Viabilità, complanare di Orvieto, via libera da giunta regionale

Via libera dalla Giunta regionale dell’Umbria alla realizzazione della bretella di collegamento dello stabilimento Tk Ast di Terni con la Terni-Rieti e all’integrazione della viabilità complanare nel Comune di Orvieto. Due interventi del valore complessivo di 10,5 milioni di euro previsti nel primo Addendum del Piano Operativo Infrastrutture del Fondo per lo sviluppo la coesione (Fsc) 2014-2020 approvato dal Cipe.

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore Paola Agabiti, nella seduta di oggi ha deliberato l’approvazione dello schema di convenzione che regola i rapporti tra il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Regione Umbria per la messa a disposizione delle risorse e la conseguente realizzazione dei due interventi.

La Giunta regionale assumerà il ruolo di Organismo di coordinamento territoriale per gli interventi previsti dall’Addendum al Piano operativo delle infrastrutture, e, in questa veste, stipulerà le convenzioni con i soggetti attuatori, ovvero il Comune di Terni e quello di Orvieto, per disciplinare tutti gli adempimenti a carico di questi ultimi, e avrà il compito di svolgere tutte le attività connesse ai controlli di primo livello e quelle finalizzate a garantire la corretta alimentazione del Sistema di monitoraggio in termini di documenti e dati inseriti dai soggetti attuatori stessi.

“La delibera approvata dalla Regione – commenta il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani – consente finalmente di sbloccare gli otto milioni di euro destinati al finanziamento del secondo stralcio della complanare. Fondi che erano stati annunciati nel giugno 2018 ma che in realtà abbiamo rischiato di perdere perché dopo gli annunci non erano stati fatti tutti gli atti propedeutici per arrivare allo schema di convenzione con il ministero delle Infrastrutture. Per questo ringraziamo l’assessore regionale ai Trasporti, Enrico Melasecche, che ha celermente attivato gli uffici affinché si arrivasse a questo importante risultato. Nei prossimi giorni si procederà alla firma della convenzione. Abbiamo già attivato lo studio di fattibilità e successivamente procederemo alla progettazione per arrivare verosimilmente a cantierare l’opera nel giro di tre anni. Una infrastruttura, questa, che consentirà di risolvere definitivamente il problema del traffico pesante che attraversa oggi i centri abitati di Orvieto scalo e Sferracavallo”.

 

 

Comments

comments

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*