Prorogati i termini per l’avviso “Family Help”. Le domande vanno presentate in Comune

Questo articolo è stato letto 213 volte
L’Ufficio della Cittadinanza comunica che è stato prorogato l’Avviso “Family Help” – buoni servizio per prestazioni individuali di lavoro a domicilio per finalità di conciliazione di tempi di vita e di lavoro di persone e famiglie Finanziamento P.O.R. Programma Operativo Regionale F.S.E. (Fondo Sociale Europeo) Umbria 2014-2020 – Asse “Inclusione sociale e lotta alla povertà”- Priorità di investimento 9.4 – R.A. 9.3
 Con quest’ultimo avviso si attribuiscono contributi alla persona che lavora o è inserita in un percorso di formazione o qualificazione professionale, per servizi rivolti ad agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, coniugare il diritto al lavoro con il lavoro di cura familiare, prioritariamente svolto dalle donne e, pertanto, a ridurre la disparità, creando le condizioni necessarie per una loro maggiore partecipazione e/o permanenza sul mercato del lavoro.

Paper family in hands isolated on white background
Il contributo, concesso per un ammontare massimo di € 2.000,00 viene erogato a seguito di presentazione di apposita domanda e selezione dei destinatari a fronte di spese sostenute per la retribuzione di prestazioni/servizi integrativi flessibili, da parte di un prestatore di lavoro a domicilio – sulla base di un rapporto di lavoro anche già in atto al momento di presentazione della domanda – acquisibili nel rispetto della normativa in materia di lavoro quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo:
– Attività di supporto a bambini e ragazzi, fra cui accompagnamento a scuola o nelle attività extrascolastiche e aiuto nello svolgimento dei compiti scolastici;
– Supporto all’espletamento di attività domestiche e alle diverse necessità quotidiane, accompagnamento di persone (quali minori, adulti e anziani in difficoltà, esclusi coloro che fruiscono di un servizio in strutture sociali, socio-sanitarie e sanitarie, a ciclo residenziale oppure fruiscono dell’assistente familiare finanziato con risorse del POR FSE 2014/2020 a valere sull’Avviso Pubblico di selezione per la realizzazione di progetti di “domiciliarità” per anziani non autosufficienti e per la riduzione della residenzialità) e con esclusione delle prestazioni specialistiche di ogni tipo in campo educativo, sociale e sanitario.
Destinatari dell’intervento sono le persone in possesso di tutti i seguenti requisiti:
• Aver compiuto 18 anni di età ed essere:
– Cittadini italiani
– Cittadini comunitari
– Familiari extracomunitari di cittadini comunitari, titolari di carta di soggiorno o di diritto di soggiorno permanente
– Cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia (ivi compresi titolari di protezione internazionale, protezione umanitaria e richiedenti asilo) esclusi i titolari di visto di breve durata
• Godere dei diritti civili e politici
• Avere un ISEE, in corso di validità, pari o inferiore ad € 40.000,00
• Essere residente in uno dei Comuni della Zona Sociale n. 12
• Essere titolare di un contratto di lavoro, oppure svolgere un lavoro autonomo, oppure essere iscritto ad un corso di formazione e/o di qualificazione professionale, oppure svolgere un tirocinio extra- curriculare, pratica professionale, anche quella per l’accesso alle professioni ordinaristiche;
• Trovarsi in una o più situazioni in cui si rende necessaria la cura di altre persone facenti parte del proprio nucleo familiare anagrafico, oppure, se non facenti parte del proprio nucleo anagrafico almeno legate da vincolo di parentela o di affinità in linea retta fino al 3° grado e collaterale fino al 2° grado, ovvero:
– Figli in età minore
– Persona adulta (fino a 64 anni di età) bisognosa di cura
– Persona disabile ai sensi della legge 104/92
E’ ammessa la presentazione della domanda da parte della persona che ha già presentato ed ottenuto il contributo a valere sull’Avviso di cui alla DD n. 12 del 12/01/2018 e DGC del 10/05/2018: in  questo caso, il contributo massimo di € 2.000,00 si riduce dell’ammontare del contributo già percepito a valere sull’Avviso di cui alla DD e DGC succitate.
Termini e modalità di presentazione delle domande: la domanda dovrà essere presentata dalla persona in possesso dei requisiti di cui all’art. 3 con una delle seguenti modalità:
– A mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Orvieto – capofila Zona Sociale n. 12
– A mezzo raccomandata a/r al seguente indirizzo: Ufficio della Cittadinanza Comune di Orvieto via Garibaldi n. 8 05018 Orvieto (tr)
– Tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) secondo le disposizioni vigenti al seguente indirizzo: comune.orvieto@postacert.umbria.it
Le domande possono essere presentate a partire dal giorno 1 febbraio 2019 fino al 31 maggio 2020
Il Bando, corredato di tutti gli allegati, è scaricabile dal sito del Comune di Orvieto www.comune.orvieto.tr.it nella sezione Uffici e Servizi / Ufficio della Cittadinanza / Avvisi  www.comune.orvieto.tr.it/modulistiche/avviso-pubblico-family-help-000
A decorrere dal 31 Gennaio 2019 l’avviso verrà pubblicato anche sul sito web dei Comuni della Zona Sociale n. 12.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com