Contrasto al “pendolarismo criminale” da parte della Polizia. Denunciate cinque nomadi

Questo articolo è stato letto 71 volte

Contrasto al “pendolarismo criminale” da parte della Polizia di Stato. Fermate e denunciate cinque nomadi dagli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto durante varie operazioni di controllo del territorio

Sono cinque le ragazze fermate e denunciate dalla Polizia di Stato nel corso dei controlli straordinari organizzati nell’ultima settimana nei quartieri di Orvieto, dove erano stati segnalati dei furti.

E’ sempre alta l’attenzione della Polizia di Stato nei confronti del cosiddetto “pendolarismo criminale”, che viene attuata con servizi mirati di controllo del territorio, rafforzati e potenziati come disposto dal Questore di Terni Antonino Messineo.

Le cinque persone denunciate, in diverse operazioni della Squadra Volante e della Squadra Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto, sono state fermate tutte mentre si trovavano nei quartieri di Orvieto Scalo e Ciconia, zone in cui erano stati segnalati dei furti e hanno tutte numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio (furto, furto aggravato, rapina, ecc.).

Giovani cittadine rumene provenienti dai campi nomadi di Roma, di età compresa tra i 22 ed i 28 anni, erano già state fermate negli anni scorsi e nei loro confronti era stato emesso il provvedimento del divieto di ritorno a Orvieto, misura questa non rispettata, motivo per cui è immediatamente scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni ed il successivo allontanamento dalla città.

I controlli straordinari proseguiranno anche nelle prossime settimane per rafforzare l’ordinario dispositivo di prevenzione e controllo del territorio e per monitorare e contrastare gli arrivi in città di persone che vengono unicamente per delinquere.

 

 

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com