Opinioni

Il 26 si vota ma a Orvieto ancora è un tutti contro tutti in puro stile “arsenico e vecchi merletti”

Il 26 si vota ma a Orvieto ancora è un tutti contro tutti in puro stile “arsenico e vecchi merletti”

Amministrative 2019, Focus1, Opinioni, Politica
Inizia ad essere veramente complicata la situazione dalle parti del PD e in una certa area del centro-destra.  Si intrecciano trame per tentare di disinnescare la possibile forza dei due candidati forti delle relative aree: Germani e Tardani.  Su Germani piombano di continuo possibili candidature alternative che poi si sciolgono come neve al sole.  L'ultima in ordine di apparizione è quella di Massimo Morcella che, registrando la volontà di Germani ad andare avanti sembra che abbia rinunciato.  Nel centro-destra l'area degli scontenti sembra puntare su due cavalli alternativi: Concina e Fella.  Il primo potrebbe addirittura essere il regista di un consenso trasversale come candidato civico, andando a pescare voti tra parte del PD e parte di FI riuscendo in un matrimonio dalla durata non ga
Mirko Menicacci, Unisin-Ubi Banca,  ora dopo la sentenza della Corte Ue dipendenti, clienti e risparmiatori vengano tutelati

Mirko Menicacci, Unisin-Ubi Banca, ora dopo la sentenza della Corte Ue dipendenti, clienti e risparmiatori vengano tutelati

Attualità, Economia, Focus2, Opinioni
Riceviamo e volentieri pubblichiamo una nota a firma Mirko Menicacci, della segreteria regionale Unisin-Ubi Banca, relativa alle possibili conseguenze della sentenza della Corte di Giustizia europea sul caso Tercas.  BPBari, ad esempio, sta valutando se e come chiedere i danni proprio alla UE per le problematiche nate all'epoca dell'acquisizione di Tercas.   La Sentenza della Corte di giustizia europea sul caso Tercas riapre le ferite profonde che hanno martoriato risparmiatori, territori ampi del centro Italia e lavoratori delle bridge banks. La sentenza ha accolto il ricorso promosso dall’Italia ed ha conseguentemente annullato la decisione della commissione europea che aveva qualificato l’intervento del fondo interbancario per sostenere Banca Marche, Banca Etruria e Carichieti
I candidati iniziano ad affollarsi tra assurde lotte fratricide, accordi, incontri e ancora pochi programmi

I candidati iniziano ad affollarsi tra assurde lotte fratricide, accordi, incontri e ancora pochi programmi

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica, Top0
Mancano poco più di due mesi alle elezioni comunali ma ancora gli schieramenti, i candidati e i programmi sono una chimera o poco più.  Andrea Mazza, candidato civico che voleva tentare di unire il centro-destra alla fine ha rinunciato alla corsa anche per alcune pressioni di cattivo gusto, così come ha spiegato nel comunicato ufficiale.  Il gruppo di riferimento continua a sondare il terreno alla ricerca di un nuovo candidato di livello da contrapporre alla candidata Roberta Tardani che ad oggi può contare sull'appoggio della Lega mentre il resto del centro-destra continua a dilaniarsi in una lotta fratricida che potrebbe anche favorire, alla fine, l'avversario Germani o PD, anche se qui non abbiamo notizie ancora certe.  Insomma il centro-destra potrebbe andare agevolmente al governo di
Olimpieri: “Bella figura Sindaco. I bagni del Pozzo inagibili anche il giorno di San Patrizio”

Olimpieri: “Bella figura Sindaco. I bagni del Pozzo inagibili anche il giorno di San Patrizio”

Attualità, Città, Focus2, Opinioni
Riceviamo e pubblichiamo a firma del consigliere comunale Stefano Olimpieri I servizi igienici lungo Viale San Gallo, quello che porta direttamente al Pozzo di San Patrizio, sono inagibili da almeno quattro settimane. Una situazione incresciosa e inaccettabile, se si pensa che sono stati inaugurati appena pochissimi mesi fa, dopo che i lavori per ristrutturarli sono andati avanti per almeno un anno e mezzo. Non è accettabile che dopo poco tempo dall’apertura i bagni siano tornati inagibili. Una responsabilità tutta in capo all’Amministrazione Germani che il sottoscritto Consigliere ha già più volte denunciato con prese di posizione tramite stampa e con un intervento in Consiglio Comunale nella giornata di lunedì 11 marzo. Purtroppo, nonostante le solite inaffidabili rassicurazioni, i bagn
Olimpieri: “Una città allo sbando”

Olimpieri: “Una città allo sbando”

Attualità, Città, Focus2, Opinioni
Riceviamo e pubblichiamo a firma di Stefano Olimpieri (Consigliere Comunale) Mentre Germani e compagni se le stanno dando di Santa ragione per decidere chi dovrà essere il prossimo candidato Sindaco, la città sta scivolando sempre più verso un degrado senza precedenti. Ormai, oltre a continuare nella “sagra delle promesse”, Germani pensa solo a buttare la mondezza sotto il tappeto per nascondere le falle che quotidianamente emergono. Per essere concreti possiamo ricordare due fatti avvenuti in queste ultime settimane: il primo episodio riguarda la incresciosa vicenda della mancanza di energia elettrica al parcheggio del Foro Boario. Infatti, se può capitare che si bruci un trasformatore e salti l’impianto elettrico, non può e non deve accadere che per ore il sistema di emergenza vada i
Il McDonald’s e la trappola identitaria

Il McDonald’s e la trappola identitaria

Focus2, Opinioni
di Claudio Lattanzi Premesso che mangio al McDonald's non più di una volta ogni anno e mezzo e mal sopporto i fast food appena un millimetro in meno di quanto non odi i centri commerciali, la questione relativa alla possibile apertura di uno di questi locali, segnalata dall'ottimo Vincenzo Carducci su Il Messaggero, sta suscitando un dibattito che ha molto a che vedere con il futuro della città e meno con la semplice opportunità di nutrirsi oppure no con hamburger e patatine fritte. La levata di scudi che si ode in questi giorni contro l'ipotesi del McDonald's riecheggia la stessa motivazione che, già negli anni Novanta, portò il Comune a rifiutare il possibile insediamento di questo tipo di ristoranti attraverso un esplicito divieto, contenuto nel piano comunale del commercio. "Una cit
Elezioni/5: il centro-destra non è unito, è un tutti contro tutti, per ora

Elezioni/5: il centro-destra non è unito, è un tutti contro tutti, per ora

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica
Se nel centro-sinistra si cerca il candidato ideale magari pescando nel mondo imprenditoriale, nel centro-destra la situazione si sta ingarbugliando.  Concina si è ritirato stizzito perché avrebbe dovuto partecipare al casting per scegliere il candidato.  E’ stato fin troppo chiaro, “non mi servono confronti parla il mio CV”.  E allora il lotta si restringe a due?  In realtà non è così semplice, Sardegna docet.  Le elezioni hanno consegnato la Regione al centro-destra che ha accettato, unito, un candidato proveniente da un partito esterno pur di raggiungere l’obiettivo finale cioè tornare a governare.  Le varie anime dei partiti non hanno trovato l’accordo e allora si è andati fuori perimetro.  La Lega ha avuto il suo successo personale partendo da zero anche se raffrontando il risultato d
Elezioni/3: Il PD alla ricerca del candidato perfetto dalle parti di Vetrya, “ma chi glielo fa fare?”

Elezioni/3: Il PD alla ricerca del candidato perfetto dalle parti di Vetrya, “ma chi glielo fa fare?”

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica
In questi ultimi giorni non mancano novità sul fronte politico.  C’è stato un voto pesante in Sardegna, qualche uscita di scena fragorosa a livello locale, indiscrezioni clamorose e altro.  Allora non si può continuare il viaggio tra partiti, movimenti, candidati senza ritornare sui primi due blocchi, il centro destra e il centro sinistra; una sorta di supplemento di viaggio.  Iniziamo con il centro-sinistra perché novità clamorose sembrano arrivare dal fronte.  In realtà l’unico candidato quasi ufficiale è e rimane Giuseppe Germani ed è acclarato che una parte del suo stesso partito assolutamente non lo voglia.  Il segretario regionale Bocci è venuto a Orvieto per trovare la quadra ma, a parte l’attesa semi-comica fuori dalla sede PD per la sostituzione delle chiavi, è dovuto tornare a
Toto-alleanze è ancora tutto in alto mare.  Si apre il fronte M5S con lo scontro Riccetti-Vergaglia

Toto-alleanze è ancora tutto in alto mare. Si apre il fronte M5S con lo scontro Riccetti-Vergaglia

Amministrative 2019, Elezioni, Focus1, Opinioni, Politica, Top0
S’iniziano a muovere le pedine per le prossime amministrative.  Nel PD ancora regna la confusione con la contrapposizione tra l’attuale sindaco e il gruppo che fa riferimento alla segreteria.  Il centro-destra aveva in programma una riunione per scegliere il proprio candidato martedì sera ma il vertice è saltato e quindi non abbiamo ancora un nome ufficiale anche se la sfida tutta interna a Forza Italia tra Roberta Tardani e Roberto Meffi è ormai nota a tutti.   Fratelli d’Italia per bocca di Umberto Garbini non la pensano esattamente nello stesso modo e confermano la loro preferenza per Toni Concina, sempre alla finestra in attesa di sapere se sarà protagonista o meno dell’agone politico.  Andrea Mazza, cardiologo, ha ufficializzato la sua discesa in campo con una propria lista civica.  I
TeMa o Non Tema, questo è il problema, ma non solo

TeMa o Non Tema, questo è il problema, ma non solo

Città, Opinioni, Politica, Top0
Il botta e risposta tra il cda di TeMa e il sindacato USB che ha preso in mano la situazione dei lavoratori da più di un anno ha fatto riemergere la questione complessa della gestione del teatro Mancinelli, del debito pregresso dell'associazione e di tante questioni che intrecciano politica e vita culturale della città.  Del resto anche lo stesso Enrico Paolini nella sua conferenza di "addio" alla TeMa ha sottolineato come nel passato TeMa fosse stata utilizzata un po' come "bancomat" da parte del Comune per le questione legate alla cultura.  Ma è stato così?  Il debito di oltre un milione è stato generato proprio tra la fine del '98 e gli inizi degli anni 2000 con le mega produzioni targate TeMa, le controversie con alcuni fornitori e con la sempre più stringete politica finanziaria delle
Popups Powered By : XYZScripts.com