Autore: Alessandro Maria Li Donni

Il senatore Luca Briziarelli, ” nel carcere di Orvieto la situazione è critica”, interrogazione in Parlamento

Il senatore Luca Briziarelli, ” nel carcere di Orvieto la situazione è critica”, interrogazione in Parlamento

Attualità, Città, Focus2
La difficile situazione del carcere di Orvieto arriva in Parlamento grazie a un’interrogazione del senatore umbro, Luca Briziarelli. Il documento è diretto al ministro della Giustizia e fa riferimento alla situazione di difficoltà espressa anche da parte del Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria “nella Casa di Reclusione di Orvieto sussiste, ormai da mesi, una situazione estremamente critica, più volte segnalata dalle organizzazioni sindacali che hanno stigmatizzato le decisioni della direzione – dice il senatore del Carroccio - che non tenendo conto degli accordi e delle relazioni sindacali, hanno tra l'altro determinato la richiesta (ancora inevasa da parte del provveditore regionale) dell'attivazione della commissione arbitrale e la valutazione del ricorso alla magistratura del la
Tre giovani minacciano un ragazzo orvietano”se non mi porti i soldi stasera ti faccio sparire”, arrestati dalla Polizia

Tre giovani minacciano un ragazzo orvietano”se non mi porti i soldi stasera ti faccio sparire”, arrestati dalla Polizia

Città, Cronaca, Top0
I poliziotti della squadra anticrimine e della volante del commissariato di Orvieto hanno tratto in arresto tre giovani, due ragazzi e una ragazza, provenienti dal viterbese.  Un giovane di Orvieto ha chiesto e ottenuto da uno spacciatore della droga hascisch e marijuana senza pagarla.  Lo spacciatore ha minacciato il giovane di Orvieto, "se non mi porti i soldi stasera ti faccio sparire".  Il ragazzo ha telefonato al padre che ha immediatamente avvertito le forze dell'ordine.  La Polizia con il coordinamento del sostituto procuratore Marco Stramaglia ha organizzato un appostamento in una piazza di Orvieto Scalo.  I tre si sono presentati all'appuntamento con il giovane certi di ricevere il pagamento "dovuto", invece si sono ritrovati con gli agenti del commissariato di Orvieto che li hann
CRO, i nuovi proprietari sono Gallazzi e i francesi di Argenthal con la controllata Alkemia

CRO, i nuovi proprietari sono Gallazzi e i francesi di Argenthal con la controllata Alkemia

Città, Economia, Top0
I commissari di Banca Popolare di Bari hanno chiuso la trattativa per la cessione del 73,57% di Cassa di Risparmio di Orvieto ad un pool di investitori.  Tra i nomi si conferma la presenza del finanziare bolognese Giulio Gallazzi ma affiancato da alcuni partner che godono di maggiore solidità finanziaria come il fondo francese Argenthal tramite la controllata Alkemia.  Il fondo d'oltralpe Argenthal controlla la società d'investimenti Alkemia con 1,6 miliardi di equity capital.  Il prezzo finale per la partecipazione di controllo di CRO è di 55,5 milioni di euro, inferiore all'offerta presentata a suo tempo dal finanziere Gallazzi pari a poco più di 60 milioni di euro.  Il closing ufficiale permetterà ai commissari di far entrare in BPBari i 55, 5 milioni di euro. Si chiude così la trava
Spigolature da UJW, il calendario dei Funk-Off ha le date sbagliate

Spigolature da UJW, il calendario dei Funk-Off ha le date sbagliate

Focus1, Musica, Spettacoli, UJW
Il 28 dicembre inizia UJW e Orvieto è già piena.  I turisti passeggiano per le vie del centro e visitano monumenti, presepi e negozi.  Tutto bene.  Poi controllano i vari appuntamenti della kermesse e iniziano a parlottare tra di loro. C'è qualcosa che non quadra, ma cosa?  La macchina organizzativa sembra essere perfetta come ogni anno.  Ogni vetrina ha la sua bottiglia di vino con lo sponsor, i punti informativi sono attivi, i palazzi che ospitano gli eventi quasi completati nell'allestimento.  Allora ti avvicini di più e...ecco svelato l'arcano.  Riguarda i Funk-Off la storica band che tutti, orvietani e non, attendono per passare un'oretta in allegria. Leggiamo, giovedì 28 e venerdì 29 dicembre.  Il turista attento ad ogni piccolezza fa la accia strana, poi un altro, e poi un alt
Dal 2021 partirà la tariffa puntuale dei rifiuti nella provincia di Terni, dubbi e vantaggi per i cittadini

Dal 2021 partirà la tariffa puntuale dei rifiuti nella provincia di Terni, dubbi e vantaggi per i cittadini

Allerona, Ambiente, Area Vasta, Attualità, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Città, Fabro, Ficulle, OPT, Parrano, Porano, Provincia Terni, Top0
E' da tempo che se ne parla ma ora sta per diventare ufficialmente realtà.  La tariffa puntuale per la raccolta dei rifiuti entrerà in vigore a partire da gennaio del 2021 in tutti i 32 comuni della provincia di Terni.  La deliberà è dell'assemblea dell'AURI (Autorità Umbra Rifiuti e Idrico ndr).  L'assessore all'ambiente del Comune di Terni, Benedetta Salvati, ha spiegato che si procederà con la sperimentazione già nel corso del 2020 per preparare sia la ditta che si occupa della raccolta che i cittadini alla novità. Con la raccolta puntuale i vantaggi possibili per i cittadini sono duplici, da una parte, infatti, la raccolta differenziata dovrebbe essere più consapevole e precisa, dall'altra potrebbero generarsi vantaggi tariffari soprattutto per chi saprà adattarsi ad una raccolta so
BPB-CRO, riassunto delle puntate precedenti e possibili scenari futuri

BPB-CRO, riassunto delle puntate precedenti e possibili scenari futuri

Economia, Opinioni, Top0
La questione BPB-CRO è sotto la lente d'ingrandimento delle istituzioni locali, regionali e nazionali.  Si moltiplicano le voci di veloce cessione, di cambio della guardia e chi più ne ha più ne metta.  Proviamo a mettere un po' di ordine nell'intera vicenda. A Bari si sono insediati i commissari nominati da Bankitalia che ora dovranno rilanciare la banca e mettere in moto il processo virtuoso di ricapitalizzazione che gli amministratori precedenti non sono riusciti a innescare.  Si doveva partire con il nuovo piano industriale e la cessione di CRO ma fino al 13 dicembre, il venerdì nero di PopBari, non c'era traccia di mosse di questo tipo, come d'altronde non si riusciva a trovare un partner con cui unirsi per beneficiare dei crediti d'imposta approvati dal precedente governo proprio
Furto all’Eurospin. I ladri fanno saltare in aria la cassaforte con gli incassi del week-end

Furto all’Eurospin. I ladri fanno saltare in aria la cassaforte con gli incassi del week-end

Attualità, Cronaca, Top0
I ladri sono entrati in azione nella notte tra domenica e lunedì per portate a termine il colpo all'Eurospin di Orvieto Scalo.  Sono entrati nei locali intorno alle 2,30 da una porta secondaria e, una volta dentro, hanno fatto saltare in aria la cassaforte interna con una piccola carica esplosiva. I ladri dovrebbero aver messo a segno un buon colpo visto che nella cassaforte c'erano gli incassi del week-end.  A indagare sull'accaduto sono gli agenti del commissariato sotto il coordinamento del dirigente Antonello Calderini.  Gli inquirenti ora stanno esaminando anche le immagini di alcune telecamere sia private che pubbliche presenti nell'intera zona.  Dalle prime evidenze sembrerebbe che questa volta i "pendolari del crimine" siano piuttosto esperti.
Fondazione e CRO ribadiscono che la banca orvietana non è commissariata e anzi in linea con tutti gli indici patrimoniali

Fondazione e CRO ribadiscono che la banca orvietana non è commissariata e anzi in linea con tutti gli indici patrimoniali

Attualità, Città, Economia, Focus1
La Fondazione della Cassa di Risparmio di Orvieto desidera ribadire, ancora una volta, che la procedura di commissariamento, attivata da Banca d’Italia, non è stata estesa alla controllata Cassa di Risparmio di Orvieto. Il CDA, nominato il 27 aprile 2017, continua, pertanto, la sua attività di tutela del patrimonio e, conseguentemente, dei soci e dei clienti, da sempre vicini all’Istituto.  Da questo fondamentale presidio, deriva un’imprescindibile tutela del territorio di riferimento.  Siamo confidenti che, in considerazione, dell’offerta irrevocabile di acquisto della partecipazione di Banca Popolare di Bari in CRO, formalizzata prima dell’apertura dell’Amministrazione Straordinaria, consenta una rapida definizione di questa posizione. I dati finanziari ufficiali, più volte resi pu
Il Venerdì 13 di BPBari.  Banca commissariata e maggioranza divisa al consiglio dei ministri che non decide

Il Venerdì 13 di BPBari. Banca commissariata e maggioranza divisa al consiglio dei ministri che non decide

Attualità, Città, Economia, Top0
E’ stato veramente un venerdì 13 in classico stile horror per la Banca Popolare di Bari ma non solo; il governo traballa e al consiglio dei ministri convocato d’urgenza per discutere e decidere sull’istituto pugliese le forze di maggioranza arrivano divise con Italia Viva che non partecipa in aperta polemica in particolare con il M5S.  Andiamo con ordine.  Nel pomeriggio del 13 Bankitalia rompe gli indugi e convoca il cda della banca per comunicazioni di vigilanza.  Arrivano i commissari straordinari Enrico Ajello e Antonio Blandini con Livia Casale, Francesco Fioretto e Andrea Grosso come componenti del comitato di sorveglianza con l’incarico di presidiare la situazione aziendale, predisporre le attività necessarie alla ricapitalizzazione della banca e per la finalizzazione dei negoziati
Gnagnarini, “chi più spende meno spende”.  Ma i conti non tornano

Gnagnarini, “chi più spende meno spende”. Ma i conti non tornano

Attualità, Cultura, Opinioni, Politica, Teatro Mancinelli, Top0
Riceviamo e pubblichiamo una nota di Massimo Gnagnarini, ex-assessore al bilancio della giunta Germani, sui costi di gestione del Teatro Comunale Luigi Mancinelli.  Di seguito anche la nostra replica perché i conti non sono proprio così e soprattutto anche l'eventuale Azienda Speciale non ha proprio quei costi. Se qualcuno ha pensato che chiudendo la TeMa il Comune risparmierà un mucchio di soldi ha pensato male. In effetti per i servizi finora assicurati alla città dalla defunta Associazione, al netto delle partite di giro di UJW,  il Comune spendeva solo 235.000 euro all’anno ( 60.000 di quota associativa e 175.000 di contributo alla gestione del Teatro Mancinelli) contro i 320.000 euro di soli costi vivi annuali mediamente sostenuti dalla TeMa per svolgere la stagione teatrale di
Popups Powered By : XYZScripts.com