Tre giorni con la musica da camera “accanto al Fico” del Botto dedicati alla pace a un secolo dalla fine della Grande Guerra

Questo articolo è stato letto 318 volte

10-11 e 12 agosto sono i tre giorni del Festival della Musica da Camera che si tiene nel Borgo de il Botto e nella Sala Expo del Palazzo del Capitano del Popolo.  E’ la seconda edizione del festival che avrà come protagonisti il quintetto Vita Ensemble, il trio Saitkoulov e le cantanti liriche Djedjiga Boukeroui, Sandrine Carpentier e Mathilde Cardon.  Quest’anno l’ideatore della manifestazione, il maestro Stefano Catalano, ha pensato di dedicarla idealmente alla pace nel centenario della fine della Grande Guerra.

Il festival gode del patrocinio del Comune di Orvieto e proprio l’assessore alla cultura Alessandra Cannistrà ha voluto rimarcare l’importanza della musica classica a Orvieto nel periodo estivo con tante manifestazioni di importanza internazionale, “da oltre vent’anni due format artistici di master class internazionali come Orvieto Musica, Spazio Musica scelgono la nostra città e l’amministrazione, grazie alla collaborazione della Scuola Comunale di Musica A. Casasole, ricambia mettendo a disposizione le sedi e qualt’altro necessario per i corsi e gli spettacoli. La grande attrattiva del Teatro Mancinelli diventa banco di prova per tante giovani promesse della musica da camera e del bel canto che porteranno per tutta la vita Orvieto nel cuore oltre che nell’esperienza artistica .

Ma negli anni molte sono anche state le sedi inconsuete, come chiese e palazzi animati e impreziositi dalla musica. Ed è questo il contributo del piccolo ma sostanzioso Festival, che precederà il Ferragosto, nato sotto al fico del Botto, antico borgo dal curioso toponimo (storie di angeli e demoni  tra Cacciata, Culata del diavolo e Botto), e quest’anno animato dalle memorie della grande storia che lo uniranno al centro storico con il concerto intermedio.  In un paesaggio di felicità e di pace, dove celebrare la Pace nel centenario della Grande Guerra, tra vigneti e ulivi il Botto conserva tutto il fascino di un luogo di comunità che invita a vegliare  in amicizia e a godere della musica in un evento davvero esclusivo”.

I tre concerti previsti sono tutti ad ingresso gratuito con il seguente programma:

 

10 agosto – Borgo Botto – ore 18.00

Concerto d’apertura per la Commemorazione del Centenario della Pace alla fine della Grande Guerra (1914-1918). Musica di Riconciliazione tra gli Imperi dell’Europa continentale Francia, Italia, Austria-Ungheria:

 

Quintetto Vita Ensemble “Les Hautbois du Roy”

Solista: Djedjiga Boukeroui, Soprano

Jean-Baptiste Lully – Ideale della Pace –  Aria “Chantons Berger” (Sandrine Carpentier)

Bedrich Smetana – Prodana Nevesta – Aria di Marenka (Djedjiga Boukeroui)

Schubert/Mahler – Der Tod und das Mädchen – Scherzo – Allegro molto (Quintetto archi)

Heuberger – Der Opernball – “Komm’zu mir im Chambre Séparée (Djedjiga Boukeroui)

Strauss – Die Fledermaus – “Mein Herr Marquis” (Djedjiga Boukeroui)

Respighi – Gagliarda delle Antiche Danze ed Arie (Quartetto di Fiati)

Giacomo Puccini – Crisantemi (Quartetto archi)

Richard Strauss – Morgen ! (Djedjiga Boukeroui)

Pietro Mascagni – Cavalleria Rusticana – Intermezzo

Johann Strauss – Voci di Primavera (Djedjiga Boukeroui)

Jean-Baptiste Lully – Ideale della Pace – Pavane des Saisons

 

11 agosto – Palazzo del Popolo, Sala Expo – ore 21.00

Trio Saïtkoulov

Roustem Saïtkoulov, Pianoforte

Claire Oppert-Saïtkoulov, Violoncello

Clara Saïtkoulov, Violino

 

Musiche di:

Sergej Rachmaninov, Trio elegiaco n°1, in sol minore

Claude Debussy, Sonata per violino e pianoforte

Ludwig van Beethoven, Sonata per pianoforte e violino op.12 nº 3, in mi bemolle maggiore

Johannes Brahms, Trio per pianoforte, violino e violoncello op. 8, in si maggiore

 

12 agosto –  Borgo Botto – ore 18.00

Concerto di chiusura in onore della Festività di Santa Maria Assunta patrona di Orvieto:

Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi (1736)

 

Solisti: Sandrine Carpentier, Soprano e Mathilde Cardon, Contralto

Quintetto Vita e Ensemble “Les Hautbois du Roy”

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com