Area Vasta

Lettera aperta ai sindaci dalle associazioni ambientaliste, al sit-in del 21 venite con la fascia tricolore

Lettera aperta ai sindaci dalle associazioni ambientaliste, al sit-in del 21 venite con la fascia tricolore

Allerona, Ambiente, Area Vasta, Attualità, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Città, Fabro, Ficulle, Focus1, Parrano, Porano, San Venanzo
LETTERA APERTA AI SINDACI DEL COMPRENSORIO ORVIETANO Pregiatissimi, la nostra Regione vorrebbe risolvere i problemi di smaltimento dei rifiuti ampliando la discarica sulla collina di fronte al Duomo di Orvieto facendo, ancora una volta, un atto di forza contro la volontà del consiglio comunale di Orvieto che per ben due volte ha dichiarato di essere contrario a qualsiasi ulteriore ampliamento della discarica Le Crete, non ultima la seduta del 26 marzo, data del consiglio comunale, nel quale è stato confermato il voto unanime del già espresso e precedente parere negativo rispetto a qualsiasi tipo di ampliamento del secondo calanco delle Crete e contro quanto disposto dalla Soprintendenza che, nel 2015, negò la realizzazione di “ogni progetto” di ampliamento presso quel sito. In
“Allerona verso lo sviluppo di comunità”. Approvato dal consiglio comunale il documento

“Allerona verso lo sviluppo di comunità”. Approvato dal consiglio comunale il documento

Allerona, Area Vasta
Il Consiglio Comunale di Allerona nella seduta del 15/03/2018, con votazione unanime, ha approvato il documento “Allerona verso lo sviluppo di comunità”. Si tratta di un documento elaborato e realizzato con la partecipazione di professionisti che operano nel campo antropologico, ambientale, agricolo, turistico e paesaggistico la cui realizzazione è avvenuta non con una superficiale valutazione della realtà alleronese ma al contrario è stato sviluppato con una profonda ricerca e un attento studio che ha preso in esame la storia del nostro territorio, la situazione esistente e le possibilità di sviluppo per il futuro. In questo documento sono state valutate tutte le risorse del Comune ma l’attenzione si è soffermata in particolar modo sul patrimonio demaniale dello Stato e della Regione. A q
La prima insalata raccolta in Antartide anche con l’aiuto dell’Ibaf, del Cnr di Porano

La prima insalata raccolta in Antartide anche con l’aiuto dell’Ibaf, del Cnr di Porano

Ambiente, Focus1, Porano, Tecnologia
In un ambiente estremo come quello del continente bianco, l'orto, chiamato Mobile Test Facility (Mtf), permette di sperimentare la possibilità di coltivare ortaggi per gli astronauti del futuro. "L'Antartide è stata scelta perché simula le condizioni di una base lunare o marziana, soprattutto per l'isolamento e le temperature rigide", ha detto all'ANSA Alberto Battistelli, dell'Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale (Ibaf) del Cnr. Per tutto il 2018 si sperimenteranno due orti costruiti nello stesso modulo: "uno più piccolo pensato per la Stazione Spaziale e per i veicoli che porteranno gli astronauti su Marte, e uno più grande, per le basi".  Le verdure raccolte sono state coltivate nell'orto più grande, che ha prodotto 3,6 chilogrammi tra insalata e rucola, 18 cetrioli e 70 r
Parco Culturale dell’Alfina, iniziano a farsi sentire i contrari e quelli che temono per i loro beni

Parco Culturale dell’Alfina, iniziano a farsi sentire i contrari e quelli che temono per i loro beni

Agricoltura, Ambiente, Attualità, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Economia, Focus1, TopNews, Turismo
In silenzio, piano piano va avanti il progetto di Parco Culturale dell’Alfina, che andrebbe a incidere nell’area che va da Sugano fino a Castel Giorgio e Castel Viscardo.  L’idea è nata da alcune decine di residenti che vogliono tutelare la zona da impianti di colture intensive.  Infatti proprio nell’area si sta piantumando una coltivazione boschiva.  Alcuni residenti temono per l’equilibrio dell’ecosistema ed allora hanno iniziato a manifestare e soprattutto a inviare esposti e appelli. Alla fine anche il Comune di Orvieto ha deciso di agire ed ha iniziato a pensare alla creazione del Parco Culturale. E’ nel Prg e, come spiegato in un comunicato del 2017, “il Parco Culturale è uno strumento utile per accrescere il livello di responsabilità, per produrre buone pratiche, nuove consapevol
Turismo, presentato in Provincia biglietto unico rete piccoli musei

Turismo, presentato in Provincia biglietto unico rete piccoli musei

Area Vasta, Baschi, Focus1
E’ stato presentato stamattina, giovedì 15 marzo, in Provincia il biglietto unico per i cinque piccoli musei fra amerino e alto Lazio facenti parte delle Città della Rete dei Musei Umbro-Laziale composta da Amelia, Lugnano in Teverina, Montecchio, Baschi e Civita di Bagnoregio nel Lazio. L’acquisto del ticket, è stato spiegato dai promotori in conferenza stampa, dà diritto alla visita al Museo dei mosaici e del vino di Palazzo Venturelli di Amelia, al Museo Piero Taruffi di Bagnoregio, al Museo civico di Lugnano in Teverina, al Museo dell’olio di Montecchio e al Museo dell’Ovo Pinto di Civitella del Lago (Baschi). Il via ufficiale verrà dato dalla "Staffetta podistica e automotocavalcata delle Città della Rete” la cui data, inizialmente prevista per domenica, è stata posticipata al
Sicurezza pubblica, il Comune di Porano incontra l’Arma dei Carabinieri

Sicurezza pubblica, il Comune di Porano incontra l’Arma dei Carabinieri

Area Vasta, Focus1, Porano
Si è tenuto nei giorni scorsi l'incontro sulla sicurezza pubblica organizzato dal Comune di Porano con l’Arma dei Carabinieri alla presenza del Comandante della compagnia di Orvieto Tenente Giuseppe Viviano e del Maresciallo Giuseppe Marigliano, Comandante della stazione di Porano. Una riunione operativa organizzata in seguito alla serie di furti negli appartamenti che si sono registrati in particolare nel mese di gennaio in vari comuni del comprensorio, non risparmiando nemmeno Porano. I rappresentanti dell’Arma hanno illustrato, anche con l’ausilio di filmati e distribuzione di brochure ai presenti, le più frequenti tecniche di raggiro e di atti di microcriminalità utilizzate comunemente dai malviventi, invitando la cittadinanza a prestare particolare attenzione e collaborare attiv
Venerdì 16 marzo a Parrano la presentazione del Bollettino sulla situazione economica e sociale dell’Area orvietana 2017

Venerdì 16 marzo a Parrano la presentazione del Bollettino sulla situazione economica e sociale dell’Area orvietana 2017

Area Vasta, Attualità, Città, Commercio, Economia, Eventi, Focus1, Lavoro, Tecnologia, Turismo
Venerdì 16 marzo alle 21 al Centro documentazione di Parrano, per iniziativa congiunta dell'amministrazione comunale parranese e della Fondazione per il Centro studi "Città di Orvieto" (Csco), sarà presentato il Bollettino sulla situazione economica e sociale dell'Area orvietana # 2017 . Saranno presenti la vicesindaco Patrizia Patrizi, Matteo Tonelli, presidente della Fondazione Csco e i relatori Antonio Rossetti, vice presidente della stessa fondazione e coordinatore, insieme a Meri Ripalvella e Paolo Borrello, del gruppo di redazione del Bollettino, e Alberto Graziani. Dopo una pausa di otto anni, nel 2016 come è noto, il Comune di Orvieto e la Fondazione per il Csco hanno ripreso l'esperienza del Bollettino sulla situazione economica e sociale dell'Area orvietana, al fine di disporre
Decaduti i permessi di ricerca di risorse geotermiche a “Montalfina” e “Monterubiaglio”

Decaduti i permessi di ricerca di risorse geotermiche a “Montalfina” e “Monterubiaglio”

Allerona, Ambiente, Area Vasta, Attualità, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Città, Focus1
Giovedì 7 marzo sono state pubblicate sul Bollettino ufficiale della Regione Umbria (Serie generale numero 10) le determine della "Direzione regionale Governo del territorio e paesaggio. Protezione Civile, infrastrutture e mobilità - Servizio risorse idriche e rischio idraulico" numeri 1790 e 1791 del 23 febbraio 2018. Con questi si dichiara rispettivamente la decadenza della Società Tosco Geo S.r.l. di Arezzo dal permesso di ricerca per risorse geotermiche denominato "Montalfina" nei comuni di Castel Giorgio e Orvieto e da quello denominato "Monterubiaglio" limitatamente alle attività preliminari di tipo investigativo superficiale, su un'area di 36.20 chilometri nel territorio della provincia di Terni, nei comuni di Allerona, Castel Viscardo, Orvieto e Castel Giorgio, entrambi rilasciati
E’ morto a Orvieto il grande documentarista italiano Folco Quilici

E’ morto a Orvieto il grande documentarista italiano Folco Quilici

Ambiente, Cultura, Ficulle, Top0, TopNews
E’ morto a Orvieto il grande documentarista italiano Folco Quilici.  Originario di Ferrara il suo nome è strettamente legato alla coscienza ecologica e ambientale degli italiani.  I suoi docufilm hanno permesso a intere generazioni di conoscere approfonditamente i luoghi nascosti, i danni dell’uomo, la riserve naturali, gli animali in via d’estinzione, sempre con un occhio di riguardo per l’Italia. Folco Quilici stava nella sua casa di Ficulle quando per un malore è stato ricoverano all’ospedale di Orvieto dove è morto sabato 24 febbraio.  Aveva 87 anni e il prossimo aprile avrebbe toccato quota 88.  Quilici se ne è andato silenziosamente ma ha lasciato in eredità i suoi fil e documentari che parlano più di tante parole.  Anche il ministro Dario Franceschini ha espresso il suo cordoglio
Popups Powered By : XYZScripts.com