L’amministrazione comunale rinvia al 30 giugno il Canone Unico Patrimoniale e Mercatale

L’amministrazione comunale ha stabilito di differire al 30 giugno, da quella stabilita originariamente il 30 marzo, il termine di pagamento del nuovo Canone Unico Patrimoniale e del Canone Mercatale entrato in vigore dal 1° gennaio 2021 e recentemente approvati dal consiglio comunale nella sessione di approvazione del bilancio di previsione triennale 2021/2023 unitamente ai relativi regolamenti.   Il nuovo Canone Unico Patrimoniale sostituisce, come è noto, la Tassa occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP), l’imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni (ICP DPA). 
“Il rinvio deciso anche alla luce dei recenti provvedimenti governativi – spiega l’Assessore al Bilancio e Tributi, Piergiorgio Pizzo – consentirà agli uffici di poter valutare un software di gestione per il nuovo canone patrimoniale, dove far confluire tutte le vecchie posizioni tributarie ed inserire il nuovo piano tariffario. Pertanto, prima di emettere gli avvisi di pagamento, sarà necessario un controllo puntuale di tutte le posizioni, evitando potenziali disagi ai contribuenti”.

Comments

comments

No Banner to display

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*