No Banner to display

La Sottosegretario Vannia Gava ha mantenuto la promessa scrivendo al governo su Geotermia e discarica Le Crete

Questo articolo è stato letto 184 volte

Il 12 novembre il Sottosegretario all’Ambiente, Vannia Gava della Lega, durante un incontro con gli amministratori e le associazioni ambientaliste dell’Alfina aveva promesso un personale impegno sulla questione.  A distanza di pochi giorni Gava ha preso carta e penna e ha scritto, come aveva spiegato a Orvieto durante l’incontro con i cittadini, e ha scritto alla presidenza del consiglio dei ministri. 

Vannia Gava è venuta in Umbria e si era soffermata proprio a Castel Giorgio e Orvieto per focalizzarsi su geotermia e discarica Le Crete e al suo ritorno a Roma ha immediatamente scritto per chiedere al governo di rivalutare la questione la questione del “progetto pilota impianto geotermico del comune di Castel Giorgio”. Nel testo della missiva, Gava spiega che “nel corso della giornata di lunedì 12 novembre, ho avuto modo di incontrare 25 sindaci di diversi comuni del territorio in merito alle problematiche connesse alla realizzazione dell’impianto indicato in oggetto. Nello specifico, è emersa la richiesta avanzata dagli stessi sindaci di rivalutare la documentazione pervenuta e le autorizzazioni ad oggi rilasciate, alla luce altresì delle valutazioni tecniche effettuate dalla Regione Lazio – Direzione regionale politiche ambientali e ciclo dei rifiuti – in data 16 ottobre 2018”.

Soddisfazione è stata espressa dal senatore Briziarelli: “La Lega non è partito che si perde in chiacchiere. Ci siamo subito attivati con il governo affinchè la questione venga rivalutata e si dia ascolto al territorio. Un ringraziamento al Sottosegretario Vannia Gava che ha operato con celerità e attenzione”.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com