Salute

Odissea per le punture di vespa, orvietani costretti a recarsi a Perugia. La denuncia dello Spi CGIL

Odissea per le punture di vespa, orvietani costretti a recarsi a Perugia. La denuncia dello Spi CGIL

Ambiente, Animali, Focus1, Salute
La denuncia dello Spi di Terni: costretti a viaggi a Perugia. Chiesto all’Usl 2 di dotare l’ospedale di Orvieto del necessario per affrontare il problema Con l’avvicinarsi della bella stagione arrivano, purtroppo, anche alcune criticità. In particolare per gli anziani che, nell’Orvietano, devono fare i conti con le punture di vespa. Episodi particolarmente spiacevoli che, oltre al dolore, possono inoltre risultare piuttosto pericolosi, soprattutto per chi risulta allergico al veleno che questi insetti iniettano tramite il loro pungiglione. Oltre il danno della puntura, c’è tuttavia la beffa che le persone anziane del territorio di Orvieto devono affrontare in casi del genere. Un’odissea di disagi che non fa che arrecare una situazione già di per sé problematica. “Se si viene punti d
Dura denuncia di CittadinanzAttiva-TDM, l’odissea di un cittadino-malato

Dura denuncia di CittadinanzAttiva-TDM, l’odissea di un cittadino-malato

Associazionismo, Salute, Top0, TopNews
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera-denuncia da parte di CittadinanzAttiva-Tribunale del Malato su un caso che appare piuttosto grave.  Naturalmente OrvietoLife è sempre disponibile ad ospitare l'eventuale replica della ASL   Rendiamo nota la segnalazione di un utente che ha ricevuto in questi giorni la richiesta per il pagamento di esami effettuati in preospedalizzazione, preliminari ad un intervento chirurgico presso la U.O. Di Chirurgia Urologica dell’Ospedale S. Maria della Stella di Orvieto. Racconta il sig. C.G. che a seguito di un forte sanguinamento rilevato nelle urine, si recava nel gennaio 2017  presso il pronto soccorso del nosocomio, ma non avendo riscontrato subito il problema di cui era affetto venina rinviato a casa, nel pomeriggio dello stesso giorn
Pediatria del “Santa Maria della Stella” donate attrezzature medicali dalla famiglia Tiberi

Pediatria del “Santa Maria della Stella” donate attrezzature medicali dalla famiglia Tiberi

Focus1, Salute
L’Unità Operativa di Pediatria dell’Ospedale di Orvieto si è arricchita di nuove attrezzature biomedicali grazie alla generosità della famiglia Tiberi. Proprio in questi giorni, infatti, sono arrivate importanti attrezzature come la bilancia per i neonati ed un sofisticato manichino per simulare le manovre di disostruzione sul lattante durante i corsi di PBLSD. Le nuove attrezzature sono state consegnate alla dottoressa Elena Neri, Responsabile dell’U.O. di Pediatria ed ora sono a disposizione del reparto. La donazione sottolinea ancora una volta la professionalità e l’impegno quotidiano di tutto il personale della Pediatria.                
Il report dal corso “Salute globale tra disuguaglianze e nuove frontiere” del Centro studi Città di Orvieto sulla rivista “La salute umana”

Il report dal corso “Salute globale tra disuguaglianze e nuove frontiere” del Centro studi Città di Orvieto sulla rivista “La salute umana”

Centro Studi Città di Orvieto, Cultura, Focus2, Salute
"La salute umana", rivista trimestrale del Centro sperimentale per la promozione della salute e l'educazione sanitaria dell'Università degli Studi di Perugia, ha dedicato un numero monografico al report prodotto dal Centro di ricerca e formazione sulla salute unica e l'alimentazione (Cersal) sulla base dei contributi scientifici presentati durante il corso "Salute globale tra disuguaglianze e nuove frontiere" che si è tenuto nel giugno 2017 alla Fondazione per il Centro studi "Città di Orvieto". Questo primo documento si profila come uno strumento divulgativo. ma anche di notevole interesse per un ragionamento ampio sulle nuove frontiere che la sanità pubblica sarà inevitabilmente costretta a percorrere. Il report raccoglie, nella sua stesura, il lavoro dei relatori che hanno partecipato
Avis Orvieto, speciale raccolta sangue domenica 18 marzo al “Santa Maria della Stella”

Avis Orvieto, speciale raccolta sangue domenica 18 marzo al “Santa Maria della Stella”

Associazionismo, Attualità, Focus1, Salute, Sociale
Chi non ha possibilità di donare il proprio sangue nei giorni feriali potrà farlo domenica 18 marzo, dalle 8 alle 10, al centro di raccolta sangue del Servizio immunotrasfusionale del "Santa Maria della Stella". È quanto ha comunicato l'Usl Umbria 2 che ha inserito l'ospedale orvietano, insieme a quelli di Foligno e di Spoleto e all'Unità raccolta di Narni, fra i punti attivati in via eccezionale in un festivo. L'iniziativa è promosso da Avis regionale, provinciale e dalle sezioni comunicali dell'organizzazione al fine di rispondere al sempre attuale bisogno di sangue.  
Orvieto contro il cancro, presentato incontro su cure palliative

Orvieto contro il cancro, presentato incontro su cure palliative

Focus2, Salute
È stato presentato venerdì 9 marzo il programma di “Un anno di sperimentazioni del progetto cure palliative a Orvieto”, evento dell’Associazione Orvieto contro il cancro (OCC) che si terrà sabato 10 marzo alle 17 a Palazzo Negroni. Obiettivo dell’incontro informare sul servizio che OCC, che opera sul territorio orvietano da oltre 22 anni a favore dei malati oncologici e delle loro famiglie, ha attivato nel 2017 in convenzione con la Usl Umbria 2 ovvero un servizio di cure palliative domiciliari per pazienti in stato terminale. Nel marzo 2010, infatti, è stata emanata la legge 38 che garantisce l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore a favore dei malati nell’ambito del Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), con lo scopo di assicurare il rispetto della dignità della pe
Biotestamento, ci si può rivolgere all’Ufficio dei Servizi demografici del Comune

Biotestamento, ci si può rivolgere all’Ufficio dei Servizi demografici del Comune

Attualità, Salute, Sociale, Top0
  Per ottenere informazioni e esercitare il diritto al biotestamento, a Orvieto, ci si può rivolgere all'Ufficio dei Servizi demografici del Comune, in via Roma. Come noto, la legge del Governo che tratta questo delicato argomento, infatti, è entrata ormai in vigore il 31 gennaio 2018, riconoscendo ai cittadini il diritto a effettuare le Dichiarazioni anticipate di volontà nei Trattamenti sanitari (Dat). Ognuno, in previsione dell'eventuale futura incapacità di determinarsi, cioè, potrà decidere di rinunciare alle cure in caso di malattia grave o invalidante consegnando le proprie volontà all'ufficiale di stato civile, che provvederà all'annotazione nell'apposito registro. È prevista, inoltre, l'indicazione di un fiduciario, anch'egli persona maggiorenne e capace di intendere e di
A 12 anni dalla morte di Luca Coscioni, i genitori depositano il loro biotestamento a Orvieto

A 12 anni dalla morte di Luca Coscioni, i genitori depositano il loro biotestamento a Orvieto

Salute, Sociale, Top0
A 12 anni dalla morte di Luca Coscioni, i suoi genitori depositeranno il loro testamento biologico a Orvieto Il 20 Febbraio 2006 moriva il leader radicale e Presidente della “sua” associazione. La stessa associazione che oggi chiede ai candidati di tutti i partiti di impegnarsi per la scienza e le libertà. Luca Coscioni, leader radicale a partire dalla battaglia per la legalizzazione della ricerca sulle cellule staminali embrionali e per  l’abrogazione della legge 40, morì il 20 febbraio 2006 a Orvieto. Da fondatore e Presidente dell’Associazione Luca Coscioni, oltre che Presidente di Radicali italiani e capolista della Lista Bonino alle elezioni politiche, ricevette il sostegno di 50 Premi Nobel, ai quali se ne aggiunsero altri 50 negli anni successivi per contrastare il progetto di un
Nuovo piano sanitario regionale, via ai tavoli tematici di confronto

Nuovo piano sanitario regionale, via ai tavoli tematici di confronto

Focus1, Politica, Salute
In Regione si discute del nuovo Piano sanitario regionale 2018-2020 e si aprono i tavoli tematici dove si approfondiranno le diverse tematiche individuate come cogenti per dare nuovo impulso alla sanità pubblica in Umbria.  Dal 5 febbraio, dunque, via ai dodici diversi tavoli a cui parteciperanno circa 250 persone, funzionari regionali, dipendenti Asl e ospedalieri, direttori di struttura complessa, sindacalisti, Anci, forum del terzo settore, associazioni degli utenti, pazienti e familiari, associazioni di volontariato.  Insomma una visiona la più ampia possibile per poi giungere a una sintesi definitiva che verrà presentata dall’assessorato regionale alla sanità e al welfare.  Il punto di partenza per le discussioni tematiche è il nuovo modello di sanità che punta su qualità, equità,
Popups Powered By : XYZScripts.com