Cortometraggi vincitori di “Orvieto Cinema Fest” 2

Questo articolo è stato letto 228 volte
I cortometraggi vincitori della 2^ edizione di Orvieto Cinema Fest   
• Il testimone passa ora al Festival del Dialogo #6 sul tema “Cambiamenti climatici: verso il punto di non ritorno. Sfide locali e sfide globali” – Orvieto, 18 / 20 ottobre Palazzo del Popolo 
Anche la seconda edizione di Orvieto Cinema Festfestival di cortometraggi ha confermato il gradimento del pubblico e nella serata conclusiva di sabato 5 ottobre in un Teatro Mancinelli al completo, ha decretato i vincitori delle 4 categorie in concorso.
Ideata da due giovani orvietane, Stefania Fausto e Sara Carpinelli e realizzata con l’associazione Apertamente Orvieto, dal 2 al 5 ottobre la manifestazione ha regalato al pubblico un programma  ricco con tre i giorni di proiezioni gratuite e diversi appuntamenti “off” per una selezione di qualità e dal respiro internazionale.
Soddisfazione da parte degli organizzatori, che stanno già lavorando all’edizione 2020, con l’obiettivo di proseguire in questa direzione, contribuendo a rendere Orvieto una meta di riferimento per registi e distribuzioni internazionali.
La selezione finale dei corti è stata molto accurata. Al traguardo finale ne sono giunti 30 selezionati tra i 651 arrivati da 40 Paesi: 19 su 30 i corti stranieri, 9 le registe donne in gara.
I titoli vincitori rispecchiano a pieno l’identità e lo scopo del festival, ovvero: valorizzare il formato del cortometraggio nel nostro Paese e dare visibilità a nomi nuovi del panorama cinematografico italiano e internazionale.
La giuria, composta da Daniele Ciprì, regista, sceneggiatore e direttore della fotografia, Chiara Grizzaffi, docente e accademica del cinema, Gianluca Guzzo, giornalista e fondatore di MyMovies, e Assaf Machnes, regista, ha premiato:
– categoria Best NationalThe Role di Farnoosh Samadi – Iran/Italia
– categoria Best InternationalL’Annee du Robot di Yves Gellie – Francia
– categoria Best AnimationLost and Found di Andrew Goldsmith, Bradley Slabe – Australia
– categoria Best Theme Short -Environment and Climate ChangeLet’s Go to Antarctica! Di Gonzaga Manso – Spagna
premi speciali sono andati a:
– Premio Miglior Colonna SonoraLost and Found di Andrew Goldsmith, Bradley Slabe  – Australia
– Premio pubblicoOne Small Step di Bobby Pontillas e Andrew Chesworth – USA/China
– Premio speciale MyMoviesSupereroi senza Superpoteri di Beatrice Baldacci
– Premio speciale AIR3Il nostro tempo di Veronica Spedicati
Durante i vari appuntamenti è stata costante l’attenzione per l’ambiente e la sostenibilità: questioni prioritarie e al centro della categoria Best Theme di questa edizione 2019, scelte in continuità con il Festival del Dialogo, di cui Orvieto Cinema Fest è parte integrante, Festival giunto alla 6^ edizione che si terrà dal 18 al 20 ottobre al Palazzo del Popolo di Orvieto sul tema “Cambiamenti climatici: verso il punto di non ritorno. Sfide locali e sfide globali”.
Il contest per illustratori #Thereisnoplanetb a tema ambientale è stata l’altra novità di Orvieto Cinema Fest 2019. Le 16 illustrazioni finaliste, infatti, sono state protagoniste del catalogo ed esposte in Teatro durante i giorni dell’evento.
La giuria del contest, composta da Finnano Fenno, Momusso, Silvia Osella e Celeste Caiello, ha deciso di premiare col primo posto l’artista Anna Pustovaya.
Cornice perfetta delle proiezioni finali il Teatro Mancinelli e l’esibizione live della band orvietana Metarmonica, accompagnata per l’occasione da un quartetto di archi.
Il festival Orvieto Cinema Fest patrocinato da: Commissione Europea, Regione Umbria, Comune di Orvieto, Pubblicità Progresso, Umbria Film Commission, si propone come un progetto indipendente e completamente autofinanziato ed è frutto del desiderio di far vivere nella realtà orvietana lo spirito innovativo di un gruppo di amici uniti dalla passione per l’arte cinematografica.
Desiderio che è stato riportato anche negli incontri con gli studenti di cinque classi delle scuole superiori della città che, nelle mattinate di venerdì e sabato, hanno partecipato a due workshop presso il Liceo “Ettore Majorana” e l’IIS ACP- Liceo Artistico. Con loro, il regista Giulio Tonincelli ha ripercorso la propria formazione, analizzando lo sviluppo e la realizzazione del suo cortometraggio Happy Today.

 

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com