No Banner to display

Fusione BpS-Banco Desio, il senatore Zaffini dice no con “stop Bps Stop, non facciamo morire la banca degli umbri”

Questo articolo è stato letto 177 volte

Il senatore di Fratelli d’Italia Francesco Zaffini interviene sulla questione della fusione di Banca Popolare di Spoleto in Banco Desio.  Per Zaffini è fondamentale riuscire a bloccare l’operazione per “non far morire la banca degli umbri.  Proprio per questo motivo nella giornata di venerdì 7 dicembre a Spoleto si tiene un incontro per chiedere che venga ripensata l’ipotesi di fusione.  “Come senatore della Repubblica, come umbro, come spoletino, intendo suscitare l’interesse di un maggior numero di cittadini e imprese su ciò che sta accadendo alla Bps, la Banca popolare di Spoleto, quella che era la banca degli umbri. L’obiettivo – si legge in una nota del senatore – è quello di voler essere «parte attiva nelle scelte di chi oggi ha il controllo della banca.  Pensare a una fusione come unica soluzione – spiega Zaffini nella sua nota – significherebbe la fine della storia per un istituto di credito che ha svolto un ruolo fondamentale nell’economia della nostra regione, scandendo la storia di decine di migliaia di piccoli risparmiatori e di migliaia di famiglie. La fusione significherebbe un colpo di spugna, l’annullamento del lavoro di tutti coloro che negli anni si sono impegnati nel progetto”.

Sempre secondo Zaffini “ignorare tutto ciò equivarrebbe ad  azzerare la costituzione di aziende, il loro sviluppo, gli anni migliori della nostra economia regionale e non solo. Per tutto questo – è la proposta – chiediamo a chi ha il potere di prendere decisioni importanti di coinvolgere i territori, che sono ampi. Vogliamo, insomma, essere ascoltati, interloquire, essere parte attiva perché a dispetto dei santi non si va in Paradiso”.

Zaffini invita, quindi, tutti alle 18 a Villa Redenta a Spoleto il 7 dicembre a partecipare all’iniziativa “C – Non firmiamo il certificato di morte della banca degli umbri.  Un ultimo appello ad occuparci delle cose che contano davvero”.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com