Economia

Annunciata chiusura Libreria dei Sette, ancora aperto il dialogo con il Comune

Annunciata chiusura Libreria dei Sette, ancora aperto il dialogo con il Comune

Cultura, Economia, Politica, Top0
Un dialogo aperto, senza conflitto. È questo il livello di “trattativa” fra Riccardo Campino, proprietario della Libreria dei Sette, e l'amministrazione comunale orvietana in merito all'annunciata chiusura del negozio ai piedi della Torre del Moro. Questo quanto comunicato alla città dallo stesso Campino, affiancato dall'assessore alla cultura Cannistrà, nel corso dell'evento pubblico che si è tenuto stamattina, sabato 21 ottobre, nella corte di Palazzo dei Sette. Tantissimi i cittadini intervenuti all'incontro che si sono stretti a Campino e ai suoi dipendenti perché il punto vendita non ceda alle difficoltà della crisi che ha investito anche tanti negozi del centro storico orvietano. Concertata la piena disponibilità dell'amministrazione comunale al salvataggio della libreria, la ques
Libreria dei Sette il grido di allarme, “pronti a chiudere”.  Perché in centro le attività non funzionano?

Libreria dei Sette il grido di allarme, “pronti a chiudere”. Perché in centro le attività non funzionano?

Blog, Commercio, Cultura, Economia, Lavoro, Libri, Top0
La notizia della possibile chiusura della Libreria dei Sette è arrivata quasi come un fulmine a ciel sereno.  L’ha anticipata il quotidiano La Nazione nell’edizione del 19 ottobre ma la notizia circolava da tempo lungo il corso.  Il tam tam delle prossime chiusure, delle cessioni e dei cambi si rincorrono in maniera vorticosa da alcuni mesi nel centro storico.  Colpisce molto la questione della Libreria dei Sette per un motivo in particolare, quando chiude una libreria è il segnale che un pezzo di comunità sta soffrendo.  La questione del canone di locazione, bisogna chiarirlo subito, non può essere presentata come causa principale.  All’epoca dell’affidamento in concessione all’attuale proprietà degli spazi del Palazzo dei Sette ci furono levate di scudi soprattutto per il costo annuo
Orvieto ha il più basso tasso di disoccupazione, dopo Assisi, in Umbria e inferiore alla media nazionale

Orvieto ha il più basso tasso di disoccupazione, dopo Assisi, in Umbria e inferiore alla media nazionale

Attualità, Economia, Focus2, Lavoro
di Massimo Gnagnarini – Assessore al Bilancio del Comune di Orvieto. La stagione delle notizie bufala a Orvieto sta assumendo connotati inusuali e per certi aspetti grotteschi. Si va da quelle del trasferimento di colonie di immigrati presso Palazzo Monaldeschi al record di disoccupazione nella nostra città. In realtà Orvieto è tra le città dell'Umbria con il più basso tasso di disoccupazione . Siamo la seconda città, dopo Assisi, ad avere il più basso tasso di disoccupazione, più basso della media regionale e nazionale. Ecco una panoramica dei dati : Occupati e disoccupati nei sistemi locali del lavoro dell’Umbria Se si ritiene opportuno analizzare i valori che assumono le più importanti variabili economiche a livello locale, risultato molto utile prendere in considerazion
Orvieto per Tutti striglia l’amministrazione comunale, “la crisi del commercio non è colpa dei titolari”

Orvieto per Tutti striglia l’amministrazione comunale, “la crisi del commercio non è colpa dei titolari”

Economia, Focus2, Politica, Turismo
In questi ultimi giorni, nei vari colloqui avuti con vari componenti dell'amministrazione, sul tema della difficile situazione economica del centro storico, molti di noi hanno notato che le problematiche delle singole attività sia commerciali che ricettive, che in alcuni casi hanno portato e porteranno a breve alla chiusura e/o alla cessione, vengono imputate esclusivamente alla cattiva gestione dei titolari stessi.  Come se fosse solo colpa del titolare (o dei titolari), della condotta, del mancato adeguamento al mercato e/o mancata innovazione tecnologica, della mancata collaborazione con i colleghi, del mancato sorriso, che taluna attività si trovi in difficoltà. Fare impresa è sicuramente il mestiere tra i più difficili del mondo anzi, per il fatto che se sbagli difficilmente recupe
BPB e CariOrvieto collocano obbligazioni per 600 milioni, un nuovo passo per il rafforzamento patrimoniale

BPB e CariOrvieto collocano obbligazioni per 600 milioni, un nuovo passo per il rafforzamento patrimoniale

Economia, Focus2
Nella giornata del 2 ottobre è stata conclusa la collocazione di un’obbligazione garantita senior per quasi 600 milioni di euro nell’ambito dell’operazione di cartolarizzazione di mutui residenziali da parte di Banca Popolare di Bari.  L’operazione di transazione ha coinvolto anche la controllata Cassa di Risparmio di Orvieto.  Secondo il gruppo bancario pugliese con questa nuova operazione “si è rafforzata la posizione di liquidità di gruppo”. Nel particolare gli investitori istituzionali sono per la gran parte europei con un 26% provenienti dall’Italia, il 24% dal Regno Unito, 19% dalla Francia, l’11% dalla Germania, 10% dal Benelux e 8% dalla Spagna mentre il restante 2% deriva da altri Paesi UE. In una nota ufficiale del gruppo si sottolinea che “questa operazione rappresenta per il gr
Orvieto per Tutti presenta i dati su arrivi e presenze di turisti, sei mesi in negativo per la città

Orvieto per Tutti presenta i dati su arrivi e presenze di turisti, sei mesi in negativo per la città

Commercio, Economia, Top0, Turismo
E’ una guerra di cifre per quanto riguarda il turismo. Sono settimane che si rimbalzano numeri per quanto riguarda gli arrivi e le presenze.  Ovviamente l’unico dato vero e certificato è quello della Regione Umbria che fotografa una situazione fortemente negativa per la città.  L’alibi sisma potrà valere sicuramente per i primi mesi del 2017 ma non per i mesi successivi a febbraio.  Il 2017 ha dalla sua dei ponti che hanno favorito la movimentazione turistica ea luglio un evento di grande richiamo come Orvieto4Ever lo scorso 4 luglio.  Nonostante tutto i dati sono lì impietosi a registrare un calo su un 2016 considerato molto positivo fino ad agosto, cioè fino al disastroso e tragico terremoto di Amatrice, per intenderci.  L’associazione Orvieto per Tutti ha messo insieme i dati degli
Federalberghi, i dati orvietani sono fortemente negativi. Giuseppe Santi chiede un confronto con il sindaco

Federalberghi, i dati orvietani sono fortemente negativi. Giuseppe Santi chiede un confronto con il sindaco

Attualità, Commercio, Economia, Focus2, Turismo
“I tempi e le logiche del settore dicono che questo è il momento giusto per fare il punto e disegnare la nuova stagione del turismo a Orvieto. Dobbiamo però fare presto, se vogliamo tentare di invertire questo trend negativo che stiamo vivendo e immaginare un 2018 meno pesante, per le nostre imprese e il nostro territorio”.  Giuseppe Santi, delegato Federalberghi Umbria Confcommercio sul territorio orvietano, si rivolge così all’amministrazione comunale di Orvieto, sollecitandola a definire al più presto, in collaborazione con gli imprenditori del settore, gli elementi dell’offerta turistica di Orvieto, da presentare ai prossimi appuntamenti fieristici nazionali ed internazionali e alle Borse del turismo. Chiedendo inoltre un incontro al sindaco e all’assessore di riferimento per aprire su
Semestrale molto positiva per Vetrya, ricavi in crescita del 24%

Semestrale molto positiva per Vetrya, ricavi in crescita del 24%

Economia, Focus2
Conti semestrali positivi per il gruppo Vetrya, quotato su AIM Italia.  Il cda ha approvato la relazione semestrale consolidata al 30 giugno sottoposta a revisione contabile da PricewaterhouseCoopers.  I principali dati vedono i ricavi netti pari a 28,16 milioni di euro con un incremento del 24% su base annua.  Questo risultato è riconducibile alla crescita delle attività di sviluppo e integrazione di piattaforme per la gestione di servizi a valore aggiunto in ambito tlc, broadband, media e tv, di servizi di digital advertising, progetti e soluzioni applicative. Positivi anche Ebitda ed Ebit pari rispettivamente a 1,82 e a 0,66 milioni con incrementi su base annua del 50 e del 23%.  L’utile netto consolidato di periodo è si 320 mila euro con una crescita del 59% sullo stesso periodo del
BPB, si continua a lavorare per il rafforzamento, il resto sono solo chiacchiere

BPB, si continua a lavorare per il rafforzamento, il resto sono solo chiacchiere

Economia, Focus2
Intorno alla BPB continua l’attenzione in particolare dei media.  In queste ore è stata presentata un’interrogazione da parte del sen. Bottici (M5S) a risposta scritta che chiede di conoscere la situazione del gruppo pugliese.  Insomma continuano le criticità che Marco Fratini, caporedattore economia di La7, durante la trasmissione  Omnibus ha sottolineato come siano “criticità d’immagine” e non altro.  D’altronde i documenti ufficiali non presentano criticità oltre il normale tanto che proprio sulle sofferenze la BPB sta continuando a lavorare.  In questi giorni ha concluso un importante accordo con Cerved che prevede lo sviluppo di una vera e propria partnership industriale per la gestione dei crediti in sofferenza di gruppo. L’amministratore delegato di BPB, Giorgio Papa, ha spiegat
Marco Fratini, caporedattore economia a La7 e orvietano, eletto all’unanimità nel consiglio di indirizzo della Fondazione CRO

Marco Fratini, caporedattore economia a La7 e orvietano, eletto all’unanimità nel consiglio di indirizzo della Fondazione CRO

Economia, Top0
Marco Fratini è stato eletto all’unanimità nuovo membro del consiglio di indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto.  Fratini è attualmente caporedattore della redazione economia ed esteri del canale tv La7.  Negli anni si è sempre più specializzato proprio in temi economici passando dall’Agi al TG3 fino venti quattrore.tv fino ad approdare proprio al canale televisivo dell’editore Urbano Cairo.  Marco Fratini non è solo giornalista , è anche scrittore di successo come per uno dei libri più interessanti del  2008 “Vaffabanca!” edito dalla Rizzoli.  Fratini entra nel consiglio di indirizzi della Fondazione CRO indicato dal Comune di Orvieto, una scelta di alto profilo e, soprattutto, orvietano doc che nonostante il suo lavoro lo abbia portato fuori non ha mai interrotto il