Sferracavallo, dal 25 novembre cambia tutto per la circolazione dei mezzi pesanti, obblighi e divieti

Questo articolo è stato letto 215 volte
Al fine di mitigare i problemi relativi al continuo transito, soprattutto dei mezzi pesanti lungo Via Arno nel centro abitato di Sferracavallo, l’Amministrazione Comunale modifica l’attuale disciplina ed istituisce il divieto di transito ai mezzi pesanti sulla S.S. 71 (rotatoria via Angelo Costanzi) con deviazione sulla S.P. 12 Bagnorese e l’obbligo di svolta a sinistra sulla S.P. 56 alla rotatoria di Sferracavallo in direzione Orvieto Scalo – A1. Tutti i mezzi pesanti diretti verso Viterbo continueranno a salire lungo Via Arno.
Nello specifico, il provvedimento, in vigore da lunedì 25 novembre prevede di: 
 
Istituire il divieto di transito al km. 33+900 della S.S.71 all’altezza della rotatoria di Via Angelo Costanzi in direzione S.P. 56 per Sferracavallo, per i mezzi con massa limite complessiva a pieno carico superiore a 50 q. che provengono dalla S.S. 205 Amerina o da Ciconia.
Istituire l’obbligo di svolta a sinistra in direzione Orvieto Scalo – A1, sulla S.P. 56 all’altezza della rotatoria di Sferracavallo per i mezzi con massa limite complessiva a pieno carico superiore a 50 q. provenienti dalla S.P. 99 e S.P. 44;
Consentire il transito a destra, dalla rotatoria di Sferracavallo in direzione S.P. 43 (Via Arno), soltanto ai mezzi con massa limite complessiva a pieno carico superiore a 50 q. diretti sulla S.S.71 direzione Viterbo.
Sono esclusi dal divieto di transito di cui al punto 1), i mezzi di soccorso, i mezzi del Trasporto Pubblico Locale urbano ed extraurbano, i mezzi adibiti alla raccolta differenziata, tutti i mezzi con massa limiti superiore a 50 q. per carico e scarico merci e carburanti  presso le attività presenti in Via Angelo Costanzi ed in Via Sette Martiri.
Eventuali necessità di transito in deroga al divieto suddetto potranno essere richieste al Comando della Polizia Locale di Orvieto che, valutate le motivazioni potrà rilasciare specifica autorizzazione in deroga.
“Il provvedimento adottato – spiega l’assessore alla Viabilità e Traffico, Carlo Moscatelli – scaturisce dalle numerose segnalazioni pervenute dai residenti di Via Arno a Sferracavallo i quali, dopo la disciplina emanata nel giugno 2017 dalla Provincia di Terni e dal Comune, attualmente in vigore, sebbene finalizzata a dare risposte alle criticità connesse alla viabilità dei mezzi pesanti nel centro abitato di Orvieto Scalo, ha fatto emergere, tuttavia, varie problematiche relative al continuo transito dei mezzi pesanti in salita su Via Arno causando forti rumori, vibrazioni e sollevamento di polveri. Problemi che il costituito Comitato Cittadino dei residenti di Via Arno già allora evidenziò chiedendo verifiche e soluzioni alternative”.
“Il Comune, attraverso gli uffici preposti, ha quindi attivato tutte le procedure volte a verificare tali problematiche, chiedendo anche l’intervento di ARPA Umbria per il monitoraggio acustico, dal quale è stato evidenziato un superamento dei limiti di rumorosità specie nelle ore notturne.
Dopo gli incontri con il Comitato Cittadino di Sferracavallo e quello di Orvieto Scalo – aggiunge – è emersa la necessità di adottare delle soluzioni che modificassero l’attuale viabilità dei mezzi pesanti, ma al tempo stesso mantenessero la sicurezza della pubblica incolumità relativa al traffico nei due centri abitati è stata così valutata la possibilità di invertire l’attuale circolazione dei mezzi pesanti con massa limite complessiva a pieno carico superiore a 50 q. che attraversano i due centri abitati. Soluzione che è stata concordata e condivisa da tutti e che ha avuto il nulla osta dell’ANAS, Ente proprietario della S.S. 71. Per l’adozione dei provvedimenti di competenza la nuova disciplina è stata comunicata anche alla Provincia di Terni, Ente proprietario della S.P. 56″.
 
“Il provvedimento – conclude – è il primo intervento sulla viabilità del quartiere di Sferracavallo a tutela della sicurezza e della vivibilità, a cui seguiranno l’istituzione della ‘Zona 30’ e la realizzazione del passaggio pedonale protetto in via Po, a cui l’Amministrazione darà seguito non appena effettuati i lavori di manutenzione del manto stradale da parte della Provincia di Terni su via Arno e la SP 56”.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com