Maiali maltrattati e importati, scattano le denunce

Questo articolo è stato letto 225 volte

Rubati o forse importati da chissà dove. Erano sicuramente destinati al macello per poi essere consumati a tavola i 170 maiali caricati su un tir fermato lunedì pomeriggio dalla polizia stradale di Orvieto tra Fabro e il casello della città del Duomo. A bordo due autotrasportatori, i guardiani conducenti, denunciati per maltrattamenti e ricettazione.

In base alla documentazione che i due hanno esibito agli agenti, gli animali sembravano provenire dalla Spagna ma in realtà i successivi accertamenti hanno consentito di appurare che i maiali non avevano il bollino sull’orecchio o un marchio sulla coscia che ne potesse far stabilire la provenienza. Avevano tuttavia un buco sull’orecchio, cosa che lascia supporre che possano essere stati rubati o comunque importati illecitamente.

I poliziotti hanno potuto inoltre verificare che non erano state rispettate le norme previste in materia sanitaria che obbligano una sosta di almeno 24 ore per gli animali trasportati e gli stessi autisti, due campani, non avevano effettuato soste dall’inizio del viaggio. I maiali sono stati sottoposti a un primo esame medico a vista da parte dei veterinari della Asl di Terni che hanno evidenziato lo stress psicofisico degli animali e ne hanno subito disposto l’immediato trasferimento a Manziana, ovvero il primo stallo di collocamento per animali in viaggio più vicino. Una volta fatti scendere sono stati visitati anche dai medici dell’Asl di Roma che oltre ad accorgersi dell’assenza dei bollini su orecchie e cosce hanno accertato che almeno tre maiali erano in condizioni tali da non poter essere trasportati e gli altri avevano delle ferite probabilmente provocate dal contatto con gli altri animali.

Tutti gli animali sono stati ora posti sotto sequestro insieme al mezzo che era diretto verso sud, presumibilmente in Campania, mentre i due autisti, che secondo le forze dell’ordine non potevano non sapere, denunciati per maltrattamenti e ricettazione considerata la presumibile provenienza illecita dei maiali.

(TerniToday)

 

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com