Gnagnarini: “Come nel PD. Adesso basta.”

Questo articolo è stato letto 379 volte

Di Massimo Gnagnarini ex assessore al bilancio del comune di Orvieto

Ieri dopo il lancio della candidatura a Sindaco di Roberto Meffi da parte del coordinamento orvietano di Forza Italia, i vertici regionali dello stesso partito si sono affrettati a dichiarare letteralmente : “ Sulla candidatura a Sindaco di Orvieto decide Perugia d’intesa con gli altri vertici regionali della Lega e FdI.”
Ancora una volta e sfacciatamente i nostri parenti umbri,  di qualunque colore siano, ci ricordano che noi orvietani non siamo degni ne autorizzati a sceglierci la nostra classe dirigente locale.
Nulla di nuovo sotto il cielo, purtroppo.  L’unica eccezione è stata quella di Germani quando nel 2014 , contro le indicazioni del suo stesso partito, si conquistò la candidatura lottando attraverso le primarie. Una determinazione che gli fruttò il mio e quello di molti altri elettori di orientamento non di sinistra e che però gli è costata l’ostilità del PD per tutta la durata della consigliatura.
Allora parliamoci chiaro amici del centrodestra orvietano, se dobbiamo cambiare per passare dal dai diktat della Marini e della Cecchini a quelli della Polidori e di Nevi non avremo fatto un passo avanti, tradito i cittadini orvietani e,  politicamente, consentito a  Orvieto di continuare ad essere la cenerentola dell’Umbria.
Adesso basta, lavoriamo tutti per riprenderci la nostra autonomia o se vi piace la nostra “sovranità” , perché non è Orvieto ad aver bisogno dell’Umbria semmai il contrario.
Dite ai vostri capi di rifarsi vivi il 27 maggio p.v. dopo che gli orvietani avranno scelto.

 

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com