Persone

Sacripanti chiede al sindaco di tornare a utilizzare i detenuti del carcere per i lavori socialmente utili

Sacripanti chiede al sindaco di tornare a utilizzare i detenuti del carcere per i lavori socialmente utili

Città, Focus1, Persone, Politica
Il consigliere del Gruppo Misto Andrea Sacripanti ha presentato una mozione dai risvolti interessanti che riguarda l’utilizzo dei detenuti della Casa di Reclusione di Orvieto da parte del Comune per i cosiddetti lavori socialmente utili.  Un protocollo d’intesa era stato firmato tra le parti nel 2014 ma da allora, sempre secondo quanto sostiene nella sua mozione Sacripanti, la chiamata di detenuti è stata piuttosto scarsa nonostante la necessità del Comune in vari ambiti.  Di seguito il testo integrale della mozione. Il Consiglio comunale di Orvieto, premesso che: Nel 2014 è stato stipulato un protocollo d’intesa tra il Comune di Orvieto, l’Ufficio di Sorveglianza di Spoleto e la Casa di Reclusione di Orvieto che prevedeva l’impiego dei detenuti per le attività inerenti ai cc.dd. lav
Corso Cavour, ambulanza bloccata poi tutto si risolve. Ma perché non renderlo off limits alle auto?

Corso Cavour, ambulanza bloccata poi tutto si risolve. Ma perché non renderlo off limits alle auto?

Attualità, Città, Commercio, Opinioni, Persone, Top0, Turismo
E’ sabato mattina, agosto pieno.  Un’ambulanza con lampeggiatore corre da Piazza della Repubblica verso Corso Cavour.  Qualcuno sta male.  Il mezzo di soccorso imbocca la strada dopo la prima gimkana intorno alle fioriere di fronte alla chiesa di Sant’Andrea.  E’ andato tutto liscio anche se un pedone qualche brivido l’ha avuto.  Il mezzo prosegue ma improvvisamente a pochi metri si ferma.  Non si passa! Un camioncino per la raccolta dei rifiuti è fermo in mezzo alla strada, sta lavorando.  Pochi minuti di imbarazzo che però sembrano un’eternità.  L’ambulanza torna a correre e il mezzo di raccolta dei rifiuti a lavorare.  Insomma la storia è finita benissimo ma qualche riflessione va assolutamente fatta.  E’ l’annosa questione dei permessi sul “corso” e della raccolta dei rifiuti.  E’ c
Sale il caldo, ecco dove andare se l’afa si fa sentire

Sale il caldo, ecco dove andare se l’afa si fa sentire

Ambiente, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ficulle, Info Pubblica Utilità, OPT, Persone, Porano
In base alle comunicazioni del Sistema Informativo dell’Aeronautica Militare nel fine settimana si rinnova la possibilità di eventuali ondate di calore, con previsione di temperature elevate che si protrarranno fino a domenica 29 quando le temperature percepite toccheranno i 35°. Attraverso l’Ufficio della Cittadinanza, i Comuni della Zona Sociale n. 12 invitano tutti i cittadini, in particolar modo coloro che sono affetti da patologie a rischio, a prendere contatto diretto con il proprio medico curante, al fine di ricevere indicazioni sui comportamenti da tenere e sulle misure da prendere in caso di malessere. Rinnovano inoltre l’invito, a tutti coloro che lo vorranno, a recarsi presso le strutture dell’ambito adibite all’accoglienza e dotate di condizionatori d’aria. Di seguito l’e
I pendolari incontrano FS, sindaci e prefetto per discutere dei problemi dei treni

I pendolari incontrano FS, sindaci e prefetto per discutere dei problemi dei treni

Città, Lavoro, OPT, Persone, Politica, Top0
Si è tenuto lo scorso 20 luglio l’incontro tra il Comitato pendolari Roma-Firenze, i sindaci di Orvieto e Attigliano, il Prefetto e i rappresentanti di Tenitalia e RFI.  A promuovere l’iniziativa è stato proprio il sindaco Giuseppe Germani dopo i ripetuti problemi sulla linea per i pendolari. I rappresentanti dei pendolari e i due amministratori hanno voluto conoscere le problematiche legate alla tratta Roma-Firenze con particolare riferimento all’area orvietana.  La riunione è stata presieduta dal prefetto Paolo De Biagi ed ha visto la partecipazione dell’assessore Giuseppe Chianella, di Giuseppe Germani, sindaco di Orvieto, e Daniele Nicchi, primo cittadino di Attigliano.  Per il gruppo ferroviario erano presenti Aurelia Italiano, direttore regionale Umbria di Trenitalia, Sabrina De Fili
E’ tornato alla Casa del Padre Mons. Giovanni Marra

E’ tornato alla Casa del Padre Mons. Giovanni Marra

Attualità, Diocesi Orvieto-Todi, Persone, Top0
Mons. Giovanni Marra, Arcivescovo emerito di Messina, Ordinario Militare, ed Amministratore apostolico della Diocesi di Orvieto-Todi, nelle ore pomeridiane di ieri, mercoledì 11 luglio, è tornato alla Casa del Padre. Mons. Giovanni Marra aveva retto la Diocesi Orvieto-Todi negli anni 2011 e 2012 subentrando a Padre Giovanni Scanavino le cui dimissioni furono accettate dall'allora Santo Padre Benedetto XVI, la sua reggenza come amministratore apostolico "ad nutum Sanctae Sedis" aveva precedendo l'attuale Vescovo Mons. Benedetto Tuzia. Lo comunica una nota della Diocesi Orvieto-Todi, annunciando a breve informazioni relative alla celebrazione del rito funebre. Giovanni Marra (Cinquefrondi, 5 febbraio 1931) era arcivescovo. Ha frequentato il ginnasio presso il seminario di Mi
Morte imprenditore Giuseppe Morino. Il ricordo del sindaco Germani

Morte imprenditore Giuseppe Morino. Il ricordo del sindaco Germani

Attualità, Focus1, Persone
Si è spento nei giorni scorsi l'imprenditore orvietano Giuseppe Morino, storico gestore dell'Hotel Maitani. Appresa la notizia della scomparsa dell’imprenditore orvietano Giuseppe Morino, il Sindaco Giuseppe Germani afferma: “ci rattrista molto sapere della sua morte. Per diversi anni egli ha rappresentato la categoria degli operatori alberghieri di Orvieto nei rapporti con il Comune finalizzati ai vari aspetti dello sviluppo del settore turistico e delle tutele del comparto della ricettività alberghiera”.  “Lo ricordiamo – aggiunge - come attento continuatore dell’attività costruita negli anni ’60 dal padre, Cav. Dino, tra i pionieri dell’accoglienza turistica ad Orvieto, esperienza culminata proprio con l’Hotel Maitani, che per vari decenni è stato uno dei biglietti da visita dell
Andrea Sacripanti, “quali sono i reali costi per lo Sprar e come verranno gestiti i minori a Orvieto?

Andrea Sacripanti, “quali sono i reali costi per lo Sprar e come verranno gestiti i minori a Orvieto?

Associazionismo, Attualità, Città, Focus1, Persone
Il consigliere del Gruppo Misto, Andrea Sacripanti ha presentato un’interrogazione riguardante lo Sprar di Orvieto e tutte le implicazioni economiche che lo riguardano.  Il “la” alla polemica è stato dato da un articolo apparso su “La Nazione” e l’interrogazione arriva dopo la lunga precisazione del vice-sindaco Cristina Croce.  Di seguito il testo integrale dell’interrogazione presentata da Sacripanti. "Premesso che   in data 8 giugno 2018 su La Nazione è apparsa la notizia riguardante il progetto di accoglienza nel territorio di Orvieto di minori rifugiati, nell’ambito delle iniziative promosse attraverso lo SPRAR che è il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati in Italia;   in particolare, si legge nell’articolo che l'appalto, affidato ad un
L’assessore alle politiche per l’immigrazione Cristina Croce replica punto per punto alle critiche sullo Sprar

L’assessore alle politiche per l’immigrazione Cristina Croce replica punto per punto alle critiche sullo Sprar

Associazionismo, Attualità, Città, Focus1, Persone, TopNews
Il vice-sindaco e assessore alle politiche sociali e politiche per l’immigrazione, Cristina Croce ha voluto spiegare tutto l’impianto dello Sprar di Orvieto dopo le polemiche sorte in questi giorni e il dibattito politico che si è acceso conseguentemente. L’assessore che prima di tutto voluto sottolineare che al sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati in Italia (SPRAR appunto) “chi vi accede è un rifugiato o un richiedente asilo cioè, innanzitutto, una persona perseguitata per la sua razza, la sua religione, la sua cittadinanza, la sua appartenenza a un determinato gruppo sociale o le sue opinioni politiche.  Così recita l’art.1 della Convenzione di Ginevra del 1951. Non una casa vacanze o un B&B del Paese dei Balocchi ma uno scoglio per non annegare e morire in un mare
Promosso al grado di Capitano il comandante della Compagnia Carabinieri di Orvieto Giuseppe Viviano

Promosso al grado di Capitano il comandante della Compagnia Carabinieri di Orvieto Giuseppe Viviano

Attualità, Persone, Top0, TopNews
Il Comandante Provinciale, Col. Davide ROSSI, a nome di tutti i Carabinieri della provincia, è stato il primo a formulare un augurio sincero ai due neo Capitani alle sue dipendenze: infatti hanno da poco indossato il grado superiore sia il Comandante della Compagnia Carabinieri di Orvieto, Cap. Giuseppe VIVIANO, che il Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Terni, Cap. Mirco MARCUCCI. Il nuovo grado è il giusto riconoscimento dell’intenso percorso svolto dai due Ufficiali in questi anni sia nell’attuale incarico che nei precedenti ricoperti sia al Nord che al Sud della nostra penisola. Al Capitano Giuseppe Viviamo le congratulazioni della redazione di OrvietoLIFE  
Popups Powered By : XYZScripts.com