Commercio

Massimo Gnagnarini, appunti per capire dove va Orvieto

Massimo Gnagnarini, appunti per capire dove va Orvieto

Attualità, Commercio, Economia, Focus1, Opinioni, Politica, Turismo
Una foto alla comunità orvietana può farci capire dove andiamo e cosa dobbiamo fare. Ventimila anime in diminuzione così composte: 3000 in età scolare; 7000 pensionati; 10000 attivi (2000 sono stranieri) la metà dei quali è titolare e collaboratore di impresa famigliare e un'altra metà circa sono dipendenti pubblici e privati (pendolari per lo più). Un migliaio sono i non occupati e altrettanti quelli che vivono di rendita. La maggiore fonte di reddito per gli orvietani è il turismo che da solo apporta circa 60 Mln l'anno al PIL cittadino. Ma non tutte le imprese ne beneficiano poiché solo un terzo di esse è localizzata nel centro storico.  Dunque bisogna intervenire anche su altri settori e potenziare i servizi ad essi correlati: Servizi alla manifattura con la riqualific
Anche in Umbria arrivano gli “home stager” per rendere gli immobili da vendere più appetibili

Anche in Umbria arrivano gli “home stager” per rendere gli immobili da vendere più appetibili

Commercio, Economia, Focus2
Nasce il coordinamento umbro di home staging (valorizzazione immobiliare).  Stando ai numeri presentati dall'associazione nazionale Home Staging Lovers, infatti, un intervento di hsl e un servizio fotografico professionale dell'immobile riducono drasticamente i tempi di vendita con un media di permanenza sul mercato di 54 giorni contro i 225 della media italiana.  In pratica chi per vendere il proprio immobile investe denaro su stile, presentazione e fotografie professionali riesce a centrare l'obiettivo in minor tempo e con uno sconto molto più basso del 10,6% medio. La figura dell'home stager non è ancora così diffusa in Italia mentre negli Stati Uniti è prassi prima di mettere in vendita una casa.  In Italia si attende e solo dopo un lungo periodo si chiama un aiuto professionale men
Andrea Scopetti (PD), “Palazzo dei Sette, prospettive inconsistenti senza un vero progetto di riqualificazione”

Andrea Scopetti (PD), “Palazzo dei Sette, prospettive inconsistenti senza un vero progetto di riqualificazione”

Attualità, Città, Commercio, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato ufficiale del PD a firma del segretario Andrea Scopetti, sulla questione della chiusura della libreria del Palazzo dei Sette e la conseguente polemica relativa ai canoni e alla de-commercializzazione del centro-storico   La chiusura di una libreria fa sicuramente scalpore e pone interrogativi. Altrettanto, però, ci si deve soffermare sulla decisione che altri imprenditori privati, magari con meno clamore, hanno assunto in questi anni, chiudendo o trasferendo le loro attività dal centro storico ad altri quartieri della città. La libreria che per tanti anni ha svolto la sua attività all’interno dei locali comunali del Palazzo dei Sette ha rappresentato anche un punto di aggregazione per molte sensibilità culturali e ne è anche testimonia
La Libreria dei Sette chiude il 24 dicembre. Campino durissimo con il sindaco Germani

La Libreria dei Sette chiude il 24 dicembre. Campino durissimo con il sindaco Germani

Attualità, Commercio, Cultura, Top0
Questa volta Riccardo Campino non ha sventolato lo spauracchio della chiusura della Libreria dei Sette. Questa volta la Libreria dei Sette abbassa le saracinesche il prossimo 24 dicembre. Giusto il tempo di acquistare le classiche Strenne e poi la chiusura. Sono partite le lettere di licenziamento per tutti i dipendenti dal 31 dicembre. Campino ha spiegato che l’esposizione verso fornitori e banche ha toccato i 100 mila euro, troppo per un’attività come quelle libraria dai margini risicati e con vendite in calo almeno sui canali tradizionali. Campino si è tolto poi un grande sassolino dalla scarpa rispondendo direttamente al sindaco accusato di aver atteso 600 giorni dal primo appello e che ancora una soluzione non l’ha concretizzata. Troppo tempo per un ampliamento della licenza a ca
Chiude la Libreria dei Sette, saluto alla città

Chiude la Libreria dei Sette, saluto alla città

Attualità, Città, Commercio, Focus1
Sabato 24 novembre, alle 11.30, nell’atrio del Palazzo dei Sette, Riccardo Campino, il titolare della storica Libreria dei Sette in un incontro pubblico annuncerà la prossima chiusura definitiva dell’attività, prevista per il prossimo 24 dicembre, spiegando le ragioni che hanno portato a questa decisone Tra 30 giorni, esattamente la sera del 24 dicembre, abbasserà i battenti la storica Libreria dei Sette di Orvieto, aperta nel lontano 1922 al civico 85 di Corso Cavour e quindi prossima al secolo di vita e da 24 anni gestita dai fratelli Campino, che l’hanno ampliata all’interno del Palazzo dei Sette, trasformandola in un vero e proprio polo di produzione culturale a favore del territorio e dei tanti visitatori che ne apprezzano l’offerta complessiva, fatta di circa 20.000 volumi e di un
Centro storico più fruibile per le Festività. Confcommercio chiede parcheggi gratuiti per turisti e residenti

Centro storico più fruibile per le Festività. Confcommercio chiede parcheggi gratuiti per turisti e residenti

Attualità, Città, Commercio, Top0, Turismo
L’obiettivo è quello di rendere il centro storico più accessibile e più facilmente fruibile, da turisti e residenti, in occasione delle prossime Festività. Confcommercio di Orvieto ha perciò chiesto all’Amministrazione comunale di attivare gli strumenti a sua disposizione perché questo obiettivo possa essere raggiunto, nell’interesse dell’intera comunità orvietana. In una lettera indirizzata al sindaco Giuseppe Germani, il presidente di Confcommercio Orvieto Giuseppe Santi, a nome degli altri Consiglieri della organizzazione e degli imprenditori associati, ha chiesto all’Amministrazione comunale di rendere gratuiti per turisti e residenti, nel periodo che precede le Festività natalizie e per il periodo dei saldi, i parcheggi di Piazza delle Armi e del piano superiore di Campo della Fier
Dentro la Città – Cotigni e Vincenti sulle nuove modalità di carico-scarico nel centro storico

Dentro la Città – Cotigni e Vincenti sulle nuove modalità di carico-scarico nel centro storico

Attualità, Città, Commercio, Dentro la Città, Top0, Video
Carico / Scarico Merci nel Centro Storico: da Lunedì 12 novembre entra in vigore la modifica della regolamentazione delle fasce orarie  • I provvedimenti avranno un periodo sperimentale di 30 giorni e saranno definitivi dal 13 dicembre 2018  Dopo la fase partecipativa svolta con le associazioni di categoria e gli operatori commerciali del Centro Storico, l’Amministrazione Comunale dà il via alla nuova regolamentazione delle fasce orarie di carico/scarico merci nelle Z.T.L. di Corso Cavour (dal Teatro Mancinelli a Piazza della Repubblica), Via Soliana, Via Maitani, Piazza Duomo, Via Duomo, Via della Costituente e Piazza del Popolo che entrerà in vigore da Lunedì 12 novembre 2018. La precedente ordinanza sindacale n. 35716 del 10 ottobre 2007 è pertanto modificata secondo la s
Andrea Sacripanti, bene regolamentare il carico e scarico ma rimettiamo dei parcheggi a piazza del Popolo

Andrea Sacripanti, bene regolamentare il carico e scarico ma rimettiamo dei parcheggi a piazza del Popolo

Attualità, Città, Commercio, Economia, Focus2, Politica
Il consigliere del Gruppo Misto, Andrea Sacripanti, ha presentato un’interrogazione sulla nuova disciplina di carico e scarico merci che entrerà in vigore il 12 novembre e che prevede la creazione di ulteriori 14 stalli commerciali per una sosta di 60 minuti.  Questi stalli troveranno posto a Piazza Ippolito Scalza, Piazza Ascanio Vitozzi, Piazza Vivaria, Piazza Chaen ed altro, andando a sottrarre spazi destinati al parcheggio ordinario della auto.  Secondo Sacripanti dopo la chiusura di Piazza del Popolo, che ha comportato la perdita di una cinquantina di posti auto, le nuove disposizioni rischiano di creare ulteriori problemi in particolare ai residenti e ai visitatori che troveranno sempre meno parcheggi liberi e a pagamento. Sempre secondo il consigliere del Gruppo Misto, la chiusur
Proposta di nuovo Regolamento per Mercato e Ambulanti

Proposta di nuovo Regolamento per Mercato e Ambulanti

Attualità, Città, Commercio, Top0, TopNews
Nell’ambito di un incontro molto partecipato che si è svolto venerdì scorso presso la Sala Consiliare, l’Amministrazione ha incontrato le categorie dei commercianti su suolo pubblico per presentare la proposta del nuovo regolamento comunale che disciplinerà il commercio su area pubblica, ovvero: i mercati, le fiere e il commercio ambulante. Nel corso della riunione, l’Assessore al Commercio Roberta Cotigni ha illustrato ad una folta platea composta da associazioni di categoria competenti ed operatori del commercio in sede fissa, i motivi ed i principi ispiratori che sottendono al nuovo regolamento. La proposta di regolamento che verrà sottoposto all’approvazione del Consiglio Comunale ha riscosso piena adesione. Le novità del regolamento sono state illustrate dall’estensore dello
Il Comune apre il dialogo con gli operatori su carico e scarico ma intanto partono i lavori di adeguamento

Il Comune apre il dialogo con gli operatori su carico e scarico ma intanto partono i lavori di adeguamento

Attualità, Città, Commercio, Lavoro, Top0, TopNews, Turismo
Venerdì 2 novembre i rappresentanti delle attività produttive sono stati invitati dall'assessore Andrea Vicenti e dall'assessore Roberta Cotigni per discutere delle variazioni nelle operazioni di carico e scarico merci che partiranno il 12 novembre.  Gli operatori hanno rappresentato le difficoltà di questa nuova disciplina e hanno chiesto che la finestra della mattina venga mantenuta per evitare inutili aggravi di costi e difficoltà nell'approvvigionamento delle merci.  Da parte dell'amministrazione c'è stata una certa disponibilità tanto che, ma manca l'ufficialità, si sarebbe arrivati al compromesso di una deroga in particolare per il food fino alle 10 di mattina.  Intanto, nonostante le evidenti criticità e l'apertura di una discussione nella giornata del 5 novembre sono iniziati i lav
Popups Powered By : XYZScripts.com