Foto compromettenti con una giovane donna. In manette 60enne orvietano per estorsione

Questo articolo è stato letto 798 volte

Arrestato sessantenne italiano per estorsione dalla Polizia di Stato di Orvieto. Ha ricattato un anziano con la minaccia di rivelare foto compromettenti che lo ritraevano con una giovane straniera

“Se non mi porti ciò che ti ho ordinato ti strozzo come un coniglio”. Con questa frase, alla quale si è poi aggiunta la minaccia di portare delle foto compromettenti riguardanti atti sessuali consumati con una giovane ragazza, un sessantenne di Bolsena (VT), è riuscito ad estorcere dei soldi ad un orvietano ultrasettantenne che in un primo momento ha ceduto al ricatto, poi ha preso coraggio e si è recato al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto, dove ha illustrato la situazione spiegando di aver già pagato 1.000 euro e chiedendo aiuto alla Polizia di Stato.

Immediatamente, con il coordinamento del Sostituto Procuratore Camilla Coraggio della Procura della Repubblica di Terni, sono scattate le indagini che sono state molto articolate ed approfondite.

Per molti giorni sono stati effettuati degli appostamenti e delle intercettazioni telefoniche che hanno consentito, grazie a numerosi riscontri, di fare luce su un mondo fatto di rapporti sessuali con giovani ragazze straniere da parte di diversi uomini della zona che si danno appuntamento presso la stazione e poi si appartano con esse per consumare rapporti sessuali.

E’ in questo contesto, fatto probabilmente anche di una singolare “contesa” dei due uomini per la stessa giovane ragazza, che è maturata l’estorsione che si è concretizzata dapprima in un pagamento di 1.000 euro da parte della vittima e poi con la richiesta di ulteriori pagamenti di 250 euro mensili.

A questo ricatto ha posto fine il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto che, dopo aver scoperto che l’appuntamento tra la vittima e l’estortore per il pagamento della prima rata da 250 euro era prevista per sabato scorso presso un centro commerciale di Orvieto Scalo, ha predisposto un servizio di appostamento finalizzato a bloccare l’estorsione.

Sabato mattina quando l’estortore si è presentato all’incontro con la vittima, camuffati da clienti e da dipendenti del centro commerciale, c’erano diversi poliziotti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Orvieto che hanno seguito passo passo i movimenti della vittima e dell’estortore; i due si sono incontrati e appena c’è stato lo scambio dei soldi i poliziotti sono intervenuti ed hanno bloccato ed arrestato per il reato di estorsione il sessantenne bolsenese con i soldi ancora in mano.

Dopo l’arresto, l’uomo è stato portato presso il carcere di Terni a disposizione dell’autorità giudiziaria e i 250 euro sono stati restituiti alla vittima dell’estorsione.

 

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com