Tag: andrea scopetti

Ecco gli apparentamenti, Germani e Barbabella a un passo.  Indiscrezione sui nomi: Meffi pronto per la TeMa

Ecco gli apparentamenti, Germani e Barbabella a un passo. Indiscrezione sui nomi: Meffi pronto per la TeMa

Opinioni, Top0
Sono ore concitate queste per trovare la quadra di eventuali accordi, o meglio apparentamenti tra liste e candidati alla carica di sindaco.  E nel pomeriggio di sabato 1 giugno pare che l'accordo sia stato raggiunto tra Germani e Barbabella insieme alla lista "Prima gli Orvietani".  Rimane il dubbio perché non è stata comunicata l'ufficialità ma gli indizi sono molteplici.  Lo abbiamo scritto, d'altronde, già in campagna elettorale che la lista nata dalla piccola diaspora di Forza Italia e dal gruppo che fa capo ad Angelo Lombardozzi era chiaramente tutta costruita per apparentarsi, così come il candidato sindaco, con Germani in caso di ballottggio. Ma quali promesse?  Anche qui ci affidiamo ai rumors che si rincorrono in queste ore convulse.  Partiamo dall'altra lista, "Orvieto 19to24"
Giorgio Santelli, “Germani ha sbagliato a denunciarli ma anche i giornalisti che non verificano l’attendibilità delle notizie hanno le loro responsabilità”

Giorgio Santelli, “Germani ha sbagliato a denunciarli ma anche i giornalisti che non verificano l’attendibilità delle notizie hanno le loro responsabilità”

Opinioni, Top0
Riceviamo e pubblichiamo una lettera di Giorgio Santelli, giornalista di RaiNews, relativa alla questione delle denuncia di Germani nei confronti di alcune testate, compresa la nostra, e non di altre.  Ringraziamo comunque il collega per aver espresso la sua posizione a cui replichiamo con una nostra risposta a breve.   Sono uno dei giornalisti che ha scelto di non sottoscrivere la lettera inviata all’ordine dei giornalisti dell’Umbria sul caso della richiesta di mediazione avanzata dal sindaco Giuseppe Germani ad Andrea Scopetti, Rovero Ermini e ad alcuni giornalisti orvietani, nello specifico Claudio Lattanzi, Alessandro Li Donni, Monica Riccio e Vincenzo Carducci oltre ai loro editori. Non ho sottoscritto quella lettera ma, non appena mi è stata comunicata da Francesco Paolo Li
Francesco De Rebotti, sindaco di Narni, è stato nominato commissario del Pd di Orvieto da Valter Verini

Francesco De Rebotti, sindaco di Narni, è stato nominato commissario del Pd di Orvieto da Valter Verini

Politica, Top0
E' Francesco De Rebotti il commissario del PD di Orvieto.  La scelta di Valter Verini, commissario del Pd umbro, è ricaduta sul sindaco di Narni.  Ad azzerare la segreteria orvietana del partito guidato da Zingaretti era stato Giampiero Bocci che poco prima di essere coinvolto nell'inchiesta di Perugia sui concorsi, aveva indicato proprio il primo cittadino di Narni come coordinatore politico-amministrativo per la gestione dell'intera fase elettorale.  Ora Verini ha deciso di azzerare tutte le cariche, nel tentativo di riportare l'unità all'interno del PD letteralmente dilaniato da lotte interne tra l'attuale sindaco e l'ormai ex-segretario Andrea Scopetti.  La guerra dichiarata da tempo tra i due ha visto alzarsi l'asticella dello scontro fino al ricorso alla commissione di garanzia da pa
Bocci, segretario PD Umbria, “non c’è alcun commissariamento del partito a Orvieto e i sondaggi indicano la nostra rimonta”

Bocci, segretario PD Umbria, “non c’è alcun commissariamento del partito a Orvieto e i sondaggi indicano la nostra rimonta”

Amministrative 2019, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato ufficiale del PD di Orvieto sul coordinamento del partito che ha deliberato di candidare a sindaco Giuseppe Germani.  Smentito il commissariamento della segreteria Scopetti ma Bocci ha confermato che si è assunto personalmente l'organizzazione della lista del Pd.   Con il voto dei membri del coordinamento comunale, il Partito Democratico di Orvieto, ha approvato la proposta di candidatura del sindaco Giuseppe Germani alle prossime elezioni amministrative di maggio.  Alla presenza del segretario regionale, Gianpiero Bocci e del vice segretario, Francesco De Rebotti, i rappresentanti del Pd orvietano, hanno sostenuto l’impegno di avviare un percorso condiviso per la composizione di una coalizione che possa unire alle forze del centro sinistra un
Elezioni/10: Sono scaduti i termini per il PD che ancora non ha un candidato e continuano i sondaggi, cui prodest/2

Elezioni/10: Sono scaduti i termini per il PD che ancora non ha un candidato e continuano i sondaggi, cui prodest/2

Amministrative 2019, Focus1, Politica
E' passato mercoledì e anche giovedì ma dalle parti del PD ancora non si sa nulla.  Niente di niente per quanto riguarda il candidato sindaco di Orvieto. Giuseppe Germani da tempo ha messo a disposizione la sua candidatura, così disse in conferenza stampa. Ma proprio intorno al sindaco uscente si è andata a formare una fronda da parte del PD ufficiale.  Il segretario di Orvieto Andrea Scopetti e quello regionale Gianpiero Bocci non hanno mai fatto mistero di preferire una soluzione terza. Da Perugia hanno richiesto ben due sondaggi per capire chi scegliere.  Germani sembra che abbia sbaragliato la concorrenza, ribadiamo il sembra perché stranamente di questi possibili sondaggi non si hanno dati pubblici. Il persistere dell'opposizione interna allora fa nascere qualche dubbio.  Ma
Elezioni/7: c’è aria di resa dei conti in casa PD ma ancora nulla è certo

Elezioni/7: c’è aria di resa dei conti in casa PD ma ancora nulla è certo

Amministrative 2019, Focus1, Politica
In casa PD è ancora tutto fermo, almeno fino alla nuova discesa a Orvieto dei big, pare addirittura direttamente da Roma, per tentare di dirimere la questione della candidatura a sindaco.  Il lungo elenco di possibili candidati si è andato esaurendo fino all'ultima cartuccia chiamata Massimo Morcella.  In pista è certamente Giuseppe Germani che dopo un periodo di crisi risulta essere tornato a salire nel borsino del totosindaco PD.  Ma la gatta da pelare per i dirigenti romani o umbri non è di poco conto.  Scegliere uno dei due contendenti significherebbe spaccare quel che rimane del PD locale.  D'altro canto anche trovare una candidatura unitaria risulta quasi impossibile viste le premesse; allora il sindaco uscente Germani potrebbe far valere proprio la carta del "ritenta che ci riuscira
Elezioni/6: Orvieto come Beautiful, tra incroci e scommesse politiche e ancora niente programmi

Elezioni/6: Orvieto come Beautiful, tra incroci e scommesse politiche e ancora niente programmi

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Politica, Top0
Beautiful Orvieto, questo è il titolo della politica orvietana al tempo della campagna elettorale, ancora non proprio ufficialmente aperta ma con tanti partecipanti, tra palesi e non, pronti in griglia di partenza.  E’ un tutto contro tutti incredibile e intanto Orvieto continua a soffrire.  Partiamo dal centro-sinistra con Scopetti tornato dalle vacanze che però, grazie ai suoi collaboratori, ha continuato nella ricerca di un candidato alternativo a Giuseppe Germani.  D’altronde il segretario del PD come potrebbe sopportare eventuali altri cinque anni di convivenza con un sindaco mai amato?  Non ci sono contratti prematrimoniali che tengano, qui si tratta di interessi completamente divergenti che neanche i migliori studi legali delle soap riuscirebbero a far convergere.  Germani si è m
Elezioni: in casa Pd che confusione! Ora c’è anche l’ipotesi lista civica e intanto Orvieto soffre

Elezioni: in casa Pd che confusione! Ora c’è anche l’ipotesi lista civica e intanto Orvieto soffre

Amministrative 2019, Focus1, Top0
C’è aria di campagna elettorale e nel centro-sinistra, o almeno in quel che ne rimane, sembra regnare lo scoramento.  Più che scoramento sembra che ci sia da ogni parte l’assoluta voglia di disprezzare l’avversario che, però, non è l’altro o gli altri schieramenti, ma tutto interno al PD.  Continua infatti la guerra aperta tra il PD di governo, Germani, e il PD politico, Scopetti-Taddei.  In mezzo a soffrire l’elettorato, sicuramente, ma soprattutto la città. Orvieto sta attraversando una fase delicatissima.  I dati sono quasi tutti negativi, il turismo è ripartito ma, anche il dato positivo è in decremento mese su mese del 2018.  L’imposta di soggiorno non ha dato i risultati sperati.  Cambiamo argomento?  L’economia è più che ristagnante. I collegamenti ferroviari non sono cresciu
Orvieto 19to24 al via tra personaggi importanti, critiche e tanta politica, di parte però

Orvieto 19to24 al via tra personaggi importanti, critiche e tanta politica, di parte però

Città, Politica, Top0
Il grande giorno della presentazione di "Orvieto 19to24" è arrivato.  Location suggestiva quella del Museo Emilio Greco, impianto pronto, Marco Fratini, giornalista, pronto di tutto punto per l'avvio.  Una partenza col botto con il conduttore che inizia spiegando che sono bandite le parole candidatura, candidato e simili.  Un inizio incoraggiante.  Poi ecco gli ospiti, esperti chiamati a parlare della situazione di Orvieto e del suo territorio.  Escono fuori i dati, quelli che abbiamo pubblicato giorni fa sulla situazione demografica della città, che tutti confermano preoccupanti: pochi giovani, tanti anziani e forte indice migratorio, fisso o pendolare.  A rompere il ghiaccio è stato Fernando Pedichini che ha parlato di sostenibilità energetica, di pannelli solari, car sharing e altre cos
Auri delibera la stangata sull’acqua per attività commerciali e zootecniche. Aumenti fino al 40% anche per il 2018

Auri delibera la stangata sull’acqua per attività commerciali e zootecniche. Aumenti fino al 40% anche per il 2018

Agricoltura, Città, Commercio, Economia, Focus1, Politica, TopNews
Il 2019 inizia con una novità veramente poco gradita per gli operatori commerciali orvietani, l’aumento delle bollette.  Auri nella sua ultima riunione del 2018 ha deliberato all’unanimità le nuove tariffe che prevedono costi più alti proprio per le attività commerciali, sono salve le utenze private.  Anche il sindaco Giuseppe Germani ha votato favorevolmente all’aumento che, stando a quanto scritto in un comunicato ufficiale da Auri, è un atto richiesto direttamente dall’Authority per l’energia e per le risorse idriche che ha richiesto un adeguamento delle tariffe.  Ma c’è un ma.  Ognuno poteva scegliere in autonomia rispettando alcuni parametri, magari spalmando gli aumenti su tutte le utenze, ad esempio.  A provocare la reazione degli operatori e della politica anche la retroattività pe
Popups Powered By : XYZScripts.com