Persone

Gli italianisti canadesi al Palacongressi di Orvieto dal 13 al 16 giugno

Gli italianisti canadesi al Palacongressi di Orvieto dal 13 al 16 giugno

Città, Cultura, Eventi, Focus2, Persone
Dal 13 al 16 giugno 2019 la città di Orvieto accoglierà il convegno annuale degli italianisti canadesi. Esperti e studiosi di italianistica provenienti tutto il mondo, si incontreranno per quattro giorni, sotto l’egida della CAIS (la Canadian Association for Italian Studies) al Palazzo dei Congressi di Orvieto. Oltre che dall’Italia e dal Canada, gli studiosi, i docenti universitari e gli studenti di dottorato raggiungeranno Orvieto da moltissimi paesi del mondo, con una rappresentanza da cinque continenti. Il congresso, organizzato da Cristina Perissinotto, che dirige la cattedra di italianistica all’Università di Ottawa, in Canada, vedrà il contributo di 280 relatori, con 86 sessioni, di cui tre gratuite e aperte al pubblico della città, più una proiezione di film.  Nei quattro giorni
Encomio al capitano dei Carabinieri Giuseppe Viviano, comandante della Compagnia di Orvieto

Encomio al capitano dei Carabinieri Giuseppe Viviano, comandante della Compagnia di Orvieto

Attualità, Focus2, Persone
Durante la celebrazione del 205esimo anniversario della fondazione dell'Arma dei Carabinieri, che si è tenuta lo scorso 5 giugno a Terni al Comando Provinciale Carabinieri di Terni, il Prefetto Paolo De Biagi ha consegnato l'encomio concesso dal comandante della Legione Carabinieri Campania al tenente (ora capitano) Giuseppe Viviano, già comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Giugliano in Campania, ora comandante della Compagnia di Orvieto.      La motivazione recita, "Comandante di Norm di Compagnia operante in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità, evidenziando notevole professionalità, alto senso del dovere e spiccato acume investigativo, dirigeva, partecipandovi personalmente, complessa attività d'indagine nei confornti di affili
Paola Vittori, “da due anni attendiamo la targa in ricordo di Stefano Melone, servitore dello stato, padre e marito”

Paola Vittori, “da due anni attendiamo la targa in ricordo di Stefano Melone, servitore dello stato, padre e marito”

OPT, Persone, Top0, TopNews
Da due anni la famiglia Melone attende che venga apposta una targa in ricordo di Stefano Melone, maresciallo elicotterista dell’esercito, marito, padre, persona generosa e sorridente.  Stefano Melone è deceduto per una grave patologia legata all’uranio impoverito utilizzato in Kosovo e non solo.  Atroci sofferenze hanno segnato un uomo che amava il proprio lavoro, amava gli elicotteri e che era convintissimo dell’utilità delle missioni di pace.  “Non lo ha mai fatto per soldi”, ci ha spiegato Paola Vittori, moglie del maresciallo, “ma perché un militare sa fin dall’inizio che il suo lavoro può portarlo lontano dagli affetti familiari, dal proprio Paese, in qualsiasi momento”.  Abbiamo voluto raccontare Stefano sotto tutti gli aspetti, non senza commozione in alcuni momenti, ma con i
All’UniTre bella giornata dedicata alla professione dell’ostetrica

All’UniTre bella giornata dedicata alla professione dell’ostetrica

Focus2, Lavoro, OPT, Persone
La Giornata Internazionale delle Ostetriche, festeggiata in 50 nazioni il 5 maggio, è stato celebrata ad Orvieto in modo veramente particolare, presso la Sede Unitre della città.  L’appuntamento è stato organizzato da Comune di Orvieto, USL Umbria 2 e Uisp Orvieto Medio Tevere e preparato da tre ostetriche, che uniscono alla professionalità una grande capacità comunicativa: Anna Maria Ciucci, Alessia Longhi e Speranza Pelucchi, coadiuvate dalle loro colleghe.  Tutte insieme hanno organizzato per neo-mamme e bambini una mattinata di favole animate e musica, seguendo i dettami di due importanti progetti culturali: “Nati per leggere” e “Nati per la musica”, brevemente illustrati dal pediatra Alberto Romizi che poi, al pianoforte, ha eseguito un commento musicale alle fiabe raccontate ai festo
Odero Montanini scrive ai candidati sindaco: “anziani risorsa, no costo”

Odero Montanini scrive ai candidati sindaco: “anziani risorsa, no costo”

Amministrative 2019, Associazionismo, Attualità, Città, Elezioni, Focus1, Opinioni, Persone, Salute, Sociale
Riceviamo e pubblichiamo a firma di Odero Montanini. "Siamo vecchi , siamo tanti! Gli anziani sono una risorsa e non un costo. Mi chiamo Odero Montanini ho trascorso 91 anni di vita, i penultimi quindici mi sono dedicato al volontariato e tutt’oggi sono impegnato nella tutela dei diritti dei cittadini e dei malati in una associazione meritoria che si chiama Cittadinanzattiva -Tribunale per i Diritti del Malato, un invecchiamento attivo che consiglio vivamente per mantenere sempre in esercizio il fisico e la mente . Nell’ufficio che apro puntualmente tutte le mattine, insieme ad altri militanti, svolgo un lavoro di ascolto, registro le segnalazioni, ricevo persone che vogliono comunicare i loro reclami su inefficienze o disservizi del sistema sanitario. Fra i disagi segnalati al nost
Doppio premio a Sanremo per l’olio del Frantoio Ranchino

Doppio premio a Sanremo per l’olio del Frantoio Ranchino

Agricoltura, Economia, Enogastronomia, Focus2, OPT, Persone
E' arrivato un nuovo riconoscimento per il Frantoio Ranchino di Orvieto,  Questa volta a premiare la qualità dell'olio dei colli orvietani è stata la giuria internazionale del premio "Sanremo Masters of Olive Oil International Contest" che ad inizio aprile si è riunita per giudicare la produzione dei frantoi che hanno aderito all'iniziativa.  I premi sono divisi in categorie e per Eugenio Ranchino con il suo olio "Poggio Amante" DOP Umbria Colli Orvietani sono arrivati due riconoscimenti, un primo posto proprio nella categoria DOP-IGP e un terzo posto per quella fruttato-medio. La premiazione è prevista per il prossimo 18 maggio a Sanremo durante un week-end tutto dedicato all'olio di qualità.  Al contest che si è svolto da 3 al 6 aprile sono stati più di mille produttori a livello mond
Cantiere Orvieto presenta il workshop per educare i bambini alla felicità, il 13 aprile alla Fondazione Cro

Cantiere Orvieto presenta il workshop per educare i bambini alla felicità, il 13 aprile alla Fondazione Cro

Cultura, Eventi, Focus2, OPT, Persone
Da una iniziativa congiunta pensata e promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto e dalla Associazione Cantiere Orvieto, nasce l'idea di ospitare il workshop Educare i Bambini alla Felicità.  Partner indispensabile la Scuola di Palo Alto, che da alcuni anni porta in tour per le città italiane la sua competenza in termini di psicologia positiva. Per la prima volta in Umbria, il dottor Marco Masella - fondatore e presidente della Scuola di Palo Alto - parlerà di educazione alla felicità e dell'importanza di far rinascere la felicità umana partendo dai bambini.  "La felicità è un abitudine che si impara da piccoli - si legge nella presentazione del progetto della scuola - e, se ben radicata, ci rende adulti solidi, capaci e soddisfatti. Educare alla felicità è possibile e rappr
Stefano Melone. Che fine ha fatto la targa in sua memoria?

Stefano Melone. Che fine ha fatto la targa in sua memoria?

Attualità, Città, Persone, Top0, TopNews
Fine novembre 2017. Il consiglio comunale di Orvieto, su mozione proposta dai gruppi consiliari “Gruppo Misto”, “Identità e Territorio” e “Forza Italia” con la quale si chiedeva al Sindaco di Orvieto di “intitolare alla memoria del Maresciallo elicotterista Stefano Melone i giardini pubblici di Orvieto Scalo (ex scuole medie)" ha approvato all'unanimità. Tutti i consiglieri, nessuno escluso, ha abbracciato la richiesta illustrata in assise dal consigliere Andrea Sacripanti (GM). Fine marzo 2019. Che fine ha fatto quella approvazione? Come mai nessuna targa è ancora stata apposta né presso il giardini dello Scalo né altrove? Come mai ancora non è stato individuato un posto, un "luogo pubblico - come recitava la mozione - degno di tramandare alle future generazioni di orvietani non solo i
Ciao Giuseppe! Il tuo salto più alto ti sia lieve

Ciao Giuseppe! Il tuo salto più alto ti sia lieve

Città, OPT, Personaggi, Persone, Sport, Top0, TopNews
E' sempre un compito difficile quello di provare a ricordare una figura che s'incontrava nel quotidiano, un veloce saluto delle volte, altre ci si fermava per scambiare qualche battuta, per ricordare, per ridere e, magari, prendere in giro la figlia Alessandra.  Eppure prima o poi succede.  Giuseppe Carnevali, bisogna ricordarlo prima di tutto come atleta, perché era il suo vanto, la sua perla, la sua passione.  Oggi più che mai che ha spiccato il salto più alto, il suo vero record.  Ma "Peppe", così lo chiamavamo tutti, giovani e non, era l'appuntamento fisso, con il suo piccolo "bolide" rosso lo trovavi puntuale sul corso ad assaggiare l'aria orvietana verace, poi dal suo amico Reno Montanucci per la colazione d'obbligo, frugale per carità, ma lì un passaggio si faceva sempre.  E un rico
Popups Powered By : XYZScripts.com