Lavoro

Il Comune apre il dialogo con gli operatori su carico e scarico ma intanto partono i lavori di adeguamento

Il Comune apre il dialogo con gli operatori su carico e scarico ma intanto partono i lavori di adeguamento

Attualità, Città, Commercio, Lavoro, Top0, Turismo
Venerdì 2 novembre i rappresentanti delle attività produttive sono stati invitati dall'assessore Andrea Vicenti e dall'assessore Roberta Cotigni per discutere delle variazioni nelle operazioni di carico e scarico merci che partiranno il 12 novembre.  Gli operatori hanno rappresentato le difficoltà di questa nuova disciplina e hanno chiesto che la finestra della mattina venga mantenuta per evitare inutili aggravi di costi e difficoltà nell'approvvigionamento delle merci.  Da parte dell'amministrazione c'è stata una certa disponibilità tanto che, ma manca l'ufficialità, si sarebbe arrivati al compromesso di una deroga in particolare per il food fino alle 10 di mattina.  Intanto, nonostante le evidenti criticità e l'apertura di una discussione nella giornata del 5 novembre sono iniziati i lav
12 novembre, nuova disciplina per il traffico commerciale: la parola ai commercianti

12 novembre, nuova disciplina per il traffico commerciale: la parola ai commercianti

Attualità, Città, Commercio, Economia, Focus2, Lavoro, Politica, Turismo
Il 12 novembre entrerà in vigore il nuovo piano per il carico e scarico merci in una parte del centro storico.  In pratica, stando alla delibera approvata in giunta, sarà completamente interdetta al traffico commerciale, salvo poche deroghe, l'area che va da piazza Duomo alla Torre del Moro, dal Teatro Mancinelli a piazza della Repubblica e Piazza del Popolo.  In pratica corrieri e veicoli commerciali dovranno trovare posto negli stalli esistenti e in quelli che i tecnici del Comune stanno individuando e poi trasportare le merci con carrelli a mano. Durante il consiglio comunale del 29 ottobre una question time presentata da Roberto Meffi, Forza Italia, che chiedeva un ripensamento per evitare un acuirsi della conclamata crisi del commercio e ulteriori difficoltà per gli operatori, l'as
Carico/scarico, alcune domande sulla “condivisione” delle nuove regole e la posizione di Poste Italiane

Carico/scarico, alcune domande sulla “condivisione” delle nuove regole e la posizione di Poste Italiane

Attualità, Commercio, Focus2, Lavoro, Politica
Salvo ripensamento il 12 novembre è la nuova linea di confine tra la normalità e la "rivoluzione" per il carico/scarico merci nel centro storico di Orvieto.  La delibera di giunta parla chiaro: via Duomo, Corso Cavour, Via della Costituente, Piazza del Popolo, Piazza del Duomo saranno off-limits salvo rare eccezioni per la pubblica utilità, il soccorso, alimentari freschi, valori e disabili.  Gli altri dovranno andare tutti con carrellini e altri strumenti di trasporto delle merci.  Poste Italiane, uno dei principali gruppi attivo nella consegna di pacchi e corrispondenza, ha preso atto della delibera che, ovviamente, non comprende il cosiddetto servizio postale universale: "non conosciamo altre realtà che abbiano utilizzato questo divieto così assoluto, almeno qui in Umbria" hanno spiegat
Santi, Confcommercio: “Più che i divieti, al centro storico di Orvieto servono azioni di rilancio”

Santi, Confcommercio: “Più che i divieti, al centro storico di Orvieto servono azioni di rilancio”

Attualità, Città, Commercio, Lavoro, Top0
“Non siamo pregiudizialmente contrari a misure che riducono la presenza di veicoli nel centro storico; ma siamo più che convinti che queste misure non siano sufficienti a rilanciare questa area, come invece si dovrebbe”. Giuseppe Santi, presidente di Confcommercio Orvieto, commenta così la notizia diramata dal Comune di Orvieto, che dal 12 novembre prossimo vieterà il transito veicolare alle operazioni di carico/scarico delle merci in alcune vie e piazze del centro storico. “Possiamo riconoscere che oggi c’è in effetti un abuso di questo genere di attività, ma per valorizzare il nostro bellissimo centro storico non sono sufficienti i divieti. Occorre invece lavorare, in collaborazione con le forse economiche e sociali della città, a un progetto finalizzato ad imprimere un caratter
Filctem Cgil Terni, Marianna Formica confermata alla guida

Filctem Cgil Terni, Marianna Formica confermata alla guida

Associazionismo, Attualità, Focus1, Lavoro
Marianna Formica è stata confermata alla guida della Filctem Cgil di Terni. L’elezione, con 36 voti a favore e un’astensione, è arrivata al termine dei lavori congressuali che si sono svolti lunedì 8 e martedì 9 ottobre presso il teatro Manini di Narni, con la partecipazione della segretaria nazionale Fillea Cgil Sonia Tosoni, del segretario generale della Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, di quello della Camera del Lavoro di Terni, Attilio Romanelli, e di Valentina Porfidi della segreteria provinciale di Terni. Presenti anche numerosi ospiti, tra i quali il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, i rappresentanti delle altre sigle sindacali e del mondo imprenditoriale. Marianna Formica, orvietana, classe 1980, è alla guida della categoria che organizza i lavoratori della chimica, del
Guasto al treno, anzi ni e l’IR2314 viaggia piano piano

Guasto al treno, anzi ni e l’IR2314 viaggia piano piano

Città, Cronaca, Focus2, Lavoro, TopNews
Ritornano le disavventure ferroviarie per i pendolari orvietani.  Questa volta è il Regionale 2314 a dare problemi.  Alla stazione di Orte comunicano che per un guasto al sistema di controllo per la marcia del treno lo stesso è soppresso nella tratta fino a Arezzo.  Per tentare di ovviare ai disagi i passeggeri possono proseguire, stando agli annunci con IC 592 e 596 o con R6728.  Ma l'orario è critico, è quello del rientro della gran parte dei pendolari e di venerdì e allora ecco che arriva puntuale la correzione.  Il treno IR2314 continua il suo viaggio.  Nel frattempo i passeggeri erano stati fatti scendere dal loro convoglio.  Poi sono riscesi e risaliti prima di ripartire con estrema lentezza e l'inevitabile ritardo.        
Dal 12 novembre cambia il carico/scarico in parte del centro storico.  Ma come e chi ne subirà le conseguenze?

Dal 12 novembre cambia il carico/scarico in parte del centro storico. Ma come e chi ne subirà le conseguenze?

Città, Commercio, Lavoro, Persone, Politica, Top0, Turismo
Il 12 novembre parte la nuova disciplina nel carico/scarico merci in alcune aree del centro storico.  Cerchiamo di fare chiarezza in merito.  Le aree completamente interdette al traffico commerciale, compresi i corrieri, riguardano Corso Cavour dal Teatro Mancinelli a piazza della Repubblica, tutta via Duomo, Piazza Duomo, via della Costituente e Piazza del Popolo.  Per quanto riguarda piazza del Popolo bisogna ricordare che già attualmente il traffico commerciale è interdetto.  Ci saranno eccezioni queste regole?  Dalla pubblicazione della delibera non si evincono particolari eccezioni se non per i servizi di pubblica utilità, forze dell’ordine e mezzi di soccorso e disabili.  Per gli altri?  Probabilmente in sede di ordinanze prevarrà il buon senso soprattutto per gli alimentari freschi
Carta TuttoTreno, la Regione trova altri 110 mila euro per rifinanziarla fino al 31 dicembre

Carta TuttoTreno, la Regione trova altri 110 mila euro per rifinanziarla fino al 31 dicembre

Associazionismo, Città, Focus2, Lavoro, OPT, Politica
Dopo la seconda sospensione della Carta TuttoTreno da parte della Regione l’assessore Giuseppe Chianella ha spiegato che “la carta per il 2018 è stata rifinanziata con un ulteriore apporto di 110 mila euro, portando lo stanziamento complessivo a 500 mila euro”.  Il coordinamento dei pendolari umbri ne ha dato notizia sul proprio sito. Ora i pendolari dovranno attendere solo i tempi tecnici per riattivare la procedura.  Intanto continuano le trattative per il finanziamento della Carta TuttoTreno anche per il 2019 a cui partecipano le associazioni dei consumatori, la Regione e il coordinamento dei pendolari umbri. E’ ancora in discussione e attiva l’opzione di legare la carta alla certificazione ISEE nonostante il parere contrario dei rappresentanti dei consumatori.  Intanto il sindaco
Pendolari, “vogliamo un confronto con Trenitalia e Regione per bonus e per migliorare la comunicazione”

Pendolari, “vogliamo un confronto con Trenitalia e Regione per bonus e per migliorare la comunicazione”

Attualità, Città, Lavoro, Top0, TopNews
Ancora una disavventura per i pendolari di Orvieto.  Questa volta a dare problemi è stato l’Euronight 294.  Il 13 settembre la fermata di Orvieto non c’è stata, dritti fino a Chiusi.  L’EuroNight 294 salta la stazione di Orvieto per un guasto, pochi giorni prima sempre per un guasto sulla direttissima ore su ore di ritardi dei treni.  Fare il pendolare è sempre più difficile e soprattutto sembra che manchino risposte certe e una policy per gestire gli inconvenienti .  Il treno 294 era quasi a Orvieto quando è stato fermato per un guasto agli scambi.  L’annuncio è stato chiaro, “20 minuti di ritardo per un guasto”.  Federica Martellini, rappresentante del Comitato Pendolari di Orvieto ha spiegato “non ero presente ma i passeggeri a bordo ci hanno segnalato che gli annunci fatti sono stat
Un’altra giornata difficile per i pendolari. L’Euronight 294 salta la fermata di Orvieto per un guasto

Un’altra giornata difficile per i pendolari. L’Euronight 294 salta la fermata di Orvieto per un guasto

Città, Lavoro, Persone, Top0, TopNews
Ancora una disavventura per i pendolari di Orvieto.  Questa volta a dare problemi è stato l’Euronight 294.  Il 13 settembre la fermata di Orvieto non c’è stata, dritti fino a Chiusi.  A pochi chilometri da Orvieto il treno si è fermato nella galleria e immediatamente è partito l’annuncio, “20 minuti di ritardo per un per guasto”.  Poco dopo il treno riparte, deciso, e i pendolari vedono sfilare il profilo della Rupe.  Niente, “oggi la fermata di Orvieto è soppressa” per un guasto agli scambi in linea.  E una volta a Chiusi?  Semplice, si prende un altro treno oppure si chiama qualcuno per farsi venire a prendere.  Una trentina di persone hanno iniziato a protestare finché non è stato avvertito il responsabile della stazione di Chiusi di far attendere il treno delle 20,59 direzione Orvieto.
Popups Powered By : XYZScripts.com