Autore: Stefano Olimpieri - Gruppo consiliare Identità e Territorio

Olimpieri: “Stop alla riforma delle Comunità Montane”

Olimpieri: “Stop alla riforma delle Comunità Montane”

Attualità, Focus2, Opinioni
Riceviamo e pubblichiamo a firma Stefano Olimpieri - consigliere comunale La vicenda assolutamente assurda del voto in merito alle dimissioni della Marini impone obbligatoriamente un rallentamento alla procedura che ha per oggetto la gestione commissariale delle Comunità Montane. Anche perché l’urgenza che le Istituzioni regionali avevano messo in campo per costruire ad hoc questo commissariamento - cucito secondo alcune esigenze politiche e di potere – non sono più attuali, visto che i tempi di vita della Giunta regionale si sono, seppur di poco, allungati. Tra l’altro aspettare qualche settimana in più per fare le cose per bene sarebbe auspicabile, soprattutto alla luce degli otto anni che sono ormai trascorsi da quando la Regione ha dato inizio alla riforma delle stesse Comunità M
Olimpieri, “sulla riforma delle Comunità Montane, un silenzio assordante”

Olimpieri, “sulla riforma delle Comunità Montane, un silenzio assordante”

Agricoltura, Ambiente, Animali, Focus2, Politica
Sono passati ormai otto anni da quando la Regione ha dato inizio alla riforma delle Comunità Montane dell’Umbria. Una riforma che aveva previsto la costituzione dell’Agenzia Forestale ed all’interno della quale erano confluiti - dalle stesse C.M. - circa 600 unità lavorative tra operai e tecnici. La ratio della riforma si fondava sulla necessità di chiudere le Comunità Montane ma, a distanza di otto anni, la situazione è ancora drammaticamente in piedi: in questi anni le Comunità Montane, seppur depurate dal costo del personale e con entrate fresche derivanti da operazioni di vendita di importanti beni immobiliari, hanno migliorato alcuni fondamentali economico-finanziari, ma risultano avere ancora bilanci in “rosso”. Con una scelta assolutamente incomprensibile, le Istituzioni regional
Olimpieri, “il bilancio preventivo si doveva approvare entro il 31 ma ancora non abbiamo i documenti”. Che succederà?

Olimpieri, “il bilancio preventivo si doveva approvare entro il 31 ma ancora non abbiamo i documenti”. Che succederà?

Economia, Focus2, Politica
Riceviamo e pubblichiamo una nota del consigliere comunale Stefano Olimpieri sul bilancio preventivo che ancora non è stato approvato dall'assise comunale.  Sono scaduti tutti i termini e ora la prima data utile per la discussione è il 18 aprile.   Germani, sindaco e assessore al bilancio, aveva fatto approvare un regolamento di contabilità che prevede la presentazione del bilancio preventivo al consiglio comunale entro il 15 novembre dell’anno precedente. Ovviamente il 15 novembre è passato da un pezzo, ma quello che è assolutamente inammissibile è che il bilancio preventivo che doveva essere tassativamente approvato entro il 31 marzo ancora non è stato consegnato ai consiglieri comunali. Se aggiungiamo che l’art. 12 del regolamento di contabilità prevede un termine di venti g
Stefano Olimpieri, “ecco un’altra figuraccia di Germani con la TOSAP a carico degli ambulanti”

Stefano Olimpieri, “ecco un’altra figuraccia di Germani con la TOSAP a carico degli ambulanti”

Focus2, Politica
Riceviamo e pubblichiamo una nota del consigliere comunale Stefano Olimpieri relativo alle cartelle TOSAP consegnate agli ambulanti in questi giorni.  Da accordi con l'amministrazione risulta che sarebbero dovute essere 4 le rate per il pagamento, invece sono rimaste due con lo sconto del 50% per chi paga subito.   Un’altra figuraccia del sindaco Germani: questa volta a subire le conseguenze di questo increscioso modello comportamentale sono stati gli ambulanti. Una categoria, tra l’altro, che in questi anni ha dovuto subire numerose penalizzazioni in conseguenza delle scelte poste in essere dallo stesso Germani. In buona sostanza l’Amministrazione aveva assicurato che la Tosap a carico degli ambulanti sarebbe stata rateizzata in quattro tranche, al fine di andare incontro all
Olimpieri: “Bella figura Sindaco. I bagni del Pozzo inagibili anche il giorno di San Patrizio”

Olimpieri: “Bella figura Sindaco. I bagni del Pozzo inagibili anche il giorno di San Patrizio”

Attualità, Città, Focus2, Opinioni
Riceviamo e pubblichiamo a firma del consigliere comunale Stefano Olimpieri I servizi igienici lungo Viale San Gallo, quello che porta direttamente al Pozzo di San Patrizio, sono inagibili da almeno quattro settimane. Una situazione incresciosa e inaccettabile, se si pensa che sono stati inaugurati appena pochissimi mesi fa, dopo che i lavori per ristrutturarli sono andati avanti per almeno un anno e mezzo. Non è accettabile che dopo poco tempo dall’apertura i bagni siano tornati inagibili. Una responsabilità tutta in capo all’Amministrazione Germani che il sottoscritto Consigliere ha già più volte denunciato con prese di posizione tramite stampa e con un intervento in Consiglio Comunale nella giornata di lunedì 11 marzo. Purtroppo, nonostante le solite inaffidabili rassicurazioni, i bagn
Olimpieri: “Una città allo sbando”

Olimpieri: “Una città allo sbando”

Attualità, Città, Focus2, Opinioni
Riceviamo e pubblichiamo a firma di Stefano Olimpieri (Consigliere Comunale) Mentre Germani e compagni se le stanno dando di Santa ragione per decidere chi dovrà essere il prossimo candidato Sindaco, la città sta scivolando sempre più verso un degrado senza precedenti. Ormai, oltre a continuare nella “sagra delle promesse”, Germani pensa solo a buttare la mondezza sotto il tappeto per nascondere le falle che quotidianamente emergono. Per essere concreti possiamo ricordare due fatti avvenuti in queste ultime settimane: il primo episodio riguarda la incresciosa vicenda della mancanza di energia elettrica al parcheggio del Foro Boario. Infatti, se può capitare che si bruci un trasformatore e salti l’impianto elettrico, non può e non deve accadere che per ore il sistema di emergenza vada i
Stefano Olimpieri chiede impegno per risolvere la situazione di degrado dell’area di Fontanelle di Bardano

Stefano Olimpieri chiede impegno per risolvere la situazione di degrado dell’area di Fontanelle di Bardano

Città, Focus1, Politica
Riceviamo e pubblichiamo una nota di Stefano Olimpieri, consigliere comunale del gruppo Identità e Territorio sulla situazione dell'area artigianale di Fontanelle di Bardano   Non sono bastate le richieste degli imprenditori che operano nell’area di Fontanelle di Bardano, non sono servite le richieste ufficiali avanzate in consiglio comunale nella primavera scorsa ed, ovviamente, non servite a nulla tutte le promesse che il sindaco ha sbandierato durante questi mesi. Fatto sta che il degrado regna sovrano in tutta la zona artigianale di Bardano e gli imprenditori che vi operano vivono in condizioni non dignitose. Strade piene di buche, illuminazione precaria, segnaletica approssimativa: tutto questo non può essere tollerato, soprattutto perché le buone condizioni delle infrastr
Delle AREE INTERNE neanche l’ombra, ma per diffonderne il fallimento si spendono 12.000 euro di soldi pubblici

Delle AREE INTERNE neanche l’ombra, ma per diffonderne il fallimento si spendono 12.000 euro di soldi pubblici

Focus2, Opinioni
Riceviamo e pubblichiamo a firma Stefano Olimpieri (Capo gruppo IDENTITA’ e TERRITORIO) Dello sviluppo promesso con le AREE INTERNE neanche l’ombra, ma per diffonderne il fallimento si spendono 12.000 euro di soldi pubblici Con un provvedimento datato 19 novembre 2018 (Prot. Gen. 43767) il Comune di Orvieto intende affidare un incarico di collaborazione ad un giornalista professionista per divulgare e diffondere le strategie delle AREE INTERNE con una spesa di 12.000 euro. Dato per asserito che il Comune nel proprio organico ha alcune figure aventi il titolo di giornalista, quello che risulta assolutamente inaccettabile è che vengono spesi questi soldi per qualcosa che non esiste. Ma cosa si vuole divulgare se i progetti di queste Aree Interne sono ancora “a carissimo amico”? Ma cosa
Stefano Olimpieri, “dopo la seconda chiama a vuoto per l’ex-ospedale, Germani smascherato”

Stefano Olimpieri, “dopo la seconda chiama a vuoto per l’ex-ospedale, Germani smascherato”

Attualità, Città, Focus1, Politica
Per la seconda volta in sette mesi il bando per la vendita dell’ex-ospedale in piazza Duomo non ha trovato nessun aggiudicatario. Tra l’altro, mentre nella prima asta una proposta venne presentata – poi dichiarata non congrua -, nell’asta di qualche giorno fa non si è presentato nessuno. Un fallimento per il sindaco, visto che da almeno due anni – e fino a pochissime ore fa – dava per certo che la struttura sarebbe diventata una struttura alberghiera extra lusso. In sostanza, Germani ha venduto la pelle dell’orso prima di ucciderlo, a dimostrazione che non aveva nulla di concreto per l’ex-ospedale e che ciò che prometteva era tutta fuffa. Una figuraccia senza pari che denota il pressappochismo con il quale gestisce le questioni che interessano la città. Come si fa, infatti, a parlare di
Germani ed il PD appaltano tutto, anche un portale web per il turismo. Ma il portale c’è già

Germani ed il PD appaltano tutto, anche un portale web per il turismo. Ma il portale c’è già

Attualità, Città, Focus2, Opinioni
Riceviamo e pubblichiamo da Stefano Olimpieri (Capo gruppo IDENTITA’ e TERRITORIO) In fase pre elettorale Germani ed il PD si stanno specializzando nel fare bandi per appaltare ed esternalizzare “di tutto di più”. Adesso vogliono fare un portale web per il turismo dal costo di alcune decine di migliaia di euro. Ma a cosa serve spendere tanti soldi pubblici quando esiste già un portale finanziato e costruito pochissimi anni fa dalla Fondazione Cassa di Risparmio (www.inorvieto.it) che si occupa di turismo e promozione? Perché spendere soldi pubblici per fare un doppione? Se veramente il Comune vuole veicolare al meglio la città tramite canali web e social promuova e si attivi per migliorare il portale attualmente esistente, senza farne un altro che – di fatto – andrà a svolgere le medesime
Popups Powered By : XYZScripts.com