Successo di “Festival Diritti a Orvieto”

Questo articolo è stato letto 160 volte

L’Assessore al Turismo, Vincenti: “Il successo dell’iniziativa è stato notevole, avendo coinvolto sia visitatori provenienti da tutta Italia, sia i nostri concittadini”

A nome dell’Amministrazione Comunale, l’Assessore al Turismo, Andrea Vincenti ringrazia gli organizzatori del Festival Diritti a Orvieto ed afferma:
“Portare un festival così importante ad Orvieto era una bella scommessa, nella quale tuttavia abbiamo creduto sin dal primo incontro con gli organizzatori e con la delegata del CdA di TeMa, Emanuela Leonardi, che ringrazio per aver creato il contatto dal quale siamo partiti.
Il successo dell’iniziativa è stato notevole, avendo coinvolto sia visitatori provenienti da tutta Italia, sia i nostri concittadini, che hanno partecipato numerosi alle varie iniziative in programma. D’altra parte, il binomio Orvieto / Diritti Umani è ben radicato nella coscienza civica della nostra città e la risposta della comunità locale dimostra che la sensibilità verso temi importanti e quanto mai attuali è ben viva nel nostro tessuto sociale e culturale. 
Orvieto, del resto, ha un’identità forte, nel rispetto dei valori costituzionali di uguaglianza e solidarietà”.
“Dal punto di vista della qualità, il festival è stato organizzato e promosso in maniera impeccabile: sia dal punto di vista delle selezioni cinematografiche e artistiche; sia per la qualità dei componenti la giuria; sia infine per l’altissimo profilo degli ospiti. Per non parlare dell’intensità del programma, che in quattro giorni ha proposto oltre 100 eventi, tutti gratuiti.
    
Siamo già al lavoro per la programmazione della prossima edizione, confidando che si possano ricreare presupposti e condizioni favorevoli e che quella appena trascorsa sia stata la prima di una lunga serie di edizioni ad Orvieto”. 
Dal canto loro,  le due realtà promotrici Teatri di Nina e Own Air,  insieme al direttore artistico Francesco Cordio e al produttore del festival Alfredo Borrelli affermano: “Eravamo convinti che una città come Orvieto avrebbe recepito positivamente l’idea di un momento di riflessione su un tema così importante e necessario. Non potevamo, però, immaginare di ritrovarci a girare per la città, l’ultimo giorno e incrociare visi soddisfatti di spettatori ed esercenti commerciali. Speravamo di creare un indotto sia morale che materiale, così è stato ed è il nostro reale motivo di soddisfazione, che ci fa ben sperare nella possibilità di consolidare il legame con la città e con i cittadini. Ci piace condividere il breve ma significativo commento di una spettatrice tra i tanti: ‘Ci avete spalancato gli occhi’. Questo era il nostro obiettivo”.    

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com