Persone

Sulle barriere architettoniche vince Lucia Vergaglia che mette d’accordo tutto il consiglio

Sulle barriere architettoniche vince Lucia Vergaglia che mette d’accordo tutto il consiglio

Città, Focus2, Persone, Politica, Sociale
Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità dei presenti l’ordine del giorno proposto dalla capogruppo M5S, Lucia Vergaglia, con il quale si impegna il sindaco e la giunta ad avviare immediatamente ogni attività necessaria a giungere all’adozione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) aggiornato per il Comune di Orvieto, recentemente dichiarato dal consiglio all’unanimità “Città per la Costituzione”; ad avviare, in seno al sistema delle “Aree Interne” una discussione pubblica volta ad iniziative comuni per la redazione di attività e piani di dimensione extracomunali che possano convergere nei singoli PEBA come previsti per legge; infine, inviare copia del documento ai comuni di  Allerona, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Ficulle, Montecchio, Porano e S
E’ morto il Prof. Eugenio Fumi, pioniere del campo delle radiotrasmissioni. Il cordoglio della città

E’ morto il Prof. Eugenio Fumi, pioniere del campo delle radiotrasmissioni. Il cordoglio della città

Attualità, Persone, Top0, TopNews
Si è spento nella notte di domenica 7 gennaio 2018, all'ospedale "Santa Maria della Stella" di Orvieto dove era ricoverato, Eugenio Fumi, 80 anni compiuti a settembre, da tutti conosciuto come "il professore", pioniere nel campo delle radio trasmissioni, fondatore di Itelco. Fumi, la cui ultima uscita pubblica è da ricondursi al ritiro del premio CNA "Renzo Anselmi" edizione 2015 a lui consegnato ad honorem a margine del "Pialletto d'Oro" per una vita dedicata al lavoro e al mondo del lavoro, lascia un grande vuoto in città. Alla sua figura devono molto numerosi orvietani, oggi famosi e non, che grazie ai suoi insegnamenti e al lavoro in Itelco, hanno potuto dedicarsi con successo al mondo delle telecomunicazioni. I funerali del professor Fumi saranno celebrati lunedì 8 gennaio 20
Il tenente Giuseppe Viviano è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri di Orvieto

Il tenente Giuseppe Viviano è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri di Orvieto

Attualità, Città, Persone, Top0
Il Tenente Giuseppe VIVIANO ha appena assunto il Comando della Compagnia Carabinieri di Orvieto in sostituzione del Maggiore Rovaldi che è stato invece destinato ad altro incarico all’estero. Frequentatore dapprima della scuola militare Nunziatella di Napoli dal 2006 al 2009, poi del 191° Corso dell'Accademia Militare di Modena ed infine della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, il Tenente VIVIANO, 27 anni, originario della provincia di Potenza, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza. Prima del suo arrivo ad Orvieto, dopo aver svolto dal settembre 2014 al settembre 2015 l’incarico di Comandante di Plotone della Compagnia di Intervento Operativo (C.I.O.) presso il 10° Reggimento Carabinieri Campania con sede in Secondigliano (Na), ha ricoperto, dal settembre 2015 fino a qualche g
Una pediatra per amica. Grande festa per Gelsomina Leone

Una pediatra per amica. Grande festa per Gelsomina Leone

Attualità, Focus2, Persone
Arrivata a Orvieto circa 15 anni fa, la dottoressa Gelsomina Leone, pediatra, iniziò subito ad accogliere tra i suoi piccoli pazienti i primi neonati che le furono affidati. Quei neonati oggi hanno 15 anni e sono i primi orvietani cresciuti con lei che escono dal sistema pediatrico di base per entrare in quello del medico di famiglia. E per lei, Gelsomina, dottoressa, amica, pediatra, è scattata la festa che un gruppo di mamme ha voluto organizzare. Con tanto di lettera di ringraziamento: Poche parole Cara Gelsomina, vorremmo, con poche parole, ringraziarti per esserti presa cura insieme a noi dei nostri figli, spesso come se fossero i tuoi... In poco tempo hai capito di cosa avevano bisogno i nostri figli: tu li conosci davvero, conosci le loro fragilità ed hai saputo come agire in c
I pendolari incontrano amministratori e cittadini in sala consiliare il 2 dicembre dalle 16,30

I pendolari incontrano amministratori e cittadini in sala consiliare il 2 dicembre dalle 16,30

Attualità, Città, Economia, Lavoro, Persone, Politica
Il Comitato pendolari Roma-Firenze incontra le autorità in un’assemblea pubblica nella sala consiliare il 2 dicembre dalle ore 16,30.  Partecipano l’assessore regionale Giuseppe Chianella, il sindaco di Orvieto, l’assessore Andrea Vincenti e gli amministratori dei comuni del comprensorio. I pendolari sono fortemente preoccupati per il loro futuro ed hanno fortemente voluto che si concretizzasse un momento di confronto con gli amministratori e tutta la città che, come scritto nel comunicato, “è invitata a partecipare”.  La preoccupazione deriva dai continui aumenti degli orari di percorrenza dei treni che si registrano ad ogni variazione di orario da parte di Trenitalia come avverrà nel caso in cui venisse confermata la decisione di far fermare l’ultimo collegamento diretto verso Roma alla
Intitolare i giardini dello Scalo al Maresciallo Stefano Melone. La proposta dei gruppi di Opposizione

Intitolare i giardini dello Scalo al Maresciallo Stefano Melone. La proposta dei gruppi di Opposizione

Attualità, Focus2, Persone
Intitolare i giardini dello Scalo al Maresciallo Stefano Melone. E' questa la proposta dei gruppi di Opposizione Gruppo Misto, Forza Italia e Identità e Territorio che è stata depositata sotto forma di mozione al consiglio comunale. --------------------------------------------------- Orvieto, 16 novembre 2017 Al Presidente del Consiglio comunale di Orvieto Al Sindaco di Orvieto MOZIONE Oggetto: intitolazione dei giardini comunali di Orvieto Scalo ovvero, in subordine, di altro luogo pubblico rappresentativo alla memoria del Maresciallo Stefano Melone Il Consiglio comunale di Orvieto, premesso che: L’8 novembre 2001, a soli 40 anni, è venuto a mancare il concittadino Stefano Melone, maresciallo elicotterista dell'Esercito, a causa di un endotelioma epiteloide a polmo
“Cuochi d’Italia”, Umbria batte Veneto grazie alla chef Valentina Santanicchio

“Cuochi d’Italia”, Umbria batte Veneto grazie alla chef Valentina Santanicchio

Attualità, Focus2, Persone
Il campionato della cucina regionale italiana, “Cuochi d’Italia” (in onda ogni giorno su Tv8 alle 18.30), è ufficialmente iniziato e l’Umbria è già partita forte. La rappresentante della nostra regione, Valentina Santanicchio, chef del ristorante “Capitano del popolo” di Orvieto, ha infatti battuto Matteo Zenus, il portacolori del Veneto. A giudicare gli sfidanti gli chef i rinomati chef Gennaro Esposito – classe 1970, napoletano e vero esperto della cucina del territorio in senso stretto – e Cristiano Tomei – classe 1974, toscano che ama utilizzare le diverse tecniche culinarie dal mondo, ma solo con materia prima locale – che hanno valutato, su una scala da 1 a 10, i piatti preparati dagli sfidanti. A condurre il programma il famosissimo chef Alessandro Borghese.   &nbs
Brutta avventura per una famiglia orvietana in vacanza alle Mauritius

Brutta avventura per una famiglia orvietana in vacanza alle Mauritius

Attualità, Persone, Top0
Ci sono anche tre orvietani, una giovane coppia e il loro bambino, tra i 190 passeggeri di un volo Meridiana che sarebbe dovuto rientrare in Italia lunedì 13 novembre. E invece, e no non siamo in un film, tutto è andato storto finendo per mettere in pericolo la fine di una vacanza fino a quel momento bellissima. Andiamo con ordine. La famiglia orvietana acquista una vacanza alle Mauritius, dove trascorre un piacevole soggiorno. I guai iniziano sulla via del ritorno. I tre, insieme agli altri passeggeri tra cui molti bambini, salgono sul volo Meridiana in decollo alle 11:20 e poi partito alle 12:25 locali (le 9:25 in Italia) dall'aeroporto di Port Louis, capitale delle Isole Mauritius, e diretto a Roma Fiumicino dove sarebbe atterrato in serata alle 19:20. Dopo circa un'ora di volo sull'
Al giornalista orvietano Stefano Corradino il 22o premio “Paolo Borsellino”

Al giornalista orvietano Stefano Corradino il 22o premio “Paolo Borsellino”

Attualità, Cultura, Focus2, Personaggi, Persone
Il giornalista orvietano Stefano Corradino sarà insignito domani, sabato 28 ottobre, a Pescara, del "Premio Paolo Borsellino", giunto alla sua 22a edizione. Questa la motivazione del conferimento del premio: "Stefano Corradino, giornalista di Rainews ha dedicato grande attenzione, tra servizi, interviste ed inchieste, al tema dei misteri italiani irrisolti, tra i quali le stragi di Ustica, Bologna, Piazza Fontana e Piazza della Loggia. Le stragi di mafia che hanno insanguinato il Paese, e gli omicidi tuttora senza colpevoli, tra i quali quelli di Ilaria Alpi e Giulio Regeni".