Top0

Via libera della Regione agli 8 milioni per il secondo stralcio della complanare fino a Bardano

Via libera della Regione agli 8 milioni per il secondo stralcio della complanare fino a Bardano

Attualità, Città, Economia, Top0
E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’addendum del piano operativo delle infrastrutture che prevede l’assegnazione di 8 milioni di euro per l’intervento di integrazione della viabilità complanare nel Comune di Orvieto.  In parole povere, è stato dato il via libera al completamento della complanare per quanto riguarda la costruzione del collegamento che, partendo della rotatoria in corrispondenza del ponto “Sandro Pertini”, prevede circa 2 km di strada parallela all’AutoSole in direzione di Bardano dove riattraverserà ferrovia e autostrada per ricollegarsi alla S.P.99 sempre con una rotonda.  Per completare definitivamente la complanare manca l’ultimo tratto quello che dovrebbe collegare l’area di Bardano con il casello autostradale di Orvieto.  Questo ultimo tratto prevede l’adegu
“Patto per la Sicurezza”. Il sindaco Germani firma in Prefettura

“Patto per la Sicurezza”. Il sindaco Germani firma in Prefettura

Attualità, Città, Top0
Sottoscritto in Prefettura il “Patto per la Sicurezza” del territorio Orvietano  Il progetto di videosorveglianza “Orvieto Città Sicura”   Mercoledì 20 giugno scorso, in Prefettura, alla presenza, tra gli altri, dei vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, del Commissario Straordinario del Comune di Terni, del Presidente della Provincia di Terni e del Presidente dell’ANCI Umbria, il Prefetto di Terni, Paolo De Biagi e i Sindaci dei Comuni dell’ambito provinciale: Acquasparta, Allerona, Alviano, Amelia, Arrone, Attigliano, Avigliano Umbro, Baschi, Calvi dell’Umbria, Ferentillo, Giove, Guardea, Montecchio, Montefranco, Monteleone d’Orvieto, Narni, Orvieto, Otricoli, Porano, San Gemini, Stroncone, Terni hanno firmato i “Patti per la sicurezza”. In particolare – riferisce una n
Due donne al vertice della “Quadrifoglio”. Cambia il cda della cooperativa

Due donne al vertice della “Quadrifoglio”. Cambia il cda della cooperativa

Sociale, Top0
Saranno due donne – Fabiola Mocetti ed Emanuela Castorri, rispettivamente Presidente e Vicepresidente – a guidare la Cooperativa Sociale “Il Quadrifoglio” per i prossimi tre anni. Lo ha deciso, all’unanimità, il Consiglio di Amministrazione della stessa cooperativa riunitosi il 6 giugno scorso, per definire gli assetti dirigenti della struttura. Si conclude così un percorso di rinnovamento sancito dal voto dell’Assemblea dei soci del 29 maggio 2018, che ha approvato il bilancio, ampliato il CdA (portandolo da 7 a 9 consiglieri) eleggendone contestualmente i nuovi membri (Paola Quattoni e Raffaele Iacarella si sono aggiunti a Gianpaolo Giovannini, Michela Aversa, Elena Borsetti, Maurizio Tomasselli, Andrea Massino, Emanuela Castorri, Fabiola Mocetti). L’indicazione di due donne al vertice r
Oggi l’ultimo saluto a Quinto Polegri “un tifoso in più in cielo”

Oggi l’ultimo saluto a Quinto Polegri “un tifoso in più in cielo”

Cronaca, Top0
Sgomento e profondo cordoglio ha suscitato a Orvieto la morte improvvisa di Quinto Polegri, 76 anni, pensionato ex ferroviere, storico protagonista dello sport orvietano, deceduto nel tardo pomeriggio di venerdì 15 giugno in seguito ad un incidente. L'uomo, secondo una prima ricostruzione dei fatti sui quali indaga la Compagnia Carabinieri di Orvieto, sarebbe rimasto ucciso sotto il peso del mezzo agricolo con il quale stava lavorando in un terreno adiacente alla propria abitazione in località Osarella. Secondo quanto si apprende – le cause della morte e la dinamica dell'incidente sono tuttora al vaglio degli inquirenti – Polegri sarebbe stato travolto a terra dal trattore. A dare l'allarme sarebbe stata la moglie che non vedendolo rientrare ha fatto scattare i soccorsi. A nulla però è val
Tragedia a Osarella. Muore 76enne, incidente con il trattore

Tragedia a Osarella. Muore 76enne, incidente con il trattore

Cronaca, Top0
Ha perso la vita, a quanto si apprende mentre stava lavorando con un trattore la terra adiacente alla propria abitazione di Osarella, un 76enne orvietano, pensionato. La tragedia nel tardo pomeriggio di venerdì 15 giugno scorso. A nulla è servito il pronto intervento dei sanitari del 118 e dei Vigili del Fuoco di Orvieto. A dare l'allarme era stata la moglie non vedendolo rientrare a casa.        
Storia di un ordinario paziente di ortopedia e dell’emergenza sale operatorie

Storia di un ordinario paziente di ortopedia e dell’emergenza sale operatorie

Salute, Top0
Abbiamo deciso di raccontarvi una storia, vera, di un cittadino che ha scelto Orvieto per curarsi.  Potremmo anche dire che quella che stiamo per scrivere è la storia di un ordinario paziente di ortopedia.  Non sveliamo il nome per motivi di privacy e soprattutto perché è interessante la storia che testimonia il grado di operatività che ha avuto il nosocomio orvietano nei giorni passati. E’ sabato pomeriggio e un uomo si frattura la caviglia.  E’ fuori Orvieto e l’ambulanza è pronta a portarlo in un ospedale vicino.  Dopo una rapida consultazione fra parenti si sceglie di pagare un mezzo di soccorso per trasportarlo ad Orvieto. I suoi cari pensano di aver fatto la scelta migliore.  D’altronde il reparto ha una buona fama, il servizio sanitario umbro funziona e eventuali necessità pos
Castel Giorgio e Montegabbione. L’Arma in campo con un servizio a largo raggio

Castel Giorgio e Montegabbione. L’Arma in campo con un servizio a largo raggio

Area Vasta, Castel Giorgio, Cronaca, Top0
La lotta a tutto campo contro i reati predatori, ossia quelli che maggiormente incidono in maniera negativa sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini, è messa in campo dall’Arma non solo nei centri più importanti ma anche, grazie all’azione diuturna delle Stazioni Carabinieri, pilastro fondamentale dell’Organizzazione Territoriale, nei comuni più piccoli dell’intero territorio provinciale. Ed è in supporto alle attività preventive e repressive già quotidianamente proiettate sulle strade dai citati presidi capillari che la Compagnia Carabinieri di Orvieto, guidata dal capitano Giuseppe Viviano, ha nei giorni scorsi rinforzato, con ulteriori pattuglie in divisa ed in borghese, i controlli serali-notturni nei comuni di Castel Giorgio  e Montegabbione. Gli equipaggi dell’Arma
Cristina Croce replica a CPI, all’hotel Paradiso sorgerà la nuova sede della Coop Quadrifoglio, niente Sprar

Cristina Croce replica a CPI, all’hotel Paradiso sorgerà la nuova sede della Coop Quadrifoglio, niente Sprar

Attualità, Città, Politica, Top0
Il clima è veramente surriscaldato intorno alla vicenda dell’Hotel Paradiso dove sorgerà la sede amministrativa della Coop Quadrifoglio. Il vice-sindaco Cristina Croce ha voluto replicare direttamente alla manifestazione di CPI della mattina del 13 a Orvieto Scalo in corrispondenza del vecchio albergo. “Quanto rilanciato sui social attraverso un comunicato dagli stessi autori del gesto è assolutamente falso e deprecabile” afferma Cristina Croce.    “La frase di CasaPound: …..‘a tal proposito specifichiamo che la nostra protesta non è indirizzata ai minori che verranno ad abitare lo stabile, ma a chi trae profitto da questa vera e propria tratta degli schiavi’….., oltre che avere un contenuto non veritiero e fuorviante, è di una gravità sconcertante per i livelli di civiltà e convivenza
Uno Zio Paperone gigante con la scritta “Hotel Paradiso…per la cooperativa”, la protesta di CasaPound contro chi guadagna con l’accoglienza

Uno Zio Paperone gigante con la scritta “Hotel Paradiso…per la cooperativa”, la protesta di CasaPound contro chi guadagna con l’accoglienza

Politica, Top0
Il centro d’accoglienza a Orvieto Scalo ha aperto una polemica infuocata tra le varie forze politiche cittadine.  Il centrodestra non ha digerito proprio i modi e i soldi che verranno spesi per il mantenimento dei dieci minori che verranno ospitati nei locali che verranno adibiti a centro di accoglienza, l’ex-hotel Paradiso allo Scalo.  CasaPound Italia di Orvieto ha scelto una protesta più colorita e d’impatto.  Chi si è trovato a passare per Orvieto Scalo si è trovato una gigantografia di Zio Paperone di fronte lo stabile oggetto del dibattito.  Lo striscione era ancora più chiaro “Hotel Paradiso…per la cooperativa!”.  CPI ricorda in una nota, “con questa azione abbiamo voluto ribadire la nostra contrarietà al business dell’immigrazione, utile a far arricchire le solite associazioni,
Popups Powered By : XYZScripts.com