L’assessore Angelo Ranchino incontra tutti i rappresentanti delle attività produttive orvietane

Questo articolo è stato letto 166 volte

Maratona di incontri nella giornata di lunedì 8 luglio, tra il neo assessore alle attività produttive e sviluppo economico, Angelo Ranchino e i rappresentanti delle varie associazioni delle categorie economiche e produttive del

territorio.

I tavoli di confronto che si sono tenuti nella Sala delle Quattro Virtù sono iniziati con gli esponenti dell’area commercio e del comparto industria e artigianato con le organizzazioni: Cna Umbria, in persona di Claudio Pagliaccia, Confartigianato Orvieto, in persona di Simone Formiconi e Andrea Carli, Confcommercio Terni, in persona di Giuseppe Santi, Confindustria Umbria, in persona di Francesco Lanzi, Massimo Perali per l’Associazione Orvieto per tutti.
Nel pomeriggio è stata la volta, invece, dell’incontro con i responsabili di Confagricoltura Umbria, Paolo Maiolini, per l’area agricoltura, seguìto da quello con i referenti del Settore Alberghiero ed Extralberghiero rappresentato dalle sigle di categoria: Federalberghi, con Stefano Martucci, e Abba Orvieto (che associa i bed&break della città), con la presenza del presidente, Giuseppe Ricci, e dei consiglieri Daniele Morroni e Monia Pieroni. Presente anche Paolo Li Donni, responsabile di Orvieto Eventi – Tandem spa, attuale gestore del Palazzo dei Congressi.
“E’ stata una giornata intensa, finalizzata a conoscere dai diretti interlocutori dei comparti produttivi del nostro territorio le principali criticità e potenzialità, che debbono essere interpretate con azioni mirate da parte dell’Amministrazione Comunale” spiega l’assessore alle attività produttive e sviluppo economico, Angelo Ranchino, che prosegue: “ho già riferito al sindaco l’esito di questo primo confronto, che ritengo molto costruttivo ed essenziale per il ruolo che mi è stato assegnato, e dal quale saranno tratti gli argomenti principali dell’azione amministrativa, affinché la medesima sia quanto più concreta ed aderente alle necessità effettive degli operatori.
E’ l’avvio di un dialogo che auspico sia sempre serrato, avendo l’amministrazione lo scopo specifico di porsi al servizio dei cittadini tutti, e tra di essi principalmente delle categorie produttive”.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *