Autore: Alessandro Maria Li Donni

Alle Regionarie del M5S la capolista è l’orvietana Lucia Vergaglia

Alle Regionarie del M5S la capolista è l’orvietana Lucia Vergaglia

Elezioni, Focus1, Politica, Regionali 2019
Oggi 19 settembre è il giorno delle “Regionarie” sulla piattaforma Rousseau del M5S.  Gli iscritti voteranno con massimo due preferenze i candidati per le elezioni del 27 ottobre.  Andando a leggere i nomi ecco la sorpresa, la prima è Lucia Vergaglia, capogruppo in consiglio comunale nella scorsa consiliatura proprio del movimento ispirato da Beppe Grillo. Sembra quindi ormai passata la delusione per il pasticcio delle comunali dello scorso maggio quando, a sorpresa, il M5S non è riuscito a presentare un candidato sindaco e la relativa lista.  Vergaglia rimase fuori dai giochi ma oggi, probabilmente anche per l’aria nuova che tira all’interno del movimento e il ruolo di spicco di Laura Agea fresca di nomina come Sottosegretario agli Affari Europei e molto vicina proprio all’esponente or
Andrea Garbini è il candidato alle regionali nella lista di Fratelli d’Italia

Andrea Garbini è il candidato alle regionali nella lista di Fratelli d’Italia

Castel Giorgio, Elezioni, Focus1, Politica, Regionali 2019
Inizia ad essere affollato il panorama dei candidati orvietani alle regionali per quanto riguarda il centro-destra.  Dopo Fella e Sacripanti, in rigoroso ordine di apparizione è ora la volta di Fratelli d'Italia che ha scelto Andrea Garbini, attualmente sindaco di Castel Giorgio.  Da tempo i vertici del partito di Giorgia Meloni si sono messi a lavoro per convincere il riottoso Garbini che poi alla fine ha ceduto decidendo per la candidatura a servizio del territorio.  Il sindaco ha sicuramente esperienza e potrebbe portare la questione ambientale in primo piano a partire dalla complessa questione della geotermia che ha ricevuto il via libera da parte del governo nonostante la contrarietà di gran parte della comunità locale e di quelle dei territori limitrofi fino a Bolsena.  Altra questio
Frecciarossa, potrebbe essere il turno di Orte.  Orvieto ancora assente e Sacripanti chiede attenzione per i pendolari

Frecciarossa, potrebbe essere il turno di Orte. Orvieto ancora assente e Sacripanti chiede attenzione per i pendolari

Area Vasta, Focus1, Politica
Ci risiamo.  Il treno AV gira intorno ad Orvieto ma non c'è niente da fare proprio non si riesce a farlo fermare.  Stavolta potrebbe essere Orte a vedere il Freciarossa fermarsi con la benedizione, nel caso in cui non dovesse essere Terni la prescelta, della Regione Umbria nella persona dell'assessore Chianella.  Il sindaco di Orte ha deciso di mettere fretta a Trenitalia, anche per evitare brutte sorprese, e ha scritto una lettera al neo-ministro dei Trasporti Paola De Micheli spiegando nel dettaglio in che modo Orte potrebbe entrare nel novero delle stazioni  con il Frecciarossa.  In pratica sono stati individuati due convogli.  Il primo è il 9589 che parte da Milano alle 20.50 e che attualmente ferma a Firenze alle 22,48.  Si potrebbe ipotizzare il prolungamento di questo treno che arri
Sarà Andrea Sacripanti il candidato locale della Lega per le regionali

Sarà Andrea Sacripanti il candidato locale della Lega per le regionali

Focus2, Politica, Regionali 2019
Si stanno chiudendo in questi giorni le liste per le prossime elezioni regionali.  Intorno alla Lega c'era molta attesa per quanto riguarda il nome del candidato locale.  Il partito di Salvini, seppure in calo rispetto alle scorse elezioni europee mantiene saldamente il comando nelle preferenze e inevitabilmente si sono scatenati gli appetiti di molti anche qui in Umbria.  Alla fine sembra averla spuntata Andrea Sacripanti. Da quando Matteo Salvini ha comunicato che il candidato alla presidenza sarebbe stata Donatella Tesei è partita una campagna elettorale continua con il leader che lo troviamo in Umbria spesso per spiegare le tesi della Lega e ricordare perché in Umbria si vota con alcuni mesi di anticipo sul previsto.  Orvieto non ha fatto eccezione con alcuni nomi che hanno iniziato
Stanislao Fella, candidato in Regione per Forza Italia, “non è un cambio di casacca ma un’occasione per far rinascere l’Umbria dopo l’oscurantismo della sinistra”

Stanislao Fella, candidato in Regione per Forza Italia, “non è un cambio di casacca ma un’occasione per far rinascere l’Umbria dopo l’oscurantismo della sinistra”

Politica, Regionali 2019, Top0
Stanislao Fella ha rotto definitivamente gli indugi con Forza Italia annunciando la sua candidatura per le prossime regionali del 27 ottobre.  La sfida sembrava essere ancor più difficile ma la ritrovata unità del centro-destra potrebbe riservare delle sorprese.  Fella, dopo aver incontrato Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli, è pieno di entusiasmo ed è convinto di poter avere un buon risultato nonostante il passaggio dalla Lega a Forza Italia “che non è un cambio di casacca perché rimango all’interno dell’alveo del centro-destra, ma ad una richiesta così importante non avrei potuto dire di no”. Perché ha preso la decisione di candidarsi alle prossime regionali? L’idea di candidarmi c’è sempre stata ed avevo dato la disponibilità perché la ritengo fondamentale nei confronti dell’ele
Ospedale, mancano gli anestesisti ma il concorso è ancora bloccato dopo “Concorsopoli”

Ospedale, mancano gli anestesisti ma il concorso è ancora bloccato dopo “Concorsopoli”

Politica, Salute, Top0, TopNews
L’ospedale Santa Maria della Stella è in sofferenza da tempo.  Non è una questione di qualità delle cure, anzi, ma di personale che manca.  Le conseguenze sono note ormai da tempo a tutti: lunghe liste d’attesa per visite e analisi di ambulatorio e sale operatorie intasate.  Non solo, anche il pronto soccorso è in forte sofferenza e i problemi legati ai codici sono molto probabilmente solo una parte delle criticità. A preoccupare però è sicuramente la situazione degli anestesisti che sono in numero sempre minore e la situazione nei prossimi mesi rischia di divenire insostenibile nonostante l’abnegazione del personale medico.  A inizio settembre il totale degli anestesisti è di 10 unità oltre il primario.  Un numero che a molti potrebbe apparire adeguato per un nosocomio di piccole dimen
Stanislao Fella rompe gli indugi e sceglie Forza Italia per le regionali

Stanislao Fella rompe gli indugi e sceglie Forza Italia per le regionali

Politica, Regionali 2019, Top0, TopNews
Mancano 52 giorni alle elezioni regionali e ancora non si hanno notizie sui candidati locali, o meglio Franco Raimondo Barbabella ha già ufficializzato, a latitare sono i grandi partiti tradizionali.  Ma anche in questo caso abbiamo un’eccezione, si tratta di Stanislao Fella che ha deciso di rompere gli indugi e di scegliere Forza Italia per le prossime elezioni regionali.  Non c’è ancora l’ufficialità da parte di Forza Italia ma, a quanto pare, sul nome di Fella c’è un forte interesse anche da Roma. L’avvocato orvietano ha, a questo  punto, rotto con la Lega che ancora non ha sciolto la riserva sul candidato locale, infatti proprio Fella era tra i possibili candidati insieme ad Andrea Sacripanti, Stefano Olimpieri e una donna, almeno questo riportano le indiscrezioni dei soliti bene infor
Cro, senza territorio avrà un futuro anche con il cambio della guardia?

Cro, senza territorio avrà un futuro anche con il cambio della guardia?

Città, Economia, Focus2, Opinioni, OPT, TopNews
Si sta chiudendo questa lunghissima estate calda che ha visto CRO al centro di un gioco della parti rapido ma intenso con la Fondazione che ha presentato la sua offerta da circa 30 milioni di euro per la banca controllata da BPBari e a inizio estate è spuntato SRI Group di Giulio Gallazzi con la risposta da 60 milioni che ha definitivamente messo out la Fondazione. Nel frattempo a Bari hanno archiviato un 2018 terribile con un bilancio chiuso a -420 milioni circa, quello di CRO chiuso a -30 e un cambio di guida che per la prima volta non vede uno Jacobini alla guida della banca anche se in realtà il presidente sempre parente è. ma il timone lo tiene una vecchia conoscenza della finanza, Vincenzo De Bustis che ha di fatto pilotato l'exit strategy degli Jacobini, almeno di una part
Ex-caserma Piave, nostalgia, sporcizia e l’idea del raduno dei militari e museo foto-video Granatieri e CAR

Ex-caserma Piave, nostalgia, sporcizia e l’idea del raduno dei militari e museo foto-video Granatieri e CAR

Città, OPT, Top0, TopNews
L’ex-caserma Piave è sempre al centro di ogni discussione sul futuro prossimo.  Tanti i progetti, i sogni ma oggi è un pezzo importante di città utilizzata solo in piccola parte e sempre più fatiscente.   In attesa di una destinazione definitiva spuntano spazi concessi ad associazioni e enti alla ricerca di sedi non si sa quanto utilizzate.  Poi altri grandi spazi vengono destinati a magazzini. Poi vedi in giro famiglie che si guardano intorno alla ricerca di una porta, una finestra, una targa.  Sono i militari che ritornano con le loro famiglie per ricordare.  I loro visi li vedi subito perché si velano di malinconia, in parte per il tempo che passa inesorabile e in parte per l’attuale situazione della “Piave”.  Vetri rotti, crepe, umidità, scritte e sudiciume un po’ dappertutto.  La situ
Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no.  Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Francesco Lanzi, Confindustria Orvieto, “non è più tempo dei no. Sulla geotermia si deve aprire un confronto serio e costruttivo”

Ambiente, Castel Giorgio, Economia, OPT, Top0, TopNews
La decisione presa dal governo di autorizzare la realizzazione dell'impianto geotermico all'Alfina ha aperto uno scontro durissimo tra gli amministratori locali, i vari partiti di maggioranza e minoranza e le associazioni imprenditoriali che, una dopo l'altra, hanno dichiarato la loro apertura nei confronti dell'imprenditore che ha deciso di scommettere su Castel Giorgio.  Dopo Assocave e Confartigianato è la volta di Confindustria Orvieto.  Il presidente Francesco Lanzi ha prima di tutto sottolineato come "la società che ha proposto l'investimento abbia ottenuto le autorizzazioni necessarie.  Credo che sia arrivato il momento di aprire un confronto costruttivo tra tutte le componenti della comunità per individuare soluzioni condivise nell'interesse generale". Uno dei compiti di
Popups Powered By : XYZScripts.com