Inizia la guerra, Germani attacca Tardani che ha rifiutato il confronto in Tv

Questo articolo è stato letto 630 volte

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma diretta di Giuseppe Germani, candidato sindaco del centro-sinistra, che stigmatizza il comportamento del candidato sindaco di centro-destra, Roberta Tardani, dopo il suo rifiuto alla partecipazione ad un programma televisivo di confronto tra i due schieramenti.  

“Ho ricevuto l’invito da parte di un giornalista locale a partecipare, io e quattro rappresentanti della mia coalizione, a un confronto articolato in cinque trasmissioni.  Abbiamo ritenuto di accettare perché sono previste modalità che garantiscono tutti.  Ma anche perché abbiamo molto da raccontare, di concluso e di avviato, su cui costruire progetti per il futuro della città.

Noi non abbiamo bisogno di promettere, quanto sappiamo fare lo abbiamo dimostrato e lo proponiamo alla città insieme ai progetti necessari per concludere una visione di Orvieto e dell’Orvietano che ha bisogno di tempo per essere completata.

Ma la destra ha rifiutato il confronto, ci comunica il giornalista in questione: “In merito all’iniziativa televisiva proposta e autoprodotta dalla nostra emittente dal titolo “Ieri e Domani, 10 anni di governo verso il futuro”, riguardante l’offerta di cinque spazi gratuiti  riservati alla coalizione di centro destra ed alla coalizione di centro sinistra e in cui vi sarebbe dovuto essere, in ciascuna puntata,  un confronto a due tra esponenti delle singole coalizioni, si comunica che,  non essendo stato accettato il format dalla coalizione di centro destra, il programma è stato annullato.  Tanto si comunica per quanto di competenza ai leader di entrambe le coalizioni.”
Evidentemente l’azione dell’amministrazione che ho guidato è poco attaccabile se questa ghiotta opportunità di avversare le opere compiute e i nostri programmi per il futuro è stata rifiutata dalla destra di Tardani.

È facile parlare da soli e senza contraddittorio, in pubblico, in tv, in interviste sui giornali e lanciare promesse vuote, senza produrre referenze del lavoro già compiuto.
La competenza preoccupa chi non ce l’ha, come a noi preoccupa l’incompetenza manifesta della destra orvietana che pensa di “riprendersi” la città sulla scia del leghismo anziché per proprie qualità.”

Comments

comments


One Comment

  • Massimo Gnagnarini

    SOTTO LA FELPA NIENTE
    La decisione di non presentarsi è stata presa dagli spin doctor della candidata a sindaco i quali, evidentemente, sono ben coscienti della debolezza delle chiacchiere dei candidati della destra.
    Per vincere le elezioni , però, non basta far indossare la felpa salviniana a quattro riciclati dell’attuale consiglio comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com