E’ tornato alla Casa del Padre Mons. Giovanni Marra

Questo articolo è stato letto 704 volte

Mons. Giovanni Marra, Arcivescovo emerito di Messina, Ordinario Militare, ed Amministratore apostolico della Diocesi di Orvieto-Todi, nelle ore pomeridiane di ieri, mercoledì 11 luglio, è tornato alla Casa del Padre.

Mons. Giovanni Marra aveva retto la Diocesi Orvieto-Todi negli anni 2011 e 2012 subentrando a Padre Giovanni Scanavino le cui dimissioni furono accettate dall’allora Santo Padre Benedetto XVI, la sua reggenza come amministratore apostolico “ad nutum Sanctae Sedis” aveva precedendo l’attuale Vescovo Mons. Benedetto Tuzia.

Lo comunica una nota della Diocesi Orvieto-Todi, annunciando a breve informazioni relative alla celebrazione del rito funebre.


Giovanni Marra (Cinquefrondi, 5 febbraio 1931) era arcivescovo. Ha frequentato il ginnasio presso il seminario di Mileto, gli studi teologici presso il Seminario di Reggio Calabria. È stato ordinato presbitero il 19 settembre 1953 dal vescovo mons. Vincenzo De Chiara nella parrocchiale di Cinquefrondi. Quindi, trasferitosi a Roma, ha conseguito la laurea in scienze sociali presso la Pontificia Università Gregoriana e in diritto canonico presso la Pontificia Università Lateranense. Ancora studente, ha iniziato il suo ministero come cappellano dell’Istituto Ciechi Sant’Alessio e come collaboratore presso la parrocchia di Tor Marancia. Dal 1960 al 1986 ha prestato servizio presso la Santa Sede, prima presso la Congregazione per il Clero, poi in Segreteria di Stato, infine all’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (APSA). Il 7 giugno 1986 è stato eletto, da papa Giovanni Paolo II, vescovo titolare di Usula, con l’incarico ausiliare di Roma per le attività pastorali ed amministrative e segretario generale del vicariato, ed è stato consacrato vescovo il 28 giugno dello stesso anno dal cardinale Ugo Poletti nellaBasilica di San Giovanni in Laterano. Il 14 novembre 1989 è nominato arcivescovo titolare di Ravello ed Ordinario Militare per l’Italia, carica che manterrà fino al 31 gennaio 1996, e che gli dà diritto all’automatica promozione al grado di generale di corpo d’armata; nel contempo diviene Preposto del Capitolo della Basilica di Santa Maria ad Martyres in Roma. Il 17 maggio 1997 è stato eletto Arcivescovo metropolita di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela e Archimandrita del S.S. Salvatore; ha preso canonico possesso dell’arcidiocesi il 21 giugno dello stesso anno. Il 18 novembre 2006 papa Benedetto XVI ha accettato le dimissioni nunc pro tunc rassegnate ai sensi del can. 401 C.I.C., nominandolo amministratore apostolico. Ha concluso il mandato in diocesi il 5 gennaio 2007. Il 3 gennaio 2007 papa Benedetto XVI lo ha nominato Membro della Congregazione per i Vescovi. Il 5 marzo 2011 papa Benedetto XVI lo ha nominato amministratore apostolico ad nutum Sanctae Sedis della diocesi di Orvieto-Todi.

 

 

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com