lunga lettera ai vertici della Fondazione, lettera che non pubblichiamo non per scelta ma perché non ci è stata inviata ufficialmente.  Prendiamo comunque spunto da lì per cercare di presentare un quadro il più possibile chiaro della questione.  Ad oggi la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto è azionista di Cassa di Risparmio di Orvieto SpA con il 26,4% in virtù del quale ha la possibilità, così come recita lo statuto, di porre il veto su operazi
Cosa sta succedendo veramente a Bari? Non sarà che…

Cosa sta succedendo veramente a Bari? Non sarà che…

Blog, Economia, Top0
Dopo la notizia delle indagini che coinvolgono i vertici di Banca Popolare di Bari ecco che iniziano ad arrivare le indiscrezioni sulle carte. Bisogna leggere tra le righe per avere una possibile chiave di lettura. Il deputato del PD Francesco Boccia lo dice apertis verbis, “non scherziamo con il fuoco perché vedo gli squali all’orizzonte”. Chiaramente Boccia non critica la magistratura tanto che spiega anche come !chi sbaglia deve pagare, ma se poi qualcuno, prendendo come pretesto l’inchiesta giudiziaria, intende fare shopping nel Sud allora la politica sana, che in Puglia esiste, non lo consentirà”. Il deputato sottolinea poi che i risparmiatori non devono farsi prendere dal panico e correre a disinvestire senza avere un quadro d’insieme, “ricordo che quando si aprì la crisi MPS subito
La CRO è sottoposta a direzione e coordinamento di Popolare di Bari nonostante la spiegazione interpretativa di Stefano Moretti

La CRO è sottoposta a direzione e coordinamento di Popolare di Bari nonostante la spiegazione interpretativa di Stefano Moretti

Varie
Ci risiamo, a nome del dr. Stefano Moretti è arrivata la risposta al quesito di Praesidium riguardante l’assetto societario della Cassa di Risparmio di Orvieto.  Purtroppo ad Orvieto24 non è arrivato alcun comunicato e quindi abbiamo dovuto sapere tutto dagli altri quotidiani online di Orvieto.  Peccato perché avremmo potuto rispondere visto che quando Praesidium chiede delucidazioni “secondo alcuni articoli di stampa” il riferimento è alla nostra testata.  Riportiamo qui la domanda: “In base all’attuale legislazione in materia ed il vigente Statuto della Cassa di Risparmio di Orvieto, la stessa può considerarsi sottoposta ad attività di direzione e coordinamento da parte della Banca Popolare di Bari in virtù della sola partecipazione maggioritaria a quest’ultima?”.  Di seguito il profess
Mozione di Silvano Rometti su CRO, in consiglio regionale manca il numero legale, niente voto

Mozione di Silvano Rometti su CRO, in consiglio regionale manca il numero legale, niente voto

Varie
La mozione Rometti sulla Cassa di Risparmio di Orvieto si è discussa in consiglio regionale il 18 luglio.  Risultato: nulla di fatto, per mancanza del numero legale.  Il problema però riguarda l’intera discussione che si è tenuta proprio durante il consiglio.  Regna molta confusione, così tanta che a tratti sembrava che si parlasse di una banca ormai a fine corsa invece che di un gruppo bancario strutturato, solido e con una sofferenza di bilancio ben all’interno dei limiti e fisiologica.  Questo è oggi la Popolare di Bari, con i suoi pregi e i suoi difetti.  ___________________________________________________________________________________________________________________________________ Politicamente invece la discussione ha evidenziato i problemi, questi sì grossi, interni alla maggi
La Fondazione ci risponde, "serve riserbo per le iniziative poste in essere" ma le domande rimangono le stesse

La Fondazione ci risponde, "serve riserbo per le iniziative poste in essere" ma le domande rimangono le stesse

Varie
E' arrivata la brevissima nota al nostro articolo esclusivo relativo alla volontà di cedere in tutto o in parte la quota di CRO detenuta dalla Fondazione anche a terzi.   In relazione al comunicato diramato da alcuni organi di stampa circa la probabile uscita della Fondazione dal capitale CRO, il cda della Fondazione, in totale condivisione col consiglio di indirizzo della Fondazione stessa, precisa che le iniziative avviate dopo essere venuta a conoscenza dell'inizio del processo di fusione deliberato dal cda di CRO sono a difesa degli interessi della Fondazione, del territorio e della CRO; in questo momento è necessario mantenere il più totale riserbo sulle attività avviate, saranno forniti ulteriori chiarimenti quando questo non costituirà pregiudizio alle iniziative poste in esse
Fondazione CRO, "predica bene ma razzola male" tante curiosità senza risposta a partire dalle strategie di gestione dell’asset CRO

Fondazione CRO, "predica bene ma razzola male" tante curiosità senza risposta a partire dalle strategie di gestione dell’asset CRO

Economia, Opinioni
In una guerra guerreggiata a colpi di comunicati e appelli all’orvietanità era inevitabile che alla fine arrivasse il punto finale.  Questa volta con il documento di risposta di Bari ad una precisa richiesta della Fondazione si può dire che il “re è nudo”, o meglio che qualcuno “predica bene ma razzola male”.  Il documento non solo ci fa capire che mentre da una parte si va a difendere autonomia e orvietanità della banca, dall’altra ci si prepara al disimpegno totale anche verso terzi.  Qualcuno potrebbe pensare ad una strategia per far venire allo scoperto la controparte.  Ma allora le strategie si devono concordare con più soggetti, magari con la città.  Non è stato così.  ________________________________________________________________________________________________________________
Popups Powered By : XYZScripts.com