Cantiere Orvieto porta alla chiesa di San Giovenale Cucinelli e Tamaro per discutere di bellezza, sogni e amicizia

Questo articolo è stato letto 181 volte

La bellezza, i sogni, l’etica, l’amicizia, l’eternità; sono questi i valori, prima ancora che categorie concettuali, al centro dell’incontro promosso dall’associazione “Cantiere Orvieto” in collaborazione con la Libreria dei Sette e il patrocinio del Comune di Orvieto. L’appuntamento è per sabato 3 novembre alle 18.30 in una cornice d’eccezione come la Chiesa di San Giovenale, tra le più antiche della città, oggetto di un recente restauro che le ha restituito splendore.

Protagonisti del pomeriggio saranno Brunello Cucinelli, l’imprenditore del cachemere che come un moderno filantropo ha sostenuto la rinascita di tanti luoghi umbri, e Susanna Tamaro, la scrittrice triestina che da trent’anni ha fatto delle colline intorno a Orvieto il suo buen retiro dalla confusione alienante della Capitale, autori rispettivamente de “Il sogno di Solomeo. La mia vita e l’idea del capitalismo umanistico” (Feltrinelli) e “Il tuo sguardo illumina il mondo” (Solferino).

I due libri, entrambi appena pubblicati, saranno il pretesto per un ragionamento a più voci su temi di grande attualità che, in tempi caotici come quelli moderni, sembrano suggerire un nuovo approccio all’esistenza, un vero e proprio modo di essere, per celebrare ogni giorno una rinascita.  L’incontro sarà moderato dal libraio Riccardo Campino e dal giornalista Emilio Casalini, autore del libro-manifesto “Rifondata sulla bellezza” (Spino).

Nel suo libro “Il sogno di Solomeo”, Brunello Cucinelli ripercorre le tappe salienti della sua straordinaria biografia, dalle origini contadine e un’infanzia trascorsa nelle campagne umbre, fino a diventare un’industriale della moda di fama mondiale, ma al tempo stesso un imprenditore tra i più attenti al paesaggio e al benessere dei propri dipendenti

Susanna Tamaro con “Il tuo sguardo illumina il mondo” (Solferino) ci regala un libro delicato, profondo e commovente che ripercorre gli anni brevi e intensi della sua amicizia con il poeta Pierluigi Cappello, scomparso prematuramente nel 2017. Un’amicizia speciale, limpida e luminosa, capace di analizzare la tormentata complessità di questi tempi, senza lasciarsene mai sopraffare.

Due libri intensi che non hanno paura di parlare dell’anima e del mistero che ci avvolge e che invitano alla ricerca del senso profondo del nostro esistere.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com