Castel Giorgio

Andrea Garbini è il candidato alle regionali nella lista di Fratelli d’Italia

Andrea Garbini è il candidato alle regionali nella lista di Fratelli d’Italia

Castel Giorgio, Elezioni, Focus1, Politica, Regionali 2019
Inizia ad essere affollato il panorama dei candidati orvietani alle regionali per quanto riguarda il centro-destra.  Dopo Fella e Sacripanti, in rigoroso ordine di apparizione è ora la volta di Fratelli d'Italia che ha scelto Andrea Garbini, attualmente sindaco di Castel Giorgio.  Da tempo i vertici del partito di Giorgia Meloni si sono messi a lavoro per convincere il riottoso Garbini che poi alla fine ha ceduto decidendo per la candidatura a servizio del territorio.  Il sindaco ha sicuramente esperienza e potrebbe portare la questione ambientale in primo piano a partire dalla complessa questione della geotermia che ha ricevuto il via libera da parte del governo nonostante la contrarietà di gran parte della comunità locale e di quelle dei territori limitrofi fino a Bolsena.  Altra questio
Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no.  Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no. Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Ambiente, Castel Giorgio, Economia, OPT, Top0, TopNews
La decisione presa dal governo di autorizzare la realizzazione dell'impianto geotermico all'Alfina ha aperto uno scontro durissimo tra gli amministratori locali, i vari partiti di maggioranza e minoranza e le associazioni imprenditoriali che, una dopo l'altra, hanno dichiarato la loro apertura nei confronti dell'imprenditore che ha deciso di scommettere su Castel Giorgio.  Dopo Assocave e Confartigianato è la volta di Confindustria Orvieto.  Il presidente Francesco Lanzi ha prima di tutto sottolineato come "la società che ha proposto l'investimento abbia ottenuto le autorizzazioni necessarie.  Credo che sia arrivato il momento di aprire un confronto costruttivo tra tutte le componenti della comunità per individuare soluzioni condivise nell'interesse generale". Uno dei compiti di
Franco Raimondo Barbabella, “sulla geotermia la politica sceglie la protesta e non governa il territorio”

Franco Raimondo Barbabella, “sulla geotermia la politica sceglie la protesta e non governa il territorio”

Ambiente, Castel Giorgio, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo a firma Franco Raimondo Barbabella, "Nuovi Orizzonti per Orvieto", una interessante nota sull'intera questione della geotermia di Castel Giorgio che riportiamo di seguito integralmente.   Partiamo dai dati di fatto. 1. Dopo anni di studi e discussioni pure documentate e approfondite non si è approdati ad alcuna certezza risolutiva, né tecnico-scientifica né tanto meno politico-strategica. 2. Ogni soggetto sembra voler andare per conto suo ignorando gli altri, anzi nei fatti prevalgono, soprattutto a livello politico-decisionale, ambiguità ed inganni. 3. La regione Umbria ne è il simbolo, sia nella componente di governo che in quella di opposizione. 4. I sindaci si allineano ai movimenti ecologisti ma non elaborano nessuna posizione che suoni come strategia
Confartigianato Terni, “sulla geotermia la politica ha scelto la strada della convenienza”

Confartigianato Terni, “sulla geotermia la politica ha scelto la strada della convenienza”

Castel Giorgio, Focus1, Politica, Varie
Confartigianato Imprese Terni riguardo la vicenda dell’impianto geotermico di Castel Giorgio rileva con preoccupazione che anche questa volta su questioni cruciali per il territorio e lo sviluppo locale non si riesce ad uscire da contrapposizioni astratte e posizioni di mera convenienza politica.  E’ compito delle istituzioni politiche, nel quadro degli interessi generali, tutelare l’ambiente e i territori, ma anche lo sviluppo locale e le imprese che rispettano le norme e seguono le procedure previste. Per questi motivi sarebbe più consona un’azione delle istituzioni locali volta a favorire un dialogo proficuo tra imprese e comunità locali, che favorisca una composizione virtuosa degli interessi legittimi sia economici che ambientali e dia le massime garanzie, piuttosto che rischiare d
Durissimo attacco di Umberto Garbini ai parlamentari umbri della Lega sulla questione geotermia

Durissimo attacco di Umberto Garbini ai parlamentari umbri della Lega sulla questione geotermia

Ambiente, Castel Giorgio, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo un comunicato a firma Umberto Garbini, presidente del consiglio comunale di Orvieto e capogruppo di Fratelli d'Italia che replica piuttosto duramente alle dichiarazioni dei parlamentari della Lega sulla spinosissima questione della geotermia all'Alfina.   Per gli onorevoli della Lega espressione del territorio umbro sarebbe il caso di tacere in tale circostanza. La decisione presa dal consiglio dei ministri in data 31 luglio 2019 in merito alla realizzazione dell’impianto geotermico è frutto della volontà congiunta dei membri del governo Conte, nel quale non siedono soltanto i ministri in quota Movimento 5 Stelle, ma anche gli esponenti della Lega.  Scrivere oggi un comunicato, manifesto di impotenza politica di una classe dirigente di un partito incapace
‘Si’ del Governo alla Geotermia a Castel Giorgio

‘Si’ del Governo alla Geotermia a Castel Giorgio

Ambiente, Area Vasta, Castel Giorgio, Top0, TopNews
Il Consiglio dei Ministri, ai sensi dell’articolo 14-quater della legge 7 agosto 1990, n. 241, udito l’assessore Antonio Bartolini in rappresentanza della Regione Umbria, ha deliberato di superare la mancata intesa della Regione e, conseguentemente, di consentire la prosecuzione del procedimento di realizzazione dell’impianto pilota denominato “Castel Giorgio” per ricerca di risorse geotermiche sito nel Comune di Castel Giorgio (TR), proposto da ITW LKW Geotermia Italia S.p.a.
Castel Giorgio, sindaco Garbini: “No all’impianto geotermico o avvieremo azioni legali”

Castel Giorgio, sindaco Garbini: “No all’impianto geotermico o avvieremo azioni legali”

Ambiente, Area Vasta, Castel Giorgio, Top0, TopNews
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Andrea Garbini – Sindaco di Castel Giorgio (da TusciaWeb)  Con una lettera di sei pagine il primo cittadino di Castel Giorgio, Andrea Garbini, invita i membri del Consiglio dei ministri a “respingere il progetto” dell’impianto geotermico che si dovrebbe realizzare sull’Alfina. Alla luce della convocazione di mercoledì 31 luglio, il primo cittadino del comune dove dovrebbe nascere l’impianto pilota rompe gli indugi e riversa in un dettagliato documento tutte le preoccupazioni dei castelgiorgesi e degli abitanti dei comuni limitrofi. L’attacco più duro è rivolto proprio alla commissione che avrebbe dovuto valutare il progetto. “Come si può ancora dare credibilità a una commissione Via il cui presidente di allora e attuale, Guido Monteforte Specch
Trema l’Alfina. Scossa di terremoto, intensità 1,8 Richter

Trema l’Alfina. Scossa di terremoto, intensità 1,8 Richter

Ambiente, Area Vasta, Attualità, Castel Giorgio, Città, Focus2
La terra ha tremato, nel pomeriggio di venerdì 26 luglio 2019 nell'Orvietano. Per la precisione si è trattato di una scossa di magnitudo 1,8 della scala Richter che è stata registrata dai sismografi alle 17.36 a Castel Giorgio. Secondo le rilevazioni, la profondità è di 12,1 chilometri. L’epicentro, secondo il sistema di localizzazione dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è stato lo stesso di quello registrato nel 2016, collocato nell’area limitrofa del cosiddetto “Soffione”, uno degli storici pozzi che l’Enel aveva aperto per lo sviluppo delle attività energetiche. Non si registrano danni né conseguenze particolari.  
La Sottosegretario Vannia Gava ha mantenuto la promessa scrivendo al governo su Geotermia e discarica Le Crete

La Sottosegretario Vannia Gava ha mantenuto la promessa scrivendo al governo su Geotermia e discarica Le Crete

Agricoltura, Ambiente, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Città, Politica, Top0, Tuscia
Il 12 novembre il Sottosegretario all’Ambiente, Vannia Gava della Lega, durante un incontro con gli amministratori e le associazioni ambientaliste dell’Alfina aveva promesso un personale impegno sulla questione.  A distanza di pochi giorni Gava ha preso carta e penna e ha scritto, come aveva spiegato a Orvieto durante l’incontro con i cittadini, e ha scritto alla presidenza del consiglio dei ministri.  Vannia Gava è venuta in Umbria e si era soffermata proprio a Castel Giorgio e Orvieto per focalizzarsi su geotermia e discarica Le Crete e al suo ritorno a Roma ha immediatamente scritto per chiedere al governo di rivalutare la questione la questione del “progetto pilota impianto geotermico del comune di Castel Giorgio”. Nel testo della missiva, Gava spiega che “nel corso della giornata d
Il Sottosegretario Vannia Gava, “ascoltare gli amministratori su geotermia e discarica”

Il Sottosegretario Vannia Gava, “ascoltare gli amministratori su geotermia e discarica”

Agricoltura, Ambiente, Area Vasta, Attualità, Castel Giorgio, Città, Politica, Top0
Giornata orvietana per il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, Vannia Gava, che si è confrontata con gli amministratori e i cittadini su due questioni spinose e di stretta attualità: geotermia e discarica.  Vannia Gava era accompagnata dal Senatore Luca Briziarelli, e dall’Onorevole Virginio Caparvi, ambedue della Lega.  Sulla geotermia la rappresentante del governo è stata piuttosto chiara. “dopo avere ascoltato gli amministratori, tutti contrari, e aver preso visione di alcuni studi tecnico-scientifici, mi sono fatta l’opinione che le geotermia – ha dichiarato durante l’incontro con le associazioni nella sala consiliare di Orvieto – sia da ripensare sul territorio anche se la Lega non è per il no sempre e su tutto, ma bisogna valutare bene i contraccolpi sul territorio.  Per quest
Popups Powered By : XYZScripts.com