Moscatelli risponde a Germani: “quale spot? nostre legittime richieste”

Questo articolo è stato letto 936 volte
Riceviamo e pubblichiamo da Carlo Moscatelli, candidato consigliere comunale
Sono costretto mio malgrado a intervenire sulle dichiarazioni del sindaco Giuseppe Germani che mi chiama in causa nella sua risposta all’appello delle società Atletica Libertas Orvieto, Orvietana Calcio e Tennis 90 sulla questione della gestione dello stadio Luigi Muzi. 
Mi auguro che si tratti solamente dell’ennesimo scivolone del suo staff anche perché l’unica altra giustificazione delle sue parole potrebbe essere ricondotta alla stanchezza accumulata in questa campagna elettorale.
Ricondurre a uno “spot elettorale”, questo sì in maniera strumentale, le legittime richieste di tre importanti società sportive della città appare veramente scorretto così come profondamente grave sminuire la rappresentanza di tre storiche società che contano complessivamente quasi 700 iscritti e che esistevano prima che il sindaco nascesse e che continueranno ad esserci anche in futuro qualsiasi sia il sindaco che guiderà la città. 

In merito alla gestione del bando, le tre società si sono limitate a fotografare la situazione che si è venuta a creare in questi anni. Atletica Libertas Orvieto, Orvietana calcio e Tennis 90 aspettavamo il bando per la gestione dell’impianto entro il 10 settembre 2018 come era stato promesso nel corso di incontri ufficiali. In mancanza di questo le società si sono adeguate e si sono sobbarcate il costo di una serie di manutenzioni e interventi.

Pensavamo di aver compreso male ma le sue dichiarazioni non fanno altro che confermare quanto ascoltato nel corso di un incontro elettorale pubblico nel quale lei, sindaco, ha cercato di addossare sulle società sportive la responsabilità della mancata pubblicazione del bando. 

In conclusione mi sento di condividere e ribadire l’appello fatto dalle tre società sportive, nell’interesse in primis dell’amministrazione comunale. Sono certo che non mancherà la collaborazione fra queste tre realtà che più di altre utilizzano lo stadio Muzi e le posso assicurare che non sarà questo maldestro attacco personale a minare la credibilità di una persona che in questi anni ha profuso sul campo il massimo impegno per lo sport e per la città di Orvieto. 

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com