Lavoro

Enrico Paolini, licenziato da TeMa saluta i collaboratori, racconta la sua storia e si mette a disposizione della città

Enrico Paolini, licenziato da TeMa saluta i collaboratori, racconta la sua storia e si mette a disposizione della città

Attualità, Città, Lavoro, Teatro Mancinelli, Top0
25 anni fa (il 7 dicembre 1993) si riapriva alla città, dopo dieci anni, il Teatro Mancinelli completamente restaurato e ristrutturato.  E’ iniziata così la conferenza stampa di saluto alla città di Enrico Paolini, licenziato da TeMa a fine anno e che da marzo sarà libero da ogni vincolo.  E’ iniziata così dopo un filmato che ha ricordato i passaggi più importanti del teatro orvietano, degli spettacoli, dei concerti, delle produzioni.  Quasi un amarcord e, alla fine, la promessa di essere a disposizione della città. Enrico Paolini, emozionato legge, non va a braccio e riportiamo di seguito tutto lo scritto. “Io avevo 33 anni e lavoravo da 12 anni al Teatro Stabile dell’Umbria a Perugia, quando il Comune di Orvieto mi ha chiamato per predisporre un progetto di riapertura e gestion
Confartigianato Terni “Quelli del Si”, intervista al presidente Franceschini

Confartigianato Terni “Quelli del Si”, intervista al presidente Franceschini

Attualità, Commercio, Lavoro, TopNews
Mercoledì 12 dicembre scorso, ad Orvieto si è svolta la conferenza stampa illustrativa delle iniziative dell’Associazione in merito alle infrastrutture del Territorio, nella quale si è anche trattato della partecipazione degli imprenditori del territorio alla Manifestazione di Confartigianato Imprese “QUELLI DEL SI” di domani a Milano per dire sì allo sviluppo dell’Italia. Da tutto il Paese, i piccoli imprenditori raggiungeranno il capoluogo lombardo per mandare un messaggio chiaro e positivo: siamo Quelli del sì che vogliono mandare avanti l’Italia in Europa e nel mondo, siamo quelli che, dopo gli immani sforzi per uscire dalla crisi, vogliono continuare a produrre ‘valore artigiano’ e a rimanere nel gruppo di testa delle imprese competitive europee. Appuntamento con le piccole imprese
Confartigianato, Inail,Fismic e COmune il 4 icembre incontrano le scuole per discutere di infortuni in itinere e sicurezza

Confartigianato, Inail,Fismic e COmune il 4 icembre incontrano le scuole per discutere di infortuni in itinere e sicurezza

Attualità, Focus2, Lavoro, OPT
Nell’ambito della Giornata della Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, per iniziativa di Confartigianato Imprese di Terni e Orvieto, INAIL, FISMIC e Comune di Orvieto, il prossimo 4 dicembre torna l’appuntamento con la prevenzione degli infortuni in campo lavorativo, dedicato agli “infortuni in itinere”, ovvero quella tipologia di infortunio subìto dal lavoratore durante il percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello del lavoro oppure durante gli spostamenti per lavoro o altre casistiche che hanno esteso il concetto di infortunio in itinere collegate, seppure in modo indiretto, allo svolgimento della propria attività lavorativa.  “Prevenire è possibile: gli infortuni in itinere” è infatti il titolo del duplice appuntamento che si terrà con gli studenti del 4° anno delle scuole
La Libreria è parte della mission comunale?

La Libreria è parte della mission comunale?

Attualità, Città, Focus1, Lavoro, Opinioni
di Massimo Gnagnarini  ex assessore al bilancio Se una parte degli orvietani ancora oggi, a fronte della cessazione di storiche attività commerciali, è portata ad attribuirne la responsabilità diretta o indiretta all’amministrazione comunale una ragione c’è. Non si tratta delle critiche circa le scelte operate sulla viabilità e pedonalizzazione del centro storico che scoraggerebbero i potenziali clienti e non si tratta nemmeno di scarsa consapevolezza circa la crisi ormai irreversibile dei tradizionali sistemi commerciali in Italia e in tutto il mondo. La vera ragione di questa residua mentalita’ ,  ovvero di bussare al portone del Comune ogni volta che le cose vanno male,  sta nel tradizionale tentativo  di scaricare sui conti pubblici talune inefficienze del cosiddetto “Sistema Orv
Il Comune apre il dialogo con gli operatori su carico e scarico ma intanto partono i lavori di adeguamento

Il Comune apre il dialogo con gli operatori su carico e scarico ma intanto partono i lavori di adeguamento

Attualità, Città, Commercio, Lavoro, Top0, TopNews, Turismo
Venerdì 2 novembre i rappresentanti delle attività produttive sono stati invitati dall'assessore Andrea Vicenti e dall'assessore Roberta Cotigni per discutere delle variazioni nelle operazioni di carico e scarico merci che partiranno il 12 novembre.  Gli operatori hanno rappresentato le difficoltà di questa nuova disciplina e hanno chiesto che la finestra della mattina venga mantenuta per evitare inutili aggravi di costi e difficoltà nell'approvvigionamento delle merci.  Da parte dell'amministrazione c'è stata una certa disponibilità tanto che, ma manca l'ufficialità, si sarebbe arrivati al compromesso di una deroga in particolare per il food fino alle 10 di mattina.  Intanto, nonostante le evidenti criticità e l'apertura di una discussione nella giornata del 5 novembre sono iniziati i lav
12 novembre, nuova disciplina per il traffico commerciale: la parola ai commercianti

12 novembre, nuova disciplina per il traffico commerciale: la parola ai commercianti

Attualità, Città, Commercio, Economia, Focus2, Lavoro, Politica, Turismo
Il 12 novembre entrerà in vigore il nuovo piano per il carico e scarico merci in una parte del centro storico.  In pratica, stando alla delibera approvata in giunta, sarà completamente interdetta al traffico commerciale, salvo poche deroghe, l'area che va da piazza Duomo alla Torre del Moro, dal Teatro Mancinelli a piazza della Repubblica e Piazza del Popolo.  In pratica corrieri e veicoli commerciali dovranno trovare posto negli stalli esistenti e in quelli che i tecnici del Comune stanno individuando e poi trasportare le merci con carrelli a mano. Durante il consiglio comunale del 29 ottobre una question time presentata da Roberto Meffi, Forza Italia, che chiedeva un ripensamento per evitare un acuirsi della conclamata crisi del commercio e ulteriori difficoltà per gli operatori, l'as
Carico/scarico, alcune domande sulla “condivisione” delle nuove regole e la posizione di Poste Italiane

Carico/scarico, alcune domande sulla “condivisione” delle nuove regole e la posizione di Poste Italiane

Attualità, Commercio, Focus2, Lavoro, Politica
Salvo ripensamento il 12 novembre è la nuova linea di confine tra la normalità e la "rivoluzione" per il carico/scarico merci nel centro storico di Orvieto.  La delibera di giunta parla chiaro: via Duomo, Corso Cavour, Via della Costituente, Piazza del Popolo, Piazza del Duomo saranno off-limits salvo rare eccezioni per la pubblica utilità, il soccorso, alimentari freschi, valori e disabili.  Gli altri dovranno andare tutti con carrellini e altri strumenti di trasporto delle merci.  Poste Italiane, uno dei principali gruppi attivo nella consegna di pacchi e corrispondenza, ha preso atto della delibera che, ovviamente, non comprende il cosiddetto servizio postale universale: "non conosciamo altre realtà che abbiano utilizzato questo divieto così assoluto, almeno qui in Umbria" hanno spiegat
Santi, Confcommercio: “Più che i divieti, al centro storico di Orvieto servono azioni di rilancio”

Santi, Confcommercio: “Più che i divieti, al centro storico di Orvieto servono azioni di rilancio”

Attualità, Città, Commercio, Lavoro, Top0
“Non siamo pregiudizialmente contrari a misure che riducono la presenza di veicoli nel centro storico; ma siamo più che convinti che queste misure non siano sufficienti a rilanciare questa area, come invece si dovrebbe”. Giuseppe Santi, presidente di Confcommercio Orvieto, commenta così la notizia diramata dal Comune di Orvieto, che dal 12 novembre prossimo vieterà il transito veicolare alle operazioni di carico/scarico delle merci in alcune vie e piazze del centro storico. “Possiamo riconoscere che oggi c’è in effetti un abuso di questo genere di attività, ma per valorizzare il nostro bellissimo centro storico non sono sufficienti i divieti. Occorre invece lavorare, in collaborazione con le forse economiche e sociali della città, a un progetto finalizzato ad imprimere un caratter
Filctem Cgil Terni, Marianna Formica confermata alla guida

Filctem Cgil Terni, Marianna Formica confermata alla guida

Associazionismo, Attualità, Focus1, Lavoro
Marianna Formica è stata confermata alla guida della Filctem Cgil di Terni. L’elezione, con 36 voti a favore e un’astensione, è arrivata al termine dei lavori congressuali che si sono svolti lunedì 8 e martedì 9 ottobre presso il teatro Manini di Narni, con la partecipazione della segretaria nazionale Fillea Cgil Sonia Tosoni, del segretario generale della Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, di quello della Camera del Lavoro di Terni, Attilio Romanelli, e di Valentina Porfidi della segreteria provinciale di Terni. Presenti anche numerosi ospiti, tra i quali il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, i rappresentanti delle altre sigle sindacali e del mondo imprenditoriale. Marianna Formica, orvietana, classe 1980, è alla guida della categoria che organizza i lavoratori della chimica, del
Guasto al treno, anzi ni e l’IR2314 viaggia piano piano

Guasto al treno, anzi ni e l’IR2314 viaggia piano piano

Città, Cronaca, Focus2, Lavoro, TopNews
Ritornano le disavventure ferroviarie per i pendolari orvietani.  Questa volta è il Regionale 2314 a dare problemi.  Alla stazione di Orte comunicano che per un guasto al sistema di controllo per la marcia del treno lo stesso è soppresso nella tratta fino a Arezzo.  Per tentare di ovviare ai disagi i passeggeri possono proseguire, stando agli annunci con IC 592 e 596 o con R6728.  Ma l'orario è critico, è quello del rientro della gran parte dei pendolari e di venerdì e allora ecco che arriva puntuale la correzione.  Il treno IR2314 continua il suo viaggio.  Nel frattempo i passeggeri erano stati fatti scendere dal loro convoglio.  Poi sono riscesi e risaliti prima di ripartire con estrema lentezza e l'inevitabile ritardo.        
Popups Powered By : XYZScripts.com