Gli abitanti di Via Stornelli chiedono chiarezza

Questo articolo è stato letto 1005 volte

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma degli abitanti di via Ulderico Stornelli, Orvieto Scalo

Sono tanti, troppi, i dubbi che attanagliano gli abitanti del “Piazzale” di via U. Stornelli. Lo “lo storico viale alberato” ormai spoglio che speriamo torni presto a fiorire chiede un incontro con il Sindaco, gli assessori alla viabilità e urbanistica, il geometra operatore del progetto e all’ingegnere del comune. Un incontro VERO, dove si può realmente parlare dei problemi reali che ci sono e ci saranno.

Già nell’incontro svolto un mese fa grazie all’associazione Val Di Paglia, erano sorti dubbi sulla vera riqualificazione di Via Stornelli, la piccola rotonda proprio sotto i piloni della ferrovia avevano fatto intuire, come la via sarebbe presto diventata uno snodo cruciale per il passaggio delle auto. Erano state altresì fatte diverse richieste al Sindaco e agli assessori, che però sono rimaste delle bellissime promesse, ma, mai mantenute, infatti i lavori sono iniziati a gran velocità ed ora tutto è pronto per aprire una “STRADA” in mezzo a due palazzine dove vivono anziani e bambini, già perché il piazzale, come cita anche il Geometra, (“nata a servizio degli immobili realizzati negli anni 60/70, ha una struttura che riconduce ad una piazza, dove al centro furono impiantati delle essenze arboree”) è stato utilizzato sempre per il rilassamento quotidiano di anziani, e bambini.

Gli abitanti di via Ulderico Stornelli chiedono chiarezza in riguardo a:

  • Parcheggi ristabiliti come erano prima o a spina di pesce visto che in zona ci vivono circa 80 famiglie che si trovano così a dover parcheggiare in parcheggi privati non di loro competenza.
  • Riqualifica vera del piazzale, con la richiesta di almeno 4 dossi, due per parte, dossi di notevole altezza per attraversamento delle persone da una parte e l’altra.
  • Asfalto della piazza che già da 7 giorni è ferma cosi, con conseguente polvere ad ogni passaggio di auto o camion.
  • Divieti per camion e velocità massima di 30 all’ora nel piazzale
  • Asfalto del parcheggio appena creato con l’annessione di giochi per i bambini
  • Panchine per gli anziani che possono così usufruire del servizio che avevano prima
  • Controllo e rifacimento dei pozzetti che dopo l’alluvione sono stati lasciati cosi senza un controllo vero e proprio
  • La gestione dello spartitraffico (mai voluto dagli abitanti di via U.STORNELLI), in merito a chi sarà la ditta che deve gestire le piante e l’aiuola (che per ora non c’è).
  • Cartello di segnaletica per la presenza di bambini
  • Rifacimento di due posti auto per disabili vicino alle abitazioni (come già presenti)

    Forti dei dubbi e delle perplessità mai chiarite realmente, ma solo a voce e come si sa “le parole le porta via il vento”, ora gli abitanti vogliono un segnale FORTE dalle istituzioni per evitare che una PIAZZA possa trasformarsi in una strada senza controllo con un pericolo reale per anziani e giovani.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com