Wine Show raddoppia, a Todi summer edition a Orvieto l’edizione invernale

Questo articolo è stato letto 293 volte

Il 7, 8 e 9 giugno torna la mostra mercato con 100 cantine da tutta Italia
e location indimenticabili per esaltare l’esperienza della degustazione
Tre giorni, due edizioni, uno spettacolo lungo un anno. Il Wine Show cresce e si consolida
con un ritorno al passato e uno sguardo al futuro nella quarta edizione della manifestazione
presentata oggi a Verona nel corso del Vinitaly.

Confermata la splendida location della passata edizione, la città di Todi, che il 7, 8 e 9 giugno ospiterà la summer edition dell’evento cui seguirà il 7, 8 e 9 dicembre una winter edition a Orvieto, al palazzo del
Capitano del Popolo, che segna il ritorno a casa della rassegna enogastronomica partita nel
2016 proprio all’ombra del Duomo.

Un connubio tra due perle dell’Umbria, accomunate da una storia passata e recente,
sintetizzato nei due calici incrociati che compongono il nuovo logo del Wine Show che
sottolinea una volta di più lo spirito della manifestazione: la convivialità e l’emozione nella
condivisione di un bicchiere di vino, la valorizzazione e l’esaltazione di un prodotto
attraverso l’incontro e il confronto tra i territori. Il tutto con un unico obiettivo, la promozione
di luoghi capaci di amplificare in maniera unica l’esperienza della degustazione.

Nella summer edition di Todi confermato l’ormai consolidato appuntamento principale
intorno al quale si muove la rassegna, la mostra mercato di sabato 8 e domenica 9 giugno
nella Sala del Consiglio e nella Sala delle Pietre con 100 produttori provenienti da tutta
Italia e 700 etichette in degustazione. A questo si aggiungerà un’anteprima venerdì 7
giugno al Nido dell’Aquila con uno show cooking di gala, guidato dalla “chef della
passione”, Catia Ciofo affacciati sull’Umbria da una delle terrazze più suggestive mai viste.
Protagonisti i vini della Doc di Todi in collaborazione con l’associazione “Todi Terra di
vino” che raccoglie tutti i produttori del territorio, nata recentemente anche sulla scorta del
grande successo della scorsa edizione di Wine Show.

Nel corso della serata di apertura – altra novitĂ  della quarta edizione – saranno consegnati
quattro premi assegnati da una giuria di tecnici ed esperti del settore vitivinicolo e della
comunicazione. Il premio #BeWine, mutuato dall’hashtag che accompagna la
comunicazione social dell’evento, sarà assegnato in due categorie: al produttore che ha
saputo meglio esaltare nel vino le caratteristiche del suo territorio e al giornalista-blogger di
settore che ha saputo raccontare in maniera piĂą emozionante questo meraviglioso mondo.
Un terzo riconoscimento, il “Wine Lab Award”, andrà alla realtà che maggiormente si è
distinta nell’innovazione del modo di produrre, commercializzare o promuovere il vino
mentre il premio “NOW – Not Only Wine” guarderĂ  a tutto quello che gira intorno al mondo
del vino.

Nella quarta edizione si rafforza il gemellaggio con la Puglia e il Due Mari Wine Fest di
Taranto che sabato 8 giugno sarà il protagonista dell’imperdibile “Sunset Wine” al Nido
dell’Aquila, un aperitivo-degustazione davanti a un tramonto indimenticabile. Qui l’eco della
pizzica lascerĂ  spazio a una emozionante esibizione di tango sul patio del chiostro
unendo idealmente terre lontane ma legate dal filo della passione.
Una contaminazione che caratterizza anche il “Wine Show Off” con la degustazione di
birre artigianali che quest’anno si prende la serata di sabato e sarà accompagnata da un
concerto swing in piazza del Popolo.

Al Nido dell’Aquila si concentreranno invece tutte le iniziative collaterali alla mostra mercato.
Qui si svolgerà il “Wine Tour”, formula anche questa sperimentata con successo nelle
ultime due edizioni, con la degustazione dei vini delle quattro strade dell’Umbria unita alla
visita del museo lapidario della cittĂ  di Todi e al racconto della storia della cittĂ  piĂą vivibile
del Mondo. Qui si terranno anche le due masterclass: “Doc Excellence”, dedicata ai vini di
Todi, e “Un4gettable”, una degustazione assolutamente da non perdere con i quattro
migliori vini del Mondo secondo la classifica decretata dalla “bibbia” del settore, la
prestigiosa rivista internazionale “Wine Spectator”. Un focus di approfondimento sarà
invece dedicato ai vini biodinamici. Grandi cerimonieri di Wine Show, anche quest’anno e
ancora una volta insieme tanto da farne un tratto distintivo ed esclusivo della
manifestazione, i sommelier di Ais e Fisar che si alterneranno nelle varie iniziative
dell’evento.

“Dopo quattro anni è venuto il momento di diventare grandi – commenta il fondatore
Alberto Crispo – ed il segno è che abbiamo cominciato a lavorare su una progettualitĂ  a
lungo termine dello sviluppo del format. Aver portato lo scorso anno la manifestazione a
Todi ha rappresentato per noi una svolta per la disponibilità e l’accoglienza che abbiamo
trovato, tornare a Orvieto con una edizione invernale ci ricorda uno dei motivi per cui è nato
il Wine Show vale a dire creare sinergie e momenti di confronto”.

“Saranno due edizioni diverse ma complementari – spiegano da Tandem Spa, nuovo partner dell’evento – con un unico pay off, “Un sorso al cuore”, mutuato dalla scorsa edizione, che diventerĂ  il messaggio stabile del nuovo Wine Show che dal cuore verde dell’Umbria lancia un invito universale al divertirsi bevendo insieme immersi nella bellezza di luoghi e territori unici. Sin dall’inizio questa manifestazione
è nata come esperienza di scambio e confronto ed è nostra intenzione sviluppare
ulteriormente l’attività di gemellaggio ampliandola nel 2020 ad happening internazionali
dove promuovere in contesti particolari il nostro territorio e i nostri vini. Facendo di Wine
Show una rassegna itinerante concepita come un agile ed efficace veicolo di marketing
territoriale”.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com