UniTre presenta un semestre pieno di iniziative e la novità “Unitre International”

Questo articolo è stato letto 181 volte

L’UniTre si presenta per il nuovo semestre e, come sempre, è un calendario ricco e interessante.  Ne abbiamo per tutti i gusti con docenti d’eccezione come Donato Catamo, Franco Raimondo Barbabella, Laura Ricci, Gianluca Foresi, Emilio Berrocal, Maddalena Ceino che guideranno i loro gruppi in percorsi di conoscenza di spessore.  Un’altra novità è UniTre International “per tutti gli angolofoni – ha spiegato il presidente Riccardo Cambri – che vivono e si trovano per studio ad Orvieto.  E’ un modo per interconnettere la città tutta e un’occasione per rinfrescare il nostro inglese magari arrugginito”.  Per questo prima parte dell’anno sono state individuate tre date, e la prima è per la fine di gennaio con una interessante conferenza sulle spie donne nella seconda guerra mondiale.

Emilio Berrocal tornerà ad occuparsi di letteratura ispanico-americana con letture, discussioni e proiezioni di film e con la scoperta di un autore che sarà una sorpresa per tutti i partecipanti al corso.  Sarebbe troppo lungo andare a elencare i corsi e gli appuntamenti di tutti i docenti e allora, oltre al citato Berrocal, poniamo l’accento sul corso di lettura emozionale di Gianluca Foresi dedicato quest’anno, in anticipo sulle celebrazioni del 2020, a Gianni Rodari con un testo in prosa e una poesia.  “Troppo spesso Rodari è stato considerato uno scrittore per bambini – ha spiegato Foresi – e invece è molto di più.  Dovrebbe essere messo tra i grandi della letteratura italiana per l’importanza dei temi trattati”.

In questi anni UniTre è diventata un punto di riferimento per il dibattito culturale ad Orvieto e i programmi di questo semestre ne confermano la qualità, anzi la innalzano ulteriormente, sempre con un occhio attento al senso di comunità e alle tradizioni.  Un ultima novità il corso di fotografia che avrà come docente Roberta Cotigni, che per qualche ora a settimana, svestirà i panni di assessore per iniziare un percorso di conoscenza della fotografia oggi sempre più considerata una vera espressione artistica vera e propria.   Non è mancata una richiesta pressante all’amministrazione, rappresentata dalla vice-sindaco Cristina Croce, sulla necessità di avere uno spazio ulteriore adeguato per lo svolgimento dei laboratori di pittura e scultura che oggi sono penalizzati perché la sala è ormai piccola visto il successo dei due corsi.

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com