Ex Ospedale e rifiuti da Perugia, doppia interrogazione del Partito Democratico

Questo articolo è stato letto 293 volte

Riceviamo e pubblichiamo dal Partito Democratico di Orvieto

Con due dettagliate interrogazioni, il gruppo consiliare del Partito Democratico, ha rivolto al Sindaco e agli amministratori diversi interrogativi che, di fatto, raccolgono quelle che sono le perplessità di molti cittadini sulle posizioni assunte dal primo cittadino e dalla giunta in merito alle tematiche della destinazione del complesso dell’Ex Ospedale di piazza Duomo e della gestione della Discarica “Le Crete”, in special modo il caso del trasferimento/conferimento dei rifiuti di Perugia a Orvieto.

In merito alla questione della destinazione dell’ex Ospedale di piazza Duomo, il Partito Democratico, in considerazione dei rapporti tra l’amministrazione comunale di Orvieto, la Regione Umbria e l’Azienda Sanitaria sanciti con uno specifico accordo di programma, ricordava come l’operazione di vendita dell’immobile – con destinazione d’uso ricettivo alberghiera – avrebbe potuto sbloccare l’ormai annosa problematica della rifunzionalizzazione della ex Caserma Piave.

In queste ultime settimane, però, sarebbe trapelata l’intenzione, da parte del Sindaco, di valutare la possibilità, da parte del Comune, di acquisire il complesso dell’ex Ospedale. Circostanza che, nei fatti, potrebbe cambiare anche la struttura dei rapporti tra gli enti firmatari dell’accordo di programma. Pertanto, il Pd, chiede al sindaco di sapere “a che punto sia l’iter di definizione dell’Accordo di Programma Quadro con la Regione dell’Umbria; se si ritengono ancora prioritari gli obiettivi definiti nell’accordo di programma sottoscritto con la regione nel 2007, ribaditi e aggiornati dal Consiglio Comunale nel giugno 2017; Il motivo per cui il Sindaco ha ritenuto di valutare la possibilità di acquisto da parte del Comune dell’immobile dell’Ex Ospedale alla luce della ancora difficile situazione finanziaria in cui versa l’Ente”.

Ben più delicata la vicenda del conferimento dei rifiuti, provenienti da Perugia, nella discarica “Le Crete” di Orvieto. Risulta estremamente stupefacente l’atteggiamento del Sindaco e della Giunta sul trasferimento dei rifiuti a Orvieto dopo che erano stati assunti impegni precisi in Consiglio Comunale e in altri contesti politici e istituzionali volti a difendere il territorio e soprattutto l’ecosistema ambientale da una “pratica” che ha dimostrato negli anni di non portare nessun beneficio all’Orvietano.

Purtroppo, ci troviamo nuovamente di fronte ad una situazione che penalizza Orvieto e il suo territorio e che, con rammarico, doveva essere scongiurata da chi rappresenta la Città nell’Auri e che aveva garantito ai cittadini orvietani che non ci sarebbero stati conferimenti “esterni” alla discarica “Le Crete”. Ci ritroviamo invece con una decisione dell’Auri di trasferimento dei rifiuti di Perugia a Orvieto di cui non si conoscono i dettagli e tantomeno pare esserci la volontà di farli conoscere.

Per questo il Pd ha deciso di rivolgere al primo cittadino delle specifiche richieste: “La quantità esatta di rifiuti perugini che entreranno nella discarica di Orvieto. Cosa ha fatto il Sindaco per difendere il nostro territorio, la nostra Città e il nostro sistema difronte all’ennesima emergenza nazionale e regionale che andrà a ricadere pesantemente sugli impianti locali. Cosa intende fare il Sindaco di Orvieto difronte all’ennesimo mancato impegno della Regione dell’Umbria, rispetto agli impegni presi, circa investimenti, nel nostro territorio, su piattaforme di recupero e valorizzazione dei rifiuti”.

Interrogazione_PD_1

Interrogazione PD_2

 

 

 

Comments

comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com