Interrogazione al ministro degli Interni della senatrice Pavanelli (M5S) sulla vicenda Opera del Duomo

Sen. Emma Pavanelli (M5S)

La senatrice del M5S, Emma Pavanelli, ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno sulla questione Opera del Duomo. La stessa Pavanelli ha presentato l’interrogazione “per l’importanza che l’Opera del Duomo rappresenta per l’Umbria, gioiello architettonico classificato come Fabbriceria maggiore”  In sostanza la senatrice chiede al ministero di “vigilare sulle corrette procedure eseguite per la nomina dei membri del cda”.  Insomma si torna a parlare del periodo piuttosto complesso che ha attraversato la Fabbriceria durante l’estate e conclusosi proprio recentemente con la nomina del nuovo presidente, Andrea Taddei.

“Secondo quanto scritto nello statuto dell’Opera del Duomo, sono sette i consiglieri che siedono nel cda: due di nomina curiale, cinque di nomina laica attualmente espressi dal ministero dell’Interno, sentito il vescovo. Ma già pochi giorni dopo l’insediamento del nuovo cda, il 29 agosto 2020, all’interno dell’Opera – ricorda la senatrice Pavanelli –  si era creato una forte tensione per la procedura di scelta dei cinque consiglieri nominati dal prefetto di Terni da parte del nuovo vescovo di Orvieto che aveva espresso forte disappunto sui cinque nomi di nomina governativa poiché erano stati cambiati rispetto a quelli in precedenza concordati con il vescovo precedente, nel frattempo andato in pensione.   Contrasti che hanno portato alle dimissioni dei cinque consiglieri “laici” e, finalmente, a fine anno, l’elezione del nuovo cda. Nel frattempo si era verificato il crollo dell’ultima colonnina di destra dal sagrato del Duomo che ha destato preoccupazione sullo stato di tutti gli elementi architettonici della cattedrale in una situazione di estrema incertezza amministrativa e immobilismo dell’Opera del Duomo”.

L’interrogazione arriva proprio quando sembrano essersi calmate le acque e l’Opera del Duomo pronta a ripartire per la sua mission, quella di preservare a tutto tondo il gioiello orvietano, il Duomo.

Comments

comments

No Banner to display

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*