Salute

Il sindacato FSI-USAE, dalla USL2 tante promesse ma continuano le criticità in ospedale

Il sindacato FSI-USAE, dalla USL2 tante promesse ma continuano le criticità in ospedale

Attualità, Focus1, Salute
Riceviamo e pubblichiamo una nota ufficiale della FSI-USAE firmata da Emanuele Iannone, dirigente sindacale del P.O. di Orvieto   I dirigenti sindacali della FSI-USAE (Federazioni Sindacati indipendenti) dell’area orvietana ha da tempo denunciano le gravi problematiche presenti nel nosocomio Orvietano. E' dal punto di ascolto del 1° febbraio che chiediamo all'Azienda USL Umbria 2 di pronunciarsi sulle importanti questioni poste dalla nostra organizzazione sindacale come la carenza di personale sia medico (anestesisti e ortopedici ecc) che infermieristico nel blocco operatorio, in terapia intensiva e nel resto del presidio che porta a creare situazioni di tensione tra i vari operatori con aumenti dei carichi di lavoro. Il permanente impiego di personale recuperato da altre U.O. per
Storia di un ordinario paziente di ortopedia e dell’emergenza sale operatorie

Storia di un ordinario paziente di ortopedia e dell’emergenza sale operatorie

Salute, Top0
Abbiamo deciso di raccontarvi una storia, vera, di un cittadino che ha scelto Orvieto per curarsi.  Potremmo anche dire che quella che stiamo per scrivere è la storia di un ordinario paziente di ortopedia.  Non sveliamo il nome per motivi di privacy e soprattutto perché è interessante la storia che testimonia il grado di operatività che ha avuto il nosocomio orvietano nei giorni passati. E’ sabato pomeriggio e un uomo si frattura la caviglia.  E’ fuori Orvieto e l’ambulanza è pronta a portarlo in un ospedale vicino.  Dopo una rapida consultazione fra parenti si sceglie di pagare un mezzo di soccorso per trasportarlo ad Orvieto. I suoi cari pensano di aver fatto la scelta migliore.  D’altronde il reparto ha una buona fama, il servizio sanitario umbro funziona e eventuali necessità pos
L’assessore alla sanità Roberta Cotigni incontra il dg della ASL Fiaschini. Il punto su concorsi, nomine e macchinari per l’ospedale

L’assessore alla sanità Roberta Cotigni incontra il dg della ASL Fiaschini. Il punto su concorsi, nomine e macchinari per l’ospedale

Attualità, Città, Focus1, Politica, Salute
IL nuovo assessore alla sanità del Comune di Orvieto, Roberta Cotigni ha incontrato il 12 giugno il direttore generale della ASL2, Imolo Fiaschini. L’assessore ha rappresentato al direttore le problematiche del nosocomio orvietano a partire dai primariati, dalla carenza di medici fino alle strumentazioni tecnologiche.  Fiaschini ha presentato un cronoprogramma di lavoro sia sul già fatto che sulle prossime mosse.  Il 15 giugno si chiuderà il concorso con la nomina del nuovo primario di ostetricia e ginecologia mentre quello del pronto soccorso e del 118 è stato nominato da un mese. Nel lungo comunicato del Comune di Orvieto la lista presentata da Fiaschini spiega che per quanto riguarda i concorsi medici la situazione è la seguente: “chirurgia: la prova scritta è stata svolta, il 14 giu
Ospedale: sale operatorie chiuse due giorni per mancanza di anestesisti. E’ possibile?

Ospedale: sale operatorie chiuse due giorni per mancanza di anestesisti. E’ possibile?

Città, Salute, Top0
Inizio di settimana piuttosto complicato all’ospedale di Orvieto.  Quello che aveva annunciato più di due settimane fa Ciro Zeno (PCI – Umbria) è divenuto realtà.  Nella giornata di lunedì 11 e martedì 12 le sale operatorie del nosocomio orvietano sono rimaste chiuse, unica eccezione le emergenze.  Il perché di questa situazione è facilmente intuibile, mancano gli anestesisti.  L’emergenza estiva non si concluderà con le due giornate, sempre secondo quando si apprende da fonti interne dell'ospedale.  I piani ferie andranno a ridurre ulteriormente il personale con possibili ripercussioni sulla piena operatività del blocco operatorio. Se la notizia della chiusura è arrivata un po’ come un fulmine a ciel sereno lo stesso non si può dire della situazione generale degli anestesisti.  C’è un
Emergenza Calore estate 2018: linee di indirizzo per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute

Emergenza Calore estate 2018: linee di indirizzo per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute

Ambiente, Info Pubblica Utilità, Salute, Varie
Emergenza Calore 2018: obiettivi, soggetti interessati, consigli utili per evitare danni derivanti da ondate improvvise di calore A seguito della D.G.R. n. 843 del 22 luglio 2013 – “linee di indirizzo per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute – Aggiornamento marzo 2013” è stato elaborato il Piano Calore Regionale all’attuazione del quale concorrono: le Prefetture di Terni e Perugia, i servizi di programmazione sociale, socio-sanitaria e inclusione sociale della Regione Umbra, la Protezione Civile Regionale, le Aziende Usl Umbria 1 e 2, i comuni capofila delle Zone Sociali. Obiettivo del Piano calore, che fissa il periodo di allerta meteo dal 15 maggio al 15 settembre di ogni anno, è la tutela dagli effetti negativi delle ondate di calore sulla salute di
Cesare Magistrato nominato per cinque anni direttore del Pronto Soccorso e del 118 dell’ospedale di Orvieto

Cesare Magistrato nominato per cinque anni direttore del Pronto Soccorso e del 118 dell’ospedale di Orvieto

Focus1, Salute
E’ Cesare Magistrato il nuovo direttore della struttura complessa del Pronto Soccorso e 118 dell’ospedale Santa Maria della Stella di Orvieto.  Magistrato, classe ’61, orvietano, ha firmato l’incarico quiquennale di direttore dal direttore generale della Usl Umbria 2, Imolo Fiaschini.  Cesare Magistrato è da molti anni interno alla USL ed ha una grande esperienza e conoscenza della realtà territoriale ed ospedaliera.  Fino al 2014 era già stato responsabile sempre del Pronto Soccorso e 118 e nel 2012, in occasione dell’alluvione che ha colpito l’area orvietana, ha gestito le operazioni di soccorso e il servizio di emergenza-urgenza.  Con il nuovo incarico il dottor Magistrato sarà subito impegnato nella ristrutturazione dei servizi di emergenza-urgenza del nosocomio orvietano.  Il diret
Carenze dell’ospedale, per Ciro Zeno o è un disegno preciso o è cattiva politica

Carenze dell’ospedale, per Ciro Zeno o è un disegno preciso o è cattiva politica

Attualità, Città, Focus2, Politica, Salute
Arriva un nuovo appello, j’accuse di Ciro Zeno della segreteria regionale del PCI Umbria.  Ancora una volta si parla di mancanza di personale e attrezzature mediche che sono lì ferme e dei tanti altri problemi che soffocano il nosocomio orvietano.  Per Zeno dietro a tutti questi ritardi e alla cronica mancanza di personale potrebbe celarsi un disegno ben preciso di depotenziamento di Orvieto a favore di Terni e Foligno. L’alternativa al disegno, al progetto, è quello di una politica ormai aliena dai reali bisogni dei cittadini. Di seguito il nuovo appello di Ciro Zeno. Ci sorge il dubbio che si voglia affossare l'ospedale di Orvieto! Da chi? Non lo abbiamo ancora capito ma forse le autorità di controllo potrebbero darci delle risposte! 450 persone in lista di attesa anche di 8 mesi per
Importante convegno al Centro Studi curato dal Cersal sul tema “malattie infettive emergenti e riemergenti”

Importante convegno al Centro Studi curato dal Cersal sul tema “malattie infettive emergenti e riemergenti”

Centro Studi Città di Orvieto, Focus2, Salute
Il 3 e 4 maggio nella sede della Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto” a Palazzo Negroni si terrà il corso di formazione “Malattie infettive emergenti e riemergenti – Conoscere per intervenire in un’ottia One Health”.  L’incontro è organizzato dal Cersal, Regione Umbria, Usl2 in collaborazione con la Scuola Umbria di Amministrazione Pubblica. Saranno presenti i maggiori esperti nazionali e il corso fornirà 14 crediti formativi ECM al personale sanitario.   Le malattie infettive emergenti e riemergenti rappresentano un problema in forte crescita negli ultimi decenni a livello mondiale e tra i principali fattori ci sono i cambiamenti climatici e i fenomeni legati alla globalizzazione che hanno portato all’aumento del rischio d’introduzione e di trasmissione autoctona di alcune
800 636363 Numero Umbria Sanità, Barberini: “un numero verde per abbattere le barriere tra il sistema sanitario e i cittadini”

800 636363 Numero Umbria Sanità, Barberini: “un numero verde per abbattere le barriere tra il sistema sanitario e i cittadini”

Attualità, Città, Focus1, Salute, Sociale, Video
E’ un’evoluzione del NUS telefonico attivato nel 2016 per effettuare le prenotazioni di visite specialistiche e esami diagnostici, e fornirà ai cittadini informazioni complete, aggiornate, tempestive e qualificate di orientamento e facilitazione all’accesso ai servizi sanitari offerti dalla Regione Umbria: il NUS telefonico (Numero Umbria Sanità), realizzato da Umbria Salute, per conto della Regione Umbria e di tutte le Aziende Sanitarie del territorio regionale, dopo all’incirca 2 anni di sperimentazione per la prenotazione di prestazioni, diventa anche informativo. Il servizio è stato presentato stamani a Perugia nel corso di una conferenza stampa alla quale ha partecipato l’assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini, insieme all’amministratore unico d
Popups Powered By : XYZScripts.com