Commercio

CNA Umbria e credito 4.0, convenzione con la piattaforma di crowfounding Eppela per le imprese

CNA Umbria e credito 4.0, convenzione con la piattaforma di crowfounding Eppela per le imprese

Commercio, Economia, Focus1
Cna Umbria, in collaborazione con Fidimpresa hanno organizzato un confronto su “Credito 4.0. Nuovi strumenti finanziari per le imprese” che è stata l’occasione per riunire relatori di rilievo nazionale a Perugia.  Roberto Giannangeli, direttore di CNA Umbria nel suo intervento ha sintetizzato così il problema, “accesso al credito bancario? Per le micro e piccole imprese le difficoltà continuano a essere tante. Per tornare a crescere occorre puntare sull’applicazione della ‘lettera R’ della legge Bassanini e sulla costruzione di una filiera della garanzia che coinvolga i confidi, Gepafin e il Fondo centrale di Garanzia”. A discutere di credito, legge Bassanini e nuovi strumenti finanziari sono stati chiamati Federico Ghizzoni, presidente di Rothschild&Co e già ad di Unicredit, Ma
Missione a Jeonju in Corea per Germani e il segretario generale di Cittaslow Oliveti per presentare Orvieto modello slow e hi-tech

Missione a Jeonju in Corea per Germani e il segretario generale di Cittaslow Oliveti per presentare Orvieto modello slow e hi-tech

Agricoltura, Ambiente, Associazionismo, Attualità, Città, Commercio, Cultura, Enogastronomia, Focus2, OPT, Persone, Turismo
Il Forum annuale di Cittaslow si terrà quest'anno a Jeonju in Corea del Sud dal 22 al 26 ottobre e su invito della delegazione coreana, che a luglio ha visitato Orvieto, interverranno il sindaco Giuseppe Germani e il segretario generale di Cittaslow International, Piergiorgio Oliveti.  E' sicuramente un appuntamento rilevante per far conoscere Orvieto in Corea e ai rappresentanti delle altre città slow presenti all'evento.  Oliveti ha sottolineato che "attualmente la Corea del Sud conta 16 città slow e proprio Jeonju è quella che si avvicina di più ad Orvieto". Durante l'appuntamento annuale delle Cittaslow i rappresentanti della tante realtà affronteranno temi importanti come la qualità della vita e delle politiche sociali dal punto di vista slow, e sempre Oliveti spiega"parleremo di t
Santi, Confcommercio: “Più che i divieti, al centro storico di Orvieto servono azioni di rilancio”

Santi, Confcommercio: “Più che i divieti, al centro storico di Orvieto servono azioni di rilancio”

Attualità, Città, Commercio, Lavoro, Top0
“Non siamo pregiudizialmente contrari a misure che riducono la presenza di veicoli nel centro storico; ma siamo più che convinti che queste misure non siano sufficienti a rilanciare questa area, come invece si dovrebbe”. Giuseppe Santi, presidente di Confcommercio Orvieto, commenta così la notizia diramata dal Comune di Orvieto, che dal 12 novembre prossimo vieterà il transito veicolare alle operazioni di carico/scarico delle merci in alcune vie e piazze del centro storico. “Possiamo riconoscere che oggi c’è in effetti un abuso di questo genere di attività, ma per valorizzare il nostro bellissimo centro storico non sono sufficienti i divieti. Occorre invece lavorare, in collaborazione con le forse economiche e sociali della città, a un progetto finalizzato ad imprimere un caratter
Dal 12 novembre cambia il carico/scarico in parte del centro storico.  Ma come e chi ne subirà le conseguenze?

Dal 12 novembre cambia il carico/scarico in parte del centro storico. Ma come e chi ne subirà le conseguenze?

Città, Commercio, Lavoro, Persone, Politica, Top0, Turismo
Il 12 novembre parte la nuova disciplina nel carico/scarico merci in alcune aree del centro storico.  Cerchiamo di fare chiarezza in merito.  Le aree completamente interdette al traffico commerciale, compresi i corrieri, riguardano Corso Cavour dal Teatro Mancinelli a piazza della Repubblica, tutta via Duomo, Piazza Duomo, via della Costituente e Piazza del Popolo.  Per quanto riguarda piazza del Popolo bisogna ricordare che già attualmente il traffico commerciale è interdetto.  Ci saranno eccezioni queste regole?  Dalla pubblicazione della delibera non si evincono particolari eccezioni se non per i servizi di pubblica utilità, forze dell’ordine e mezzi di soccorso e disabili.  Per gli altri?  Probabilmente in sede di ordinanze prevarrà il buon senso soprattutto per gli alimentari freschi
Dal 12 novembre stop quasi totale ai mezzi tra Mancinelli, Duomo e Piazza del Popolo

Dal 12 novembre stop quasi totale ai mezzi tra Mancinelli, Duomo e Piazza del Popolo

Ambiente, Città, Commercio, OPT, Politica, Top0, Turismo
L’amministrazione comunale torna ad occuparsi di viabilità e di vivibilità del centro storico.  Dal prossimo 12 novembre sarà vietato il transito per il carico e scarico merci il tratto già ZTL di corso Cavour tra il Mancinelli e piazza della Repubblica, piazza Duomo, via Duomo, via della Costituente e Piazza del Popolo.  In tutta quest’area sarà comunque garantito il transito sia ai residenti che alle categorie autorizzate.  “Quest’ultimo provvedimento, si legge in un comunicato del Comune, rientra nel progetto per l’attuazione della IV fase della mobilità alternativa approvato in consiglio comunale nel 2006, subordinato all’adozione dei varchi elettronici per l’accessi ad alcuni settori del centro storico disciplinati da ZTL e alla regolamentazione del carico/scarico merci”. La ch
Un nuovo passo avanti per “Orvieto Centro” con wifi libero, marketing, progetti e innovazione

Un nuovo passo avanti per “Orvieto Centro” con wifi libero, marketing, progetti e innovazione

Associazionismo, Città, Commercio, Economia, Focus2, OPT, Orvieto per Tutti, TopNews, Turismo, Turismo
Si è completata, con l'invio della rendicontazione delle spese sostenute per l'attuazione del progetto comune (CCN) e dei progetti privati, la fase terminale che ha visto 25 imprese del Centro Storico di Orvieto coinvolte e particolarmente attive in ottemperanza alle disposizioni di cui al Bando Regionale pubblicato il 10 agosto 2016. Tale bando, cui si è partecipato con istanza del 3/10/2016, grazie al supporto tecnico logistico indispensabile e prezioso di Confcommercio Umbria, prevedeva infatti contributi a fondo perduto variabili dal 20 al 50% per gli investimenti privati e del 60% per quelli relativi alla realizzazione del progetto Comune.  Il totale dell'importo dell'investimento realizzato è stato pari a circa 202 mila, suddiviso in 53,5 mila euro per la parte comune e in 148,5 m
Zone pedonali sì ma…per rifiuti, corrieri e altro no e i turisti non gradiscono

Zone pedonali sì ma…per rifiuti, corrieri e altro no e i turisti non gradiscono

Città, Commercio, Focus2, Opinioni, TopNews, Turismo
Immondizia e rifiuti sono i tormentoni del centro storico.  Il ritiro dei rifiuti avviene in orari che spesso contrastano con le esigenze di una città turistica mentre l’immondizia esposta in ogni angolo del centro senza un apparente criterio.  Poi sappiamo tutti che un criterio c’è con tanto di “app” che avverte quando esporre i mastelli.  Anche i commercianti espongono i loro rifiuti così come indicato nei regolamenti.  I ristoranti fanno bella mostra di bidoni più o meno pieni sempre così come indica il regolamento.  Non solo, nel caso degli esercizi di somministrazione anche la ASL impone che non possano essere conservati i bidoni dei rifiuti se non c’è uno spazio apposito.  Così il risultato è un triste effetto arlecchino degli scorci anche suggestivi ma senza colpe.  Ma come ci si
Consorzio Vini. La ricerca scientifica per una migliore valorizzazione dell’Orvieto

Consorzio Vini. La ricerca scientifica per una migliore valorizzazione dell’Orvieto

Attualità, Città, Commercio, TopNews
Gli enologi del consorzio, con bollicine e vini fermi, alla riscoperta di un territorio complesso tra tradizione e nuove giovani idee.   Il Consorzio Tutela vini di Orvieto, tramite il proprio Comitato Scientifico, ha promosso un progetto di ricerca finalizzato a incoraggiare e dare spazio a nuove idee per esprimere appieno le potenzialità di un territorio unico per vocazione vitivinicola e complessità. La sperimentazione inizierà con la vendemmia 2018, dove si getteranno le basi di un progetto di spumantizzazione dell’Orvieto e uno studio sull’influenza della differente natura dei terreni del territorio sul gusto e sulle caratteristiche del vino di Orvieto. Il lavoro è in realtà iniziato già da qualche mese ad opera di un team di giovani enologi coordinati dal presidente de
Marco Sciarra, “cinque mesi sono passati ma ancora nessun provvedimento per i pedoni in via della Cava”

Marco Sciarra, “cinque mesi sono passati ma ancora nessun provvedimento per i pedoni in via della Cava”

Città, Commercio, Politica, Top0, Turismo
Cinque mesi fa Marco Sciarra annunciò di aver inviato al Prefetto di Terni una PEC per segnalare i problemi di via della Cava, in particolare il forte aumento del traffico veicolare dopo la paventata attivazione del varco elettronico di via Malabranca. Durante il burrascoso incontro tra amministrazione comunale e commercianti, che abbiamo trasmesso in diretta, lo stesso Sciarra espose con esattezza le problematiche senza ottenere risposte concrete ma solo ipotesi fra le quali ricordiamo l’ascensore in vetro tra via della Cava e via Malabranca.  Dopo cinque mesi, ancora nulla e Marco Sciarra ha deciso di ricordarlo in un post facebook.  Nel frattempo, sempre sulla stessa strada sono stati posati i cavi della fibra ottica con conseguenti avvallamenti ma a distanza di tanto tempo “dalla pr
Massimo Gnagnarini, conoscere Orvieto per governarla

Massimo Gnagnarini, conoscere Orvieto per governarla

Attualità, Città, Commercio, Economia, Focus1, Lavoro, Opinioni, Politica, TopNews, Turismo
Una serie di luoghi comuni e di fake news su come funziona o non funziona Orvieto rischiano di alimentare false piste inutili e dannose per disegnare correttamente il futuro della città. Turismo mordi e fuggi? Falso. A Orvieto funzionano circa 300 alloggi turistici che vengono ceduti con contratti mediamente settimanali. Commercio in coma profondo? Falso. A Orvieto ogni mille abitanti ci sono 25,3 esercizi contro un analogo valore medio regionale pari a 23,1. Redditi in calo? Falso. A Orvieto la percentuale dei contribuenti che dichiara oltre 55.000 euro di reddito è del 4,1% contro un valore medio regionale della medesima fascia pari al 3,3%. Disoccupazione in crescita? Falso. Orvieto con un 8,4% è il sistema locale del lavoro meno penalizzato rispetto a quelli limitrofi. (Chi
Popups Powered By : XYZScripts.com