Confartigianato Terni, “sulla geotermia la politica ha scelto la strada della convenienza”

Questo articolo è stato letto 152 volte

Confartigianato Imprese Terni riguardo la vicenda dell’impianto geotermico di Castel Giorgio rileva con preoccupazione che anche questa volta su questioni cruciali per il territorio e lo sviluppo locale non si riesce ad uscire da contrapposizioni astratte e posizioni di mera convenienza politica.  E’ compito delle istituzioni politiche, nel quadro degli interessi generali, tutelare l’ambiente e i territori, ma anche lo sviluppo locale e le imprese che rispettano le norme e seguono le procedure previste.

Per questi motivi sarebbe più consona un’azione delle istituzioni locali volta a favorire un dialogo proficuo tra imprese e comunità locali, che favorisca una composizione virtuosa degli interessi legittimi sia economici che ambientali e dia le massime garanzie, piuttosto che rischiare di alimentare preconcetti, contrapposizioni ed estenuanti procedure giudiziarie, che potrebbero ottenere il solo risultato di rimettere la chiusura della vicenda a poteri sovraordinati, inevitabilmente più lontani dalle esigenze e sensibilità locali.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com