Opinioni

Emergenza rifiuti, Claudio Ricci, “siamo alla guerra tra comuni. La Regione attivi un tavolo tecnico”

Emergenza rifiuti, Claudio Ricci, “siamo alla guerra tra comuni. La Regione attivi un tavolo tecnico”

Ambiente, Focus2, Opinioni, Politica
E' ormai "guerra dei Rifiuti" in Umbria.  Così la definisce Claudio Ricci, consigliere regionale e già candidato alla presidenza per il 2020, la lite in atto tra Perugia e i comuni di Città di Castello e Orvieto che hanno nei loro territori le due discariche individuate dall'Auri per rispondere all'emergenza rifiuti del capoluogo.  Le discariche umbre sono tutte in vie di esaurimento ma dalle autorità non arrivano risposte adeguate.  Secondo Ricci, infatti "è mancata una regìa regionale adeguata".  A rimetterci sono quei territori che hanno organizzato il ciclo dei rifiuti anche per quanto riguarda il cosiddetto indifferenziato.  Secondo Claudio Ricci, anch'egli ex-sindaco, "la situazione è semplice: anche se si arrivasse oltre il 70% di raccolta differenziata media, in Umbria, rimarrebber
Gianluca Foresi, “Lo spot Venite a Orvieto è una grande occasione ma verrà colta da tutti?”

Gianluca Foresi, “Lo spot Venite a Orvieto è una grande occasione ma verrà colta da tutti?”

Città, Focus2, Opinioni
Riceviamo e volentieri pubblichiamo un corsivo di Gianluca Foresi sullo spot "Venite a Orvieto!" girato da Giovanni Bufalini per promuovere Orvieto.  Una grande chance per la città ma Foresi teme che non tutti riescano a cogliere l'occasione, in particolare coloro che governano Orvieto.   "Venite a Orvieto!".  È uno spot girato con sapienza ed eleganza: pregevole la fotografia, emozionante la colonna sonora. Le inquadrature con l’alternanza dei campi e dei piani donano al tutto una fluidità e al tempo stesso una potenza, che fanno di questo spot quasi un film in miniatura. Inoltre l’indugiare sui particolari fa inevitabilmente pensare a certe scene dei film di Sergio Leone dove tutto si tingeva di epico, specie nei momenti dei duelli, dove ogni minimo dettaglio era evidenziato dai
Piccole riflessioni su Orvieto dall’orvietano Claudio Bizzarri a San Diego negli USA

Piccole riflessioni su Orvieto dall’orvietano Claudio Bizzarri a San Diego negli USA

Arte, Attualità, Città, Cultura, Focus1, Opinioni, OPT, Turismo, Turismo
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Claudio Bizzarri, archeologo, che ha presentato il PAAO e Orvieto negli USA, a San Diego, con successo e senza costi per la comunità   In questo momento di particolare fortuna per Orvieto (cmq inserita in un revival casalingo di apprezzamento delle città d’arte in Italia ….. ed il primo che mi fa un paragone Orvieto/Civita lo seppellisco nella piramide etrusca), cittadina nella quale, un paio di giorni fa, era un “problema” arrivare da piazza Sant’Andrea a piazza del Duomo se si aveva fretta e non si voleva incontrare gente conosciuta. …. In questo momento di gloria, dicevo, è notevole trovare ossigeno a San Diego, in California, in occasione del meeting annuale del mondo archeologico nord-americano. E Orvieto fa la sua parte, assiem
La Libreria senza libri è uno schiaffo alla città

La Libreria senza libri è uno schiaffo alla città

Cultura, Economia, Focus1, Opinioni, Politica
Questa foto della Libreria dei Sette svuotata dei libri che Claudio Lattanzi ha pubblicato su FB è di una tristezza infinita. Certo aver scelto di rimuovere i volumi dagli scaffali proprio il giorno di Natale, per quanto ciò fosse stato già annunciato, può apparire come uno sgarbo verso i propri clienti e verso la nostra città che , quella libreria,  ha accolto e frequentato per decenni. In effetti a fronte della crisi che questo specifico settore del commercio tradizionale sta attraversando in tutto il mondo si comprendono le difficoltà economiche del libraio orvietano, ma è innegabile che a Orvieto questa vicenda, che ormai si trascina da più di un anno, abbia assunto toni e risvolti a dir poco assurdi. Ero assessore al bilancio quando dovetti relazionare alla giunta circa l’istruttori
Reno, il ricordo di Gianni Marchesini

Reno, il ricordo di Gianni Marchesini

Città, Focus2, Opinioni, OPT, Persone
Era un ragazzino Reno quando si trovò coinvolto, ma proprio per caso, in una strage di lampadine  nei tempi in cui si correva a scavezzacollo con i calzoni corti d’estate e d’inverno per i vicoli bui di Orvieto a colpire con la fionda le fioche lampadine, gocce di luce pendenti dai lampioni appesi al tufo delle case.  Per la verità lui non aveva né fionda né sassi e quindi fu spettatore impaurito e alquanto celato con l’ordine tassativo di avvertire se fosse arrivata la Guardia, il terribile Mammanco, forse colui che  ebbe a dire a dei ragazzini vocianti di sberleffi e di urla verso le due di un pomeriggio assolato: “Voe state facendo certi schiamazzi che io oserei definire notturni”. Partì una denuncia contro ignoti e Reno, tramite gli amici, lo venne a sapere. Accadde allora una cosa
Ciao, Reno Montanucci, un uomo gentile e innamorato di Orvieto

Ciao, Reno Montanucci, un uomo gentile e innamorato di Orvieto

Blog, Focus1, Opinioni, OPT
E' il 19 dicembre pomeriggio.  Sul corso improvvisamente si spengono le luci del Bar Montanucci.  Si sparge la voce.  "Che è successo?"  Montanucci è "momentaneamente chiuso" è scritto sulla porta.  Poi il tam-tam, quasi timoroso, "Reno, Reno non c'è più...".  Eppure la mattina in tanti lo abbiamo salutato come sempre all'ora di colazione.  Il suo immancabile cappello in testa, il suo sorriso, la sua cortesia erano insieme il vero buongiorno orvietano.  Se poi aveva tempo ti fermava anche per discutere, parlare, farti notare qualcosa di nascosto nella sua "meravigliosa" Orvieto. Noi lo ricordiamo per l'intervista che ci ha concesso lo scorso giugno.  E' stata una carrellata di storia quotidiana di Orvieto, fino al ricordo delicato e spiritoso della "mi' mamma Rosina", altra figura t
Il Comune si dimentica del convegno “Musei d’Etruria”. Toni Concina, “è una vergogna”

Il Comune si dimentica del convegno “Musei d’Etruria”. Toni Concina, “è una vergogna”

Città, Cultura, Focus2, Opinioni
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota di Toni Concina relativo al convegno internazionale di studi sull'archeologia etrusca che si è tenuto la scorsa settimana a Orvieto e al quale non ha partecipato alcun rappresentante del Comune. Si è concluso qualche ora fa il XXVI Convegno Internazionale di Studi sulla Storia e l’Archeologia dell’Etruria (organizzato come sempre dalla locale Fondazione per il Museo “Claudio Faina”), quest’anno dedicato al tema “Musei d’Etruria”. Un Convegno attesissimo ogni anno dalla comunità degli etruscologi e degli archeologi italiani e stranieri. Previsti quest’anno, tra gli altri, gli interventi dei rappresentanti dell’Accademia dei Lincei, del Museo del Louvre, dell’Università di Vienna, dei Musei Vaticani, dell’Università Roma 3, dell’Università d
Lucio Riccetti (Italia Nostra-Orvieto), “oltre l’albero e le luci c’è ancora un centro storico?”

Lucio Riccetti (Italia Nostra-Orvieto), “oltre l’albero e le luci c’è ancora un centro storico?”

Attualità, Città, Opinioni, Top0
L’albero di Piazza della Repubblica è al centro delle polemiche quest’anno.  Sono le polemiche natalizie sugli addobbi.  Andiamo con ordine.  Sui costi ancora non vi è totale chiarezza, o meglio dal totale pagato non si evince quello della sola struttura in metallo con luci della piazza.  All’interno di una piazza ci si ritrova con la suddetta struttura che occupa un grande spazio e oscura la visuale di via della Cava, vicina a degli esercizi commerciali e con posteriormente un’altra struttura dedicata ai mercatini di Città Slow. Forse si potevano distribuire meglio le occupazioni di suolo pubblico visto che altre piazze, anche più grandi, sono completamente vuote.  Ma la vera criticità è nell’impatto che ha la struttura metallica sulla piazza.  Non ci si deve far incantare dalle lu
Massimo Gnagnarini, appunti per capire dove va Orvieto

Massimo Gnagnarini, appunti per capire dove va Orvieto

Attualità, Commercio, Economia, Focus1, Opinioni, Politica, Turismo
Una foto alla comunità orvietana può farci capire dove andiamo e cosa dobbiamo fare. Ventimila anime in diminuzione così composte: 3000 in età scolare; 7000 pensionati; 10000 attivi (2000 sono stranieri) la metà dei quali è titolare e collaboratore di impresa famigliare e un'altra metà circa sono dipendenti pubblici e privati (pendolari per lo più). Un migliaio sono i non occupati e altrettanti quelli che vivono di rendita. La maggiore fonte di reddito per gli orvietani è il turismo che da solo apporta circa 60 Mln l'anno al PIL cittadino. Ma non tutte le imprese ne beneficiano poiché solo un terzo di esse è localizzata nel centro storico.  Dunque bisogna intervenire anche su altri settori e potenziare i servizi ad essi correlati: Servizi alla manifattura con la riqualific
I filosofi lanciano un appello, “Quando una libreria chiude, una città si impoverisce”

I filosofi lanciano un appello, “Quando una libreria chiude, una città si impoverisce”

Città, Libri, Opinioni, OPT, Top0
Appello dei filosofi partecipanti ad “Orvieto in Philosophia” 2018   Da sempre i libri trasmettono sapere e le librerie sono i luoghi dove questi trasmettitori culturali transitano per essere presi in mano, toccare la sensibilità delle persone, penetrare nelle loro menti e diventare stimolatori di riflessioni e di azioni. Una libreria, in quanto occasione di incontro è anche il termometro del dinamismo di una comunità. Abbiamo saputo della possibilità che a ridosso del prossimo Natale la Libreria dei Sette di Orvieto, libreria Mondadori, chiuderà. Ne siamo colpiti, per quanto detto in generale ma anche per la collaborazione che in occasione di questo festival di filosofia di Orvieto la Libreria dei Sette ha assicurato con sensibilità e competenza. Non entriamo nel merito dei
Popups Powered By : XYZScripts.com