Fase 2, cosa succede il 4 maggio?

➡️ Entra in vigore il 4 maggio il Dpcm del 26 aprile 2020 che aggiorna le misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Le misure resteranno in vigore dal 4 fino al 17 maggio. Nello specifico:

🔴 SPOSTAMENTI
 Vietato trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa da quella in cui ci si trova salvo per ragioni di salute, di lavoro o di assoluta necessità

 Lo spostamento tra regioni è consentito quando è necessario per fare rientro alla propria residenza, al proprio domicilio o alla propria abitazione.

‼️ Raccomandiamo e consigliamo vivamente di comunicare il rientro al medico di famiglia o al Dipartimento di igiene e prevenzione della Usl Umbria 2 al numero 0763/307429.

 Vietato lo spostamento verso abitazioni diverse da quella principale comprese le seconde case utilizzate per la vacanza salvo che per ragioni di necessità o di lavoro

 Si considerano necessari anche gli spostamenti per incontrare congiunti – sempre all’interno della stessa regione – purché venga rispettato il divieto di assembramento, il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni alle vie respiratorie.

 Chi sono i congiunti? Coniugi, partner conviventi, partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge).

 Durante la visita ai congiunti non è possibile organizzare pasti, riunioni di famiglia, momenti conviviali.

➡️ Per gli spostamenti fuori Comune di residenza o domicilio resta l’obbligo dell’autocertificazione
⤵️ Qui il nuovo modello
https://www.interno.gov.it/sites/default/files/allegati/nuovo_modello_autodichiarazione_editabile_maggio_2020.pdf

🔴 PARCHI E GIARDINI
 Resta vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati.

 L’accesso del pubblico ai parchi e ai giardini pubblici è consentito per svolgere attività sportiva individuale. E’ permesso camminare a un metro di distanza, correre a due metri di distanza, Non è permesso creare assembramenti, utilizzare le aree giochi per bambini, svolgere attività ludico-ricreative.

🔴 ATTIVITÀ FISICA E PESCA
 Non è consentito svolgere attività ludico o ricreativa all’aperto.

 È consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per minore o persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o motoria nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di 2 metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività (vedi foto).

 È consentita la pesca sportiva in forma individuale rispettando la distanza di sicurezza.

🔴 CIMITERI E FUNERALI
 È consentito spostarsi nell’ambito della propria regione per far visita nei cimiteri ai defunti. I cimiteri di #Orvieto saranno riaperti a partire da giovedì 7 maggio con orario da lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 18. Domenica dalle 9 alle 12. Sarà consentito l’accesso a una persona per nucleo famigliare, permanenza massima di 30 minuti, bisognerà indossare mascherina e guanti e rispettare la distanza interpersonale di un metro.

 Sono consentite le cerimonie funebri come l’esclusiva partecipazione dei congiunti fino a un massimo di 15 persone indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

🔴 ATTIVITÀ ED ESERCIZI COMMERCIALI
 Restano sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

 Restano sospese le attività commerciali al dettaglio fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate dall’allegato 1 del Dpcm. Restano aperte edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie.

 Consentita la ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) con asporto rispettando la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze dei locali.

 Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie per il confezionamento e per il trasporto.

 Sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti all’interno di stazioni ferroviarie nonché delle aree di servizio e di rifornimento di carburante con esclusione di quelli lungo le autostrade.

 Sospese ancora le attività di parrucchiere, barbieri ed estetisti

➡️ Gli esercizi commerciali la cui attività non è sospesa sono tenuti ad assicurare, oltre alla distanza interpersonale di un metro, che gli ingressi avvengano in modo scaglionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni.

🔴 OBBLIGO DELLE MASCHERINE
➡️ È obbligatorio utilizzare protezione delle vie di respiratore nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Esclusi i bambini sotto ai sei anni e i portatori di disabilità non compatibili con l’utilizzo delle mascherine.

Comments

comments

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*