Roberta Tardani: “la sicurezza sarà una priorità del nostro governo”

Questo articolo è stato letto 415 volte

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del candidato sindaco del centro-destra, Roberta Tardani sulla sicurezza nel territorio orvietano.  Tardani spiega a grandi linee quali saranno i provvedimenti in caso di vittoria per arginare furti e truffe a Orvieto

 

Una escalation di furti e truffe come gli orvietani non avevano mai conosciuto. Da tempo, la questione sicurezza ha assunto dimensioni preoccupanti in tutto l’orvietano, archiviando l’immagine e la rassicurante consapevolezza di vivere in un’isola felice. Per questo motivo, Roberta Tardani sta predisponendo alcune iniziative concrete che faranno parte del programma elettorale della lista “Progetto Orvieto” con lo scopo di intervenire tempestivamente e sistematicamente su questo fronte, coinvolgendo per la prima volta in maniera organica anche l’istituzione comunale nella gestione del problema, a fianco delle forze dell’ordine.

“Il tema sicurezza è stato ignorato per troppo tempo ed ora è arrivato il momento che le istituzioni comunali inizino finalmente a collaborare in maniera sistematica con le forze dell’ordine. ll ripetersi di furti, da quanto ho potuto appurare, ha cause specifiche legate a presenza di gruppi dediti a commettere reati insediati nella vicina provincia di Viterbo, oltre a soggetti che frequentano abitualmente il territorio e a quelli che risiedono qui. In questi giorni ho iniziato una serie di colloqui con alcuni responsabili della sicurezza ed il quadro che si delinea è quello di una situazione preoccupante che non può essere più sottaciuta o ignorata neanche da chi ha responsabilità politiche.

Il nuovo ruolo che svolgerà la mia giunta su questo fronte sarà innanzitutto quello di affidare una delega specifica e di istituire un tavolo di coordinamento permanente tra Comune e forze dell’ordine. La giunta uscente ha fatto solo propaganda, sostenendo di aver installato le telecamere per la videosorveglianza, ma che non sono mai state rese operative per il contrasto al crimine. Realizzeremo subito questo progetto e creeremo un collegamento con gli operatori. Valuteremo anche il miglior utilizzo della polizia municipale in funzione delle indicazioni che ci verranno da chi opera sul campo. Sarà anche necessario lavorare per rendere più stretto il collegamento tra i cittadini e le forze di polizia, così come è indispensabile che il Comune sia sempre pronto a sollecitare il Governo per fronteggiare eventuali carenze di organico o di dotazioni di polizia, carabinieri e finanzieri a cui dobbiamo un ringraziamento colmo di gratitudine per tutto ciò che fanno ogni giorno.

Gli episodi di criminalità stanno togliendo la serenità a troppe persone e noi non ci rassegneremo a vivere con il timore. Sarà necessario agire in modo concreto, ma anche far sapere a tutti che Orvieto è una città sottoposta a stretti controlli da cui è bene che i delinquenti stiano molto alla larga”.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *