Economia

BPBari e SRI Group smentiscono lo stop alla trattativa per la vendita di CariOrvieto

BPBari e SRI Group smentiscono lo stop alla trattativa per la vendita di CariOrvieto

Economia, Focus2
Intorno alla Banca Popolare di Bari si moltiplicano le voci in vista della fine dell'anno e della svolta che in primis gli azionisti stanno aspettando.  In estate si è compiuto il passaggio di consegne tra il nuovo corso guidato dall'ad Vincenzo De Bustis e Marco Jacobini che ha guidato la banca pugliese per decenni. Uno snodo fondamentale per il rilancio e il risanamento del gruppo bancario pugliese riguarda la vendita del 73% di CRO. In estate SRI Group, il fondo guidato da Giulio Gallazzi che ha presentato l'offerta per l'acquisto della quota di controllo della CRO, sta trattando con l'istituto pugliese.  La trattativa è sicuramente complessa per la cifra in gioco e per le grandi attese da parte dei risparmiatori e dei clienti della banca orvietana.  Intanto secondo il quotidiano Bor
In arrivo finanziamenti per start up innovative e creazione d’impresa

In arrivo finanziamenti per start up innovative e creazione d’impresa

Attualità, Economia, Lavoro
Stanziati due milioni di euro per le start up e la ricerca Scade il 28 novembre il bando che stanzia due milioni di euro per l’Umbria, di cui 1 milione per l’area complessa Terni-Narni. Una parte dei restanti finanziamenti serviranno a far nascere o a consolidare le Start Up innovative, mentre 150.000 euro verranno destinati alle imprese che si occupano di informazione locale. Le richieste però potranno essere inoltrate solo tramite il sito Internet della Regione Umbria, non oltre le ore 12. Un’operazione che, come fa notare Paparelli, Presidente della Regione, porta a oltre 10 milioni la cifra totale destinata alle Start Up innovative. Un impegno che ha consentito di finanziare più di 100 progetti, grazie anche ad una partecipazione regionale di 8,5 milioni. Ciò ha consentito a Unionca
Vetrya. Nasce VatiVision per streaming on demand

Vetrya. Nasce VatiVision per streaming on demand

Attualità, Città, Economia, Focus2
Nasce VatiVision per gestire il servizio di video distribuzione mondiale in modalità streaming on demand di contenuti religiosi, artistici e culturali ispirati al messaggio cristiano. L'azienda, di diritto italiano, ha come azionisti Vetrya, al 25%, quotata sul mercato Aim di Borsa Italiana, e al 75% Officina della Comunicazione. Il servizio VatiVision verrà lanciato nel primo trimestre del 2020 e nasce con gli stessi obiettivi di Officina della Comunicazione, che in questi anni ha realizzato in collaborazione con diversi enti vaticani documentari, serie tv e film. La piattaforma prevede una diffusione a livello mondiale con un'offerta di contenuti in streaming on demand per diffondere temi e valori cristiani attraverso strumenti e i linguaggi moderni, ottimizzando al massimo l'efficienza
I sindacati protestano per il superincarico affidato al consigliere di CRO, Gianluca Jacobini

I sindacati protestano per il superincarico affidato al consigliere di CRO, Gianluca Jacobini

Città, Economia, Lavoro, Top0, TopNews
I sindacati dei bancari della CRO segnalano una situazione particolarmente delicata che riguarda un consigliere di amministrazione che viene indicato come amministratore delegato, carica non prevista nello statuto dell stessa CRO.  Ecco di seguito integrale delle organizzazioni sindacali. "Da giorni si aggira in CRO una nuova figura: ufficialmente è un consigliere ma, a differenza dei predecessori, ha ottenuto un ufficio di direzione e avrebbe un terminale connesso con il sistema informatico aziendale, ha autisti e colleghi vari a disposizione e si recherebbe a fare visita ai primari clienti della banca. Le spese di alloggio di tale personaggio presso strutture di elevatissimo standing stridono con le ristrettezze nelle spese di manutenzione e gestione delle filiali ove, viceversa, n
Cro, senza territorio avrà un futuro anche con il cambio della guardia?

Cro, senza territorio avrà un futuro anche con il cambio della guardia?

Città, Economia, Focus2, Opinioni, OPT, TopNews
Si sta chiudendo questa lunghissima estate calda che ha visto CRO al centro di un gioco della parti rapido ma intenso con la Fondazione che ha presentato la sua offerta da circa 30 milioni di euro per la banca controllata da BPBari e a inizio estate è spuntato SRI Group di Giulio Gallazzi con la risposta da 60 milioni che ha definitivamente messo out la Fondazione. Nel frattempo a Bari hanno archiviato un 2018 terribile con un bilancio chiuso a -420 milioni circa, quello di CRO chiuso a -30 e un cambio di guida che per la prima volta non vede uno Jacobini alla guida della banca anche se in realtà il presidente sempre parente è. ma il timone lo tiene una vecchia conoscenza della finanza, Vincenzo De Bustis che ha di fatto pilotato l'exit strategy degli Jacobini, almeno di una part
“Intelligenza Artificiale e 5G”. Luca Tomassini a Key4Biz

“Intelligenza Artificiale e 5G”. Luca Tomassini a Key4Biz

Attualità, Città, Economia, Focus2, Lavoro
Abbiamo incontrato ad Orvieto Luca Tomassini, Presidente e Ad del Gruppo Vetrya, nel quartier generale dell'azienda. Ne è scaturita una intervista a tutto tondo, con al centro non solo le tecnologie, ma le percezioni del mondo, l’uomo e il suo futuro, il deficit di conoscenze di fronte agli obiettivi sfidanti che ci corrono incontro. Un passato di manager di lungo corso e da alcuni anni imprenditore di successo, Luca Tomassini conserva ed alimenta la curiosità verso la grande trasformazione digitale. Presidente e Amministratore delegato del “Gruppo Vetrya”, ha dimostrato di rappresentare quel pezzo di Italia che ci piace, quell’Italia che crea valore, che lavora con soluzioni tecnologiche al più alto livello possibile, che riesce a creare business anche in casa dei
Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no.  Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no. Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Ambiente, Castel Giorgio, Economia, OPT, Top0, TopNews
La decisione presa dal governo di autorizzare la realizzazione dell'impianto geotermico all'Alfina ha aperto uno scontro durissimo tra gli amministratori locali, i vari partiti di maggioranza e minoranza e le associazioni imprenditoriali che, una dopo l'altra, hanno dichiarato la loro apertura nei confronti dell'imprenditore che ha deciso di scommettere su Castel Giorgio.  Dopo Assocave e Confartigianato è la volta di Confindustria Orvieto.  Il presidente Francesco Lanzi ha prima di tutto sottolineato come "la società che ha proposto l'investimento abbia ottenuto le autorizzazioni necessarie.  Credo che sia arrivato il momento di aprire un confronto costruttivo tra tutte le componenti della comunità per individuare soluzioni condivise nell'interesse generale". Uno dei compiti di
L’ex-assessore Gnagnarini scrive una lettera aperta al presidente Umberto Garbini su cifre e dati di bilancio

L’ex-assessore Gnagnarini scrive una lettera aperta al presidente Umberto Garbini su cifre e dati di bilancio

Economia, Politica, Top0, TopNews
Al Presidente del Consiglio comunale di Orvieto Dott. Umberto Garbini e p.c.  Al Sindaco di Orvieto Dott.ssa Roberta Tardani Ai corrispondenti della stampa locale. E’ vergognoso come l’attuale Amministrazione comunale continui a fornire alla stampa locale notizie false e prive di ogni fondamento sulla situazione economica del Comune di Orvieto con la conseguenza di ingenerare nei cittadini, nelle nostre aziende e negli investitori esterni disorientamento e inconsapevolezza circa la solidità e la trasparenza delle nostre finanze pubbliche. Oggi il Corriere dell’Umbria sottotitolava : “Previsioni diverse. L’attuale maggioranza ridimensiona l’ottimismo dei predecessori circa la possibilità di rientrare dal pre-dissesto entro i prossimi tre anni”. Quando, invece, in realtà, come Lei sa
Sindaci e imprese di Confindustria a confronto.  Lanzi, “per lo sviluppo serve un’azione coordinata tra comuni”

Sindaci e imprese di Confindustria a confronto. Lanzi, “per lo sviluppo serve un’azione coordinata tra comuni”

Attualità, Baschi, Castel Viscardo, Economia, Fabro, Focus2, OPT, Porano
Avviare un dialogo sullo sviluppo economico dell’orvietano. Con questo spirito gli imprenditori della sezione territoriale di Orvieto di Confindustria Umbria hanno incontrato i sindaci dei comuni del comprensorio. In particolare, hanno partecipato all’incontro Marco Conticelli (Comune di Porano), Damiano Bernardini (Comune di Baschi), Giacomo Barzi (Vice Sindaco Comune di Fabro), Federico Gori (Comune di Montecchio), Daniele Longaroni (Comune di Castel Viscardo) Roberta Tardani (Sindaco di Orvieto). Si è trattato di un incontro per fare il punto in maniera congiunta su alcuni temi che la sezione di Orvieto di Confindustria segue con attenzione da molti anni. “La sezione - ha sottolineato in apertura Francesco Lanzi, presidente della sezione di Orvieto di Confindustria Umbria - ha deciso
In tilt la cabina elettrica del Comune.  Niente corrente al PalaCongressi e al Palazzo dei Sette

In tilt la cabina elettrica del Comune. Niente corrente al PalaCongressi e al Palazzo dei Sette

Attualità, Cronaca, Focus1, OPT, TopNews, Turismo
La libreria Giunti al Punto si è ritrovata al buio così anche il Palazzo dei Congressi.  Improvvisamente è andata via la luce nei due Palazzi centrali di Orvieto.  C'è stato un guasto alla cabina elettrica del Comune e il gruppo di continuità non ha retto. La corrente è mancata una prima volta e il gruppo è partito assicurando l'illuminazione del Palazzo dei Sette e del Palacongressi.  I problemi con la cabina elettrica sono stati segnalati da tempo all'amministrazione ma nella giornata del 26 è successo quello che si temeva.  Il gruppo di continuità si è scaricato e il quadro elettrico è rimasto spento.  Così la libreria Giunti al Punto è rimasta senza corrente e alle 19.30 ha dovuto chiudere.  Anche la Torre del Moro ha chiuso con largo anticipo mentre al Palazzo dei Congressi
Popups Powered By : XYZScripts.com