Stagione teatrale in stand-by. Il sindaco, “Ora affrontiamo la situazione TeMa come non è stato mai fatto”

Questo articolo è stato letto 495 volte

TeMa torna alla ribalta.  Questa volta sono i rumors sempre più insistenti che la stagione teatrale sia bloccata.  Il cda dell’associazione che gestisce il teatro di regola deve firmare la stagione che poi viene approvata dal Comune.  Stando alle voci di bene informati manca il primo passaggio.  Eppure a giugno con una mega conferenza stampa la stessa TeMa aveva presentato in anteprima alcuni prestigiosi ospiti della stagione e Pino Strabioli, ottimo responsabile della direzione artistica, aveva anche sottolineato la presenza di spettacoli con protagonisti come Monica Guerritore e Filippo Timi.  Da allora è calato il più assoluto silenzio sul prossimo futuro del Teatro.  Siamo ormai a ottobre e, di solito, lo spettacolo del Lirico sperimentale di Spoleto fa da apertura dell’anno teatrale.  Invece nulla di tutto ciò.  Silenzio assordante rotto solo per annunciare lo spettacolo del 23 ottobre dedicato a Gianni Rodari e la data zero del nuovo tour musicale di Nek.

Pino Strabioli ha confermato che la stagione teatrale è già pianificata e si attende il via libera per procedere con le conferme”.  Questa la versione ufficiale.  Per il resto il cda è estremamente silenzioso e con un presidente dimissionario.  Cosa si attende?  Il rinnovo di una parte del cda?  E’ molto più probabile che si attenda una soluzione definitiva dell’annoso problema di TeMa: il debito pregresso nei confronti di fornitori, enti e compagnie teatrali.  Il sindaco Roberta Tardani ha spiegato che “è giunto il momento di affrontare per bene la situazione, finalmente.  Per questo motivo abbiamo chiesto l’aiuto di un consulente che ci inquadri l’attuale situazione finanziaria dell’associazione e che individui delle strade percorribili per il futuro”.  Sempre il sindaco ribadisce e sottolinea con forza che “TeMa significa attività culturale della città, personale ed economia locale, tre voci fondamentali che abbiamo il dovere di tutelare ma in maniera seria e definitiva”.

Le nubi sul prossimo futuro di TeMa si addensano e, sempre i soliti bene informati, indicano che entro la prossima settimana verrà assolutamente individuata una soluzione almeno per quanto riguarda la stagione teatrale mentre per l’associazione i tempi saranno leggermente più lunghi perché il professionista che verrà scelto dovrà effettuare un’approfondita ricognizione sui conti prima di presentare le eventuali soluzioni alla giunta.

 

Il nostro articolo per la presentazione della stagione teatrale 2019/20

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com